500 anni di Rinascimento nella Valle della Loira

Nel 2019 la Valle della Loira celebrerà i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, la nascita di Caterina de’ Medici e la prima pietra posata per la costruzione del Castello di Chambord.

Il 2019 sarà un anno ricco di eventi per la Valle della Loira. Patria delle arti e dell’architettura del Rinascimento francese, la regione è stata teatro di numerose innovazioni e scoperte, come i castelli che tratteggiano in confini della Loira: il Domaine de Chambord, il Clos Lucé, i castelli d’Amboise, di Blois, di Chenonceau o ancora d’Azay-le-Rideau.

La Valle della Loira è stata crocevia delle principali correnti di pensiero e culturali, tra cui l’Umanesimo e la Riforma protestante. Intellettuali come Giovanni Calvino, Erasmo, Guillaume Budé o ancora François Rabelais hanno tutti frequentato l’università d’Orléans. Senza dimenticare colui che è considerato al giorno d’oggi come uno dei simboli del Rinascimento, Leonardo da Vinci, che dimorò presso Clos Lucé nel 1516.

Tra passato e futuro

Un’eredità che la regione celebra nel 2019 in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, dalla nascita di Caterina de’ Medici così come la prima pietra posata per la costruzione del Castello di Chambord. Per tutto l’anno in cui ricorrono questi anniversari, eventi, mostre, convegni scientifici, visite o ancora percorsi alla scoperta del patrimonio regionale ed europeo fanno rivivere lo spirito del Rinascimento mettendolo a confronto con le sfide attuali, creando così un dialogo tra passato e futuro.

Una regione con un grande patrimonio

Il programma per quest’anno di celebrazioni è attualmente in fase di realizzazione ma promette già bellissime manifestazioni come la mostra “ Leonardo da Vinci, i suoi allievi, l’Ultima Cena e François 1er ” presso Clos Lucé o ancora quella su “ L’arte di vivere nel Rinascimento ” a Châteaudun. Inoltre, sono inoltre previsti uno spettacolo digitale itinerante ed eventi intorno al passaggio del Tour de France nella regione, come pure percorsi di visita dedicati in cui viene utilizzata la realtà aumentata.

Insomma, un’occasione di (ri)scoprire questa regione dall’enorme patrimonio : 3 siti patrimonio dell’UNESCO (le cattedrali di Bourges e di Chartres così come la Valle della Loira), 6 città d’arte e storiche, 65 musei, 70 parchi e giardini e molto altro...

Info pratiche 

Durante tutto l'anno 2019

Info pratiche 

Durante tutto l'anno 2019

Dove si trova la regione della Valle della Loira