Cosa fare?

Visita
la Francia 

Tour dei siti culturali d'eccezione o escursioni sulle vette. In coppia sulle strade del vino o in crociera con i bambini… Quale viaggio in Francia scegli questa volta?

Mostra "Michael Jackson: On the Wall" a Parigi

A quasi dieci anni dalla morte, il Grand Palais esplora il mito di Michael Jackson attraverso una mostra dedicata al formidabile impatto della personalità e dell’opera del King of Pop sull’arte contemporanea.

Indiscusso riferimento nell’universo della musica, dei videoclip, del ballo e della moda, Michael Jackson è anche una delle personalità più rappresentate nelle arti visive. Ideata dalla National Portrait Gallery di Londra dove è stata allestita per la prima volta, la mostra dedicata all’icona pop sbarca ora al Grand Palais di Parigi, dove rimarrà dal 23 novembre 2018 al 14 febbraio 2019 offrendo un punto di vista inedito sull’impatto esercitato dalla grande popstar su diverse generazioni di artisti del XX e XXI secolo.

Le opere di più di 40 artisti riunite per la prima volta

Dipinti, ma anche disegni, sculture, fotografie, video, performance... La mostra, il cui titolo riecheggia Off the wall, il primo album solista di Michael Jackson pubblicato nel 1979, riunisce per la prima volta le opere di più di 40 artisti, provenienti da collezioni pubbliche e private o create appositamente per l’occasione.
I visitatori potranno ammirare il famoso quadro del 1982 di Andy Warhol pubblicato sulla copertina di Time Magazine nel 1984 o ancora il sorprendente Ritratto equestre di Filippo II, opera postuma di Kehinde Wiley, dove il Re del Pop in versione re di Spagna è ritratto su un cavallo bianco, rivestito di un’armatura oro e argento e protetto da due angeli, uno bianco e uno nero.

Dai Jackson Five alla metamorfosi in artista completo

Seguendo un impianto cronologico, la mostra ritraccia l’eccezionale percorso di questa leggenda mondiale, dal ragazzino dotato di talento che esordisce nei Jackson Five, il gruppo creato con i fratelli, fino alla metamorfosi in artista completo e istrionico.
Sale tematiche invitano i visitatori a interrogarsi sugli aspetti estetici, sociali e politici dell’opera di questo artista afroamericano unico che voleva più di ogni altra cosa abolire le barriere di qualsiasi tipo, da quelle che imprigionano i generi musicali a quelle che separano le razze.

Dove si trova il Grand Palais a Parigi