Vie verdi e vie ciclabili: la felicità in bicicletta

  • © ATOUT FRANCE/Michel Laurent Mention/CRT Lorraine

Vie verdi e vie ciclabili: la felicità in bicicletta 75 Parigi fr

Sulle stradine di campagna si contano circa 2.600 km di itinerari sicuri e dotati di segnaletica, che integrano una quarantina di percorsi - le voies vertes o vie verdi - riservati esclusivamente alle gite in bicicletta in famiglia, su un’estensione variabile dai 20 ai 50 km. Un’occasione preziosa per pedalare ogni volta con tranquillità e in un paesaggio differente, scoprendo luoghi da nuovi e inediti punti di vista. 
Da Givry a Cluny (in Borgogna), nei dintorni del lago d’Annecy (in Savoia), da Bordeaux o da Lacanau ad Arcachon (in Aquitania), tra Saumur e Tours (nella Valle della Loira), da Tolosa a Castelnaudary, le vie verdi - percorsi riservati e senza traffico stradale - hanno preso terreno da circa 15 anni: un manto d’asfalto o di ghiaia ben compresso segue così il tracciato di una vecchia ferrovia, le rive di un lago, un sentiero nella foresta, una diga lungo un fiume o l’ex-cammino di alaggio di un canale navigabile. 
Ideali per un’escursione di una giornata o più, senza stress né fatica (i percorsi sono sempre pianeggianti) e al riparo dalla circolazione automobilistica. Lungo il tragitto troverete noleggiatori di biciclette con, ad esempio, rimorchi per i più piccoli, tipici bistrot dove mangiare un boccone e luoghi d’eccezionale bellezza e interesse. 

Il concept di Via ciclabile europea 

Ambizione del progetto delle véloroutes o vie ciclabili europee è di allungare e connettere le diverse reti ciclabili, così da offrire percorsi di centinaia di chilometri, attraverso la Francia e l’Europa. L’idea è includere stradine poco frequentate, dotate di segnaletica e scelte con cura. I cicloturisti possono così percorrere dei circuiti regionali, come ad esempio i 231 km del massiccio del Luberon, o lanciarsi in imprese più lunghe - la Loire à Vélo, la Loira in bicicletta, itinerario ciclabile di ben 800 km. Aldilà delle frontiere francesi, la véloroute diventa un percorso EuroVelo: in questo contesto sono stati lanciati 12 progetti europei, tra cui i collegamenti Loira-Danubio e Lemano-Mediterraneo! Bisognerà, tuttavia, pazientare qualche anno prima che questi itinerari diventino operativi. 

Punti di riferimento pratici

  • Association française des Voies vertes et Véloroutes (Af3v)
    Questo sito associativo, pionieristico nel suo genere, propone un motore di ricerca per trovare il percorso più adatto alle proprie esigenze tra le circa 280 vie ciclabili francesi. L’Af3v riunisce la FFCT (Fédération de cyclotourisme), la Fubicy (Fédération des cyclistes urbains), la FFRS (Fédération de roller-skating) e numerose associazioni locali che promuovono progetti a livello regionale. Uno strumento informatico prezioso e imprescindibile. 
  • Un’altra associazione dedita alla promozione delle Voies vertes (Vie Verdi)
    Questo sito, premiato dalla FNCDT (Fédération nationale des comités départementaux du tourisme), fornisce una cartina interattiva e molto pratica: per trovare tutto con un solo sguardo. 
  • France Vélo Tourisme
    L’organismo nazionale France Vélo Tourisme, sostenuto dallo Stato, ha come finalità la valorizzazione della pratica ciclistica e della rete delle vie ciclabili e delle vie verdi, attraverso la proposta di un’offerta completa d’informazioni e servizi. Il sito internet è una preziosissima piattaforma informativa su tutti gli itinerari e servizi turistici (cartine interattive, alloggi, servizi di noleggio, forfait turistici, ecc.). 
  • Cyclo-cyclotes
    Questa iniziativa, sostenuta dalla FFCT (Fédération Française de Cyclotourisme), fornisce anche informazioni sulle vie verdi. 
  • Ministero del Turismo
    Gli elementi tecnici illustrati dai poteri pubblici e il Ministero incaricato del Turismo. 

Destinazioni d’eccellenza

  • La Loire à vélo
    La prima solida parte dell’EuroVelo 6 è nella Valle della Loira, lungo le dighe laterali del fiume e le strade di campagna costellate di preziosi castelli. Magico!  
  • La Borgogna in bicicletta
    Il Canal du Nivernais, che unisce i bacini fluviali della Loira e della Senna, propone 180 km di argini ciclabili. Anche il Canal du Centre, la Yonne e la Saona permettono di approfittare a pieno del potenziale ciclistico di questa regione dalle straordinarie risorse. 
  • EuroVelo 6: un esempio di via ciclabile europea
    Dall’Atlantico al Mar Nero, dai Paesi della Loira alla Romania, risalendo il corso della Loira, poi seguendo i canali della Borgogna e la valle del Doubs (in Franca Contea) per passare in Germania e pedalare fino al delta del Danubio!  
  • Le canal du Midi, tra Tolosa e il Pays du Lauragais 
    Opera magnifica e unica nel suo genere, progettata nel XVII secolo e dichiarata Patrimonio mondiale dell’UNESCO, il Canal du Midi offre occasioni per belle passeggiate in bicicletta lungo i suoi argini, in particolare tra Tolosa e Castelnaudary (45 km ca.).

La Vélodyssée è un nuovo itinerario di 1200 km riservati esclusivamente alla bicicletta, per l'80% in corsia preferenziale, che attraversa la Framcia di Roscoff a Hendaye e continuando in Inghilterra e Spagna. 

Tra Epernon (Eure-et-Loir) i Mont-Saint-Michel, l'itinerario è composto da 130 km di vie verdi e da 200 km di strade condivise per un totale di 420 km. 

L'Avenue Verte è un itinerario ciclabile di 520 km, di 370 tra Dieppe e Parigi, imboccando vie dedicate a volte condivise, accessibile alle persone dalla mobilità ridotta. 


Alcuni operatori

Premiato con un trofeo in materia di turismo responsabile, quest’operatore organizza escursioni di uno o più giorni, attorno al suo campo base (il Marais Poitevin) o anche altrove. 

Scopri le regioni più belle della Francia con soggiorni "chiavi in mano" 

In famiglia o tra amici, lasciati guidare in regioni autentiche.

Percorsi testati adatti a tutti!

 

Related videos

 
 

Sponsored videos

 
 
 
 

Cosa vedere

Calendario

Nei dintorni