Questo inverno, dove dormire in modalità eco-responsabile nelle Alpi?

Chi ama la montagna lo sa bene: è uno dei territori più fragili, da proteggere! Così, per preservare i massicci e la loro incredibile biodiversità, alcuni hotel, gites e residence stanno inventando nuovi modi di vivere la montagna. Ecco i nostri indirizzi eco-responsabili tra cui scegliere per vacanze autentiche in armonia con la natura.

La ferme de Cupelin

Non chiamatela fattoria, si tratta di un affascinante casale! Sulle alture di Saint Gervais, la Ferme de Cupelin ha approfittato del suo decimo anniversario per perfezionare il suo aspetto di casale tradizionale. Le sette camere della casa colonica del XIX secolo sono state rinnovate in un nuovo stile montano e due camere atipiche, una nello stile di un mazot (piccolo chalet-grenier della Savoia), l'altra in stile capannone completano l'offerta.
Inoltre, la Ferme de Cupelin si sta facendo strada sul versante biologico: concepiti alla maniera delle vecchie dispense, i minibar sono pieni di prelibatezze locali, caffè tostato nella regione e amaretti, biscotti salati o dolci Made In Savoie. Da aprile 2022, un fienile autosufficiente in energia ospiterà una piscina di 7,5 m x 2,5 m con una grande vetrata rivolta sul Monte Bianco.

La ferme de Cupelin (Link esterno)

Le Pélican, a Annecy

Nell'edificio storico degli antichi ospizi, ampliato con una nuova ala, Le Pélican trae la sua ispirazione dalla natura. Eco-responsabile - è riscaldato e raffreddato al 95% da un circuito termico installato nel lago di Annecy - il luogo è stato progettato come una bolla collegata agli elementi. Dal cinguettio degli uccelli alla reception e al ristorante bistronomico, viste insolite e mobili di design che ricordano le fessure di una montagna nelle camere e nelle suite...
Il massimo dell'innovazione? La suite "experience" disposta al 6° piano e la sua sala circolare immersiva con proiettore a 360° e video a pavimento. Foresta tropicale o le acque del lago di Annecy, potrai immergerti nell'universo di tuo scelta!

Le Pélican (Link esterno)

Le Toî du Monde, in Val d’Arly

Volendo far rivivere la fattoria della nonna, Florent Perrin ha dato vita a questo progetto atipico che riunisce un agriturismo, un ristorante biologico, alloggi da 2 a 20 persone (camere doppie o alloggio intero) e un bar-concerto. La sua idea? Dimostra che possiamo vivere, divertirci e mangiare senza mettere in pericolo il pianeta. Qui incontriamo gente del posto che è venuta a cenare o ad ascoltare un concerto e turisti di passaggio, in uno spirito amichevole di melting pot. Uno chalet di montagna che trasuda convivialità, ai piedi delle stazioni di Saint-Nicolas-la-Chapelle, La Giettaz, Notre-Dame-de-Bellecombe, Crest-Voland e Cohennoz.

Il Refuge de la Traye, a Méribel

Ecco un autentico rifugio tradizionale di montagna, interamente reinventato per diventare un hotel di lusso. Costruito con materiali naturali della regione (pietra, legno di larice antico, lauze...) il Refuge de la Traye combina due chalet, e anche due "mazots" (chalet della Savoia) indipendenti per un'esperienza il più possibile vicina alla natura. La spa è insolita, combinando una sauna giapponese, dispositivi per trattamenti con la luce, ma anche un letto di fieno e un bagno di latte! Il Refuge de la Traye serve prodotti locali, è riscaldato da pannelli solari e gli spostamenti si effettuano con veicoli elettrici. Un altro vantaggio? È stato premiato con il marchio Small Luxury Hotels of the World.

Eco-bivouac villaggio d’igloos, sopra al lago di Annecy

Vuoi sentirti un trapper per una sera? Immagina: il sole tramonta e la tua guida ti porta nel cuore della foresta per un aperitivo in mezzo alla natura. Poi è il momento di diricersi verso la cupola dove potrai gustare una cena tradizionale della Savoia, prima di tornare nella foresta per una passeggiata alla luce delle torce. Dopo una serata intorno al fuoco, sarà il momento di andare a dormire nella vostra cupola privata, con il soffitto panoramico. Progettate e fabbricate in Alta Savoia, le cupole sono riciclabili e completamente autosufficienti a livello energetico. L'eco-bivacco Annecy-Semnoz è allo stesso tempo rustico e magico!

Hôtel La Croix de Savoie, a Les Carroz

Questo è il primo hotel bioclimatico della regione Rodano-Alpi, e il terzo in Francia! L'intera costruzione è stata progettata per limitare il suo impatto sulla regione. L'energia utilizzata è pulita (riscaldamento a legna, acqua calda solare), i tetti sono verdi, l'acqua piovana viene recuperata, le emissioni di gas serra sono ridotte e il ristorante gastronomico offre un menu biologico. Situato a 600 metri dagli impianti di risalita, vicino a Flaine e Samoëns, nel cuore del Grand Massif, l'hotel 4* La Croix de Savoie ha 28 camere e una spa.

Una capanna sospesa tra gli alberi

E se provassi una vacanza in montagna davvero diversa? Qui nella Val d'Arly, Entre Terre et Ciel propone case sugli alberi, perfettamente integrate nella foresta, a 5 km dagli impianti di risalita dell'Espace Diamant. Le cabine sono state tutte costruite in loco dal proprietario del posto, privilegiando materiali naturali e locali. Possono essere raggiunte in pochi minuti, a piedi, via un sentiero. Il nuovo rifugio che apre quest'inverno, chiamato Feuille, è appollaiato a 10 metri d'altezza: da lassù, si gode di una vista a 180° sulla catena del Monte Bianco! E se vuoi sciare, puoi prendere la macchina per raggiungere le stazioni per famiglie dell'Espace Diamant (Les Saisies, Praz-sur-Arly, Crest-Voland...), o anche i grandi comprensori di La Clusaz o Megève, ognuno a 15 km.