Tour de France 2015: Traversata delle Alpi

  • Villa messicana a Barcelonette

    Villa messicana a Barcelonette

    © Twice & Rinina

  • Le Lauzet-Ubaye

    Le Lauzet-Ubaye

    © Twice & Rinina

  • Giardino del chiostro di Saint Jean de Maurienne

    Giardino del chiostro di Saint Jean de Maurienne

    © Savoie Mont Blanc/ Raïh

  • Saint Jean de Maurienne

    Saint Jean de Maurienne

    © Florian Pépellin/A.S.O

  • Cappella del Charmaix, Modane

    Cappella del Charmaix, Modane

    © A.S.O

  • Forte del Replaton, Modane

    Forte del Replaton, Modane

    © A.S.O

  • Aiguilles d'Arves, Alpes d'Huez

    Aiguilles d'Arves, Alpes d'Huez

    © Clic-Clac Photo

Tour de France 2015: Traversata delle Alpi fr

Dal 22 al 25 luglio, è tempo di lasciare spazio alle Alpi e alle sue mitiche vette, da Digne-les-Bains all’Alpe d’Huez. Importante luogo per gli sport invernali, le città-tappa che saranno attraversate ti riservano, in estate, un turismo verde di qualità.In programma: panorami d’eccezione, visite di città e paesini di montagna, escursioni, mountain bike, sport d’acqua e benessere presso fonti termali.

Tappe:
Tappa 17 (mercoledì 22 luglio): Digne-les-Bains > Pra Loup (161 km)
Tappa 18 (giovedì 23 luglio): Gap > Saint-Jean-de-Maurienne (186,5 km)
Tappa 19 (venerdì 24 luglio): Saint-Jean-de-Maurienne > La Toussuire – Les Sybelles (138 km)
Tappa 20 (sabato 25 luglio): Modane Valfréjus > Alpe d’Huez (110,5 km)

Digne-les-Bains (Alpes-de-Haute-Provence / PACA)

La città di Digne-les-Bains moltiplica i suoi profili: 12 volte città-tappa del Tour del France, capitale della lavanda e città termale. Per rilassarti, rigenerarti o curare qualche piccolo acciacco, appuntamento nelle acque a 49° delle sue terme.
Città sportiva per eccellenza, Digne-les-Bains accoglie sciatori in inverno, ma anche escursionisti, scalatori e amanti della canoa in estate.
Scopri anche le vestigia di edifici costruiti tra il I e il XIII secolo nella cripta archeologica della cattedrale Notre-Dame du Bourg, che è tra le più grandi al mondo.
 

Cosa fare nei dintorni di Digne-les-Bains?

  • Passeggiare nel Géoparc di Haute-Provence, la più grande riserva naturale geologica d’Europa, dove abbondano i fossili (10 min di strada)
  • Avventurarsi sulla Route Napoléon e seguire i passi dell’Imperatore (10 min)
  • Scoprire le gole del Verdon rilassandosi su una spiaggia del Lac de Castillon a Saint-André-les-Alpes (40 min)
  • Impregnarsi dell’atmosfera provenzale di Aix-en-Provence (1 ora e 10)

 

Pra Loup (Alpes-de-Haute-Provence / PACA)

Questa città della valle dell’Ubaye ha degli stretti legami con il Messico… Circa 2.500 abitanti della Valle, in effetti, sono emigrati a partire dal 1820 e sono tornati arricchiti.
Lo testimoniano le sontuose ville di Barcelonnette, così come le feste latino-americane del mese di agosto.
Il fiume Ubaye si presta molto bene alle attività nautiche dinamiche, come il rafting e il kayak. E c’è un buon motivo: si tratta di uno dei pochi fiumi europei a non essere domato.
Per quanto riguarda la stazione e i suoi 180 km di piste da sci, attira gli amanti degli sport invernali e, in estate, amanti della mountain bike e delle escursioni.

Cosa fare nei dintorni di Pra Loup?

  • In rafting o in canoa, scendere il fiume Ubaye nei dintorni di Barcelonnette (15 min)
  • Ammirare il Lac d’Allos, il più grande lago naturale d’altitudine in Europa a 2.200 m (1 ora e 20)
  • Lasciarsi catturare dai magnifici paesaggi dal punto più alto d’Europa: il col de la Bonnette a 2.802 m

 

Saint-Jean de Maurienne (Savoia / Rodano-Alpi)

Capitale storica della Vallée de la Maurienne, Saint-Jean-de-Maurinne ti riserva numerose attività culturali. Qualche esempio? La visita della cattedrale Saint-Jean-Baptiste e del quartiere del Tabellion (con la torre della Correrie). Ma non è tutto, Saint-Jean de Maurienne ha anche creato i famosi coltelli savoiardi Opinel, la cui intera storia può essere ripercorsa al Museo Opinel (scoperta dell’antico atelier, dei macchinari, la famiglia creatrice, la boutique…). Il coltello è talmente ancorato nella città, che se ne può vedere un esemplare gigante nella rotatoria dell’Opinel, dove passeranno i ciclisti il 24 luglio.

Cosa fare nei dintorni di Saint-Jean-de-Maurienne?

  • Passeggiare l’affascinante centro storico di Chambéry, antica capitale dei Duchi di Savoia (50 min)
  • Rilassarsi nella città termale di Aix-les-Bains (1 ora)
  • Lasciarsi affascinare da Annecy e il suo magnifico lago (1 ora e 15)

 

Fontcouverte La Toussuire (Savoia / Rodano-Alpi)

A 1.800 m di altitudine, La Toussuire è una delle stazioni sciistiche più antiche di Francia.
La vista sulle tre cime delle Aiguilles d’Arves è senza uguali. Possono essere viste da numerosi luoghi, come la chiesa di Notre-Dame de l’Assomption, edificata nel XVII secolo. Un altro edificio religioso di interesse: la cappella Notre-Dame de la Salette, classificato come Monumento storico e luogo di pellegrinaggio.

Cosa fare nei dintorni di Fontcouverte-La-Toussuire?

  • Osservare fiori, camosci e uccelli al Parc de la Vanoise, ricco in sentieri di escursioni, in particolare i GR5, GR55 e la Via Alpina (40 min)
  • Gustare i vini della Savoia grazie alla destinazione Vignobles & Découvertes « Cœur de Savoie » (50 min)
  • Rilassarsi sullo splendido lago naturale di Aiguebelette (1 ora e 15)

 

Modane Valfréjus (Savoia / Rodano Alpi)

Conosciuta per il lungo tunnel che collega Francia e Italia, Modane Valfréjus accoglie diversi edifici di interesse : la cappella del Charmaix, i forti di Saint-Gobain (che ospita una galleria di 300 metri dove vissero 150 uomini durante la Seconda Guerra Mondiale) e del Replaton, così come la “maison penchée”.

Cosa fare nei dintorni di Modane Valfréjus?

  • Fare un picnic sulle rive del lago del Mont Cenis, sul confine con l’Italia (1 ora)
  • Visitare La Grave, classificata tra i Plus Beaux Villages de France (1 ora e 45)
  • Da La Grave, salire sulla teleferica dei ghiacciai della Meije e scoprire il ghiacciaio della Girose (3.173 m)

 

Alpe d’Huez (Isère / Rodano-Alpi)

Rinomata stazione sciistica, l’Alpe d’Huez è una tappa conosciuta dai ciclisti del Tour de France, poiché è stata città-tappa già 28 volte.
Da vedere: la chiesa Notre-Dame des Neiges e il sito archeologico di Brandes, unico sito del Medioevo ad essere stato scoperto nelle Alpi.
Da non perdere nemmeno il panorama del Pic Blanc (3.330 m) sul massiccio dei Grandes Rousses, da raggiungere con la teleferica per ammirare una vista a 360° sul Parco Nazionale degli Écrins, il Monte Bianco e il Monte Ventoso…

Cosa fare nei dintorni dell’Alpe d’Huez?

  • Scoprire la piccola cittadina del Bourg d’Oisans, porta di ingresso del Parco Nazionale degli Écrins (30 min)
  • Passeggiare per Grenoble e scoprire la città vecchia con le sue piazze tipiche (1 ora e 10)
  • Sempre a Grenoble, salire sulla teleferica urbana che collega il centro-città alla collina della Bastille per una vista mozzafiato sulla città e i dintorni

 

Seguire i ciclisti del Tour de France 2015 è un ottimo pretesto per visitare la Francia. Dal Nord alla Bretagna, dai Pirenei al Massiccio Centrale e dalle Alpi fino all’arrivo dei ciclisti sugli Champs-Elysées, scopri le nostre idee di visita nei pressi della città-tappe.

Cosa vedere

Nei dintorni