Sogno d’Italia: la collezione del Marchese Campana in mostra al Louvre

“Sogno d’Italia” esposta al Louvre, dal 7 novembre 2018 al 18 febbraio 2019. La ricca collezione del marchese Campana sarà in mostra nella capitale francese per la prima volta.

Il museo del Louvre e il museo dell’Ermitage si associano per una mostra eccezionale, “ Sogno d’Italia ”: per la prima volta dalla sua disgregazione, la collezione del marchese Campana è esposta dando un’immagine completa della più ambiziosa collezione privata del XIX secolo.

12.000 reperti archeologici, pitture, sculture e oggetti d’arte

Tra le 500 opere esposte, si possono ammirare il Sarcofago degli Sposi e La Battaglia di San Romano di Paolo Uccello. Ma la collezione vanta un totale di 12.000 reperti archeologici, pitture, sculture e oggetti d’arte; è proprio attraverso l’arte che il marchese Giampietro Campana voleva donare l’immagine del patrimonio italiano, sia antico sia moderno. La sua passione per gli scavi, il mercato dell’antiquariato, la sua rete di amicizia con collezionisti romani, napoletani e fiorenti e il collegamento con le istituzioni scientifiche si può comprendere attraverso le opere da lui raccolte e l’immensa collezione creata.

L’incredibile impresa del marchese Campana, che afferma la cultura italiana del Risorgimento, venne sequestrata nel 1857 e venduta allo Stato Pontificio: la sua dispersione attraverso l’Europa ha suscitato un’emozione che testimonia la sua importanza nella coscienza culturale italiana ed europea.

Lo Zar Alexandre II e Napoleone III

Nel 1861, lo Zar Alexandre II comprò parte della collezione per arricchire il museo dell’Ermitage; più di 10.000 oggetti d’arte furono invece comprati da Napoleone III che li divise tra il museo del Louvre e numerosi musei di provincia.

Sogno d’Italia: la collezione del marchese Campana andrà a San Pietroburgo quest’estate dopo un passaggio a Roma.