Alsazia, 3 città da non perdere e 3 belle novità

Strasburgo, Colmar, Mulhouse: attraversare l’Alsazia da Nord a Sud regala sempre sorprese e invita a scoprire novità all’insegna di gusto e benessere.

Fra cattedrali, vigneti e musei

Strasburgo è famosa per la spettacolare cattedrale di Notre Dame, gioiello della Grande Île, Patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1988. Dall’alto dei suoi 142 metri, la cattedrale vigila sul quartiere di La Neustadt, un eccezionale scenario urbano contemporaneo inserito anch’esso nella lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco. Il tesoro della cattedrale? Le splendide vetrate. Da quelle antiche a quelle d’arte contemporanea, come la vetrata del Cristo nella Cappella Sainte-Catherine, in cui il volto del Signore è costituito da oltre 200 ritratti fotografici di abitanti di Strasburgo.
www.otstrasbourg.fr (Link esterno)

Colmar, capitale dei vini d’Alsazia, pittoresca, attraente, tuffata fra i vigneti, è un’incantevole città d’arte e storia, una delle più visitate della regione. Forgiata da un passato prestigioso, impregnata di cultura, Colmar ha saputo preservare il suo patrimonio architettonico e conservare una dimensione umana e calorosa. Un centro storico gioiello, l’affascinante quartiere della Piccola Venezia e il celebre Museo Unterlinden, realizzazione architettonica innovativa degli architetti Herzog & de Meuron che hanno unito la struttura del vecchio convento e un edificio contemporaneo. Qui si ammira il capolavoro del museo, il Polittico di Issenheim di Matthias Grünewald.
www.tourisme-colmar.com (Link esterno)

Mulhouse, città dell’epopea industriale dal XVIII secolo, è una sorta di Manchester alla francese, ed è considerata la capitale dei musei tecnici più importanti d’Europa. Tappe imperdibili per entrare nell’atmosfera: la Città dell’Automobile, con una straordinaria collezione di automobili Bugatti, la Città del Treno, il Museo EDF Electropolis, il Museo della Stampa su Stoffa, l’Ecomuseo d’Alsazia. Colmar ospita anche qualche luogo per sognare, dal Parco zoologico e botanico al Parco del Piccolo Principe, dedicato all’eroe di Saint-Exupéry.
www.tourisme-mulhouse.com (Link esterno)

Il ritorno della Tigre

Per cominciare con le novità 2019, ecco la riapertura della Brasserie Le Tigre a Strasburgo, vera e propria istituzione della città. È stata il feudo della famiglia Hatt, proprietaria dell’azienda Kronenbourg dagli anni ‘20 agli anni ‘60. Un luogo mitico, in cui viene rilanciata la produzione della birra Tigre Bock.
Oltre alla brasserie, in cui gli appassionati di birra potranno assaporare una delle 4 Tigre Bock, servite in esclusiva direttamente dai serbatoi di stagionatura, lo stabilimento è anche un ristorante in cui regna incontrastata la tarte flambée, prodotta sul posto con prodotti locali selezionati e cotta al forno a legna. Un lavoro supervisionato dallo chef stellato Thierry Schwartz che firma la carta, completandola con altri piatti tradizionali della gastronomia alsaziana.
Per finire, una terrazza di 150 mq come in una biergarten bavarese e piccole cantine scenario di concerti, spettacoli e serate private. La brasserie Le Tigre promette davvero di diventare un luogo imperdibile della vita di Strasburgo.
www.kronenbourg.com (Link esterno)

Benessere totale alla spa di Le Parc Hôtel a Obernai

Le Parc Hôtel a Obernai, sulla Strada dei Vini d’Alsazia, apre una spa all’avanguardia. Un vero “santuario del benessere”: 2.500 mq, in stile contemporaneo, caratterizzato da linee essenziali, 1 piscina interna, 1 infinity pool esterna, 8 attività spa, 3 saune, 2 hammam, 4 zone di riposo inedite, 5 spazi per il massaggio, un ristorante e infine uno spazio fitness con boxing studio. La nuova spa svelerà un concetto di piscina risolutamente innovativo, quasi un viaggio di iniziazione esclusivo, con 10 ambienti e 100 attività acquatiche diverse, per un perfetto relax in acqua a 33°. Lo spazio benessere avrà inoltre 5 suite spa dedicate, con balneoterapia e vetrate dalla splendida vista sul Massiccio dei Vosgi. Circondata da un ambiente naturale che riprende la savana, con giardino pensile e spiaggia, riscaldata da aprile ad ottobre, l’inifinity pool sarà pronta a ospitare i primi clienti a giugno prossimo. A completare il tutto, centro convegni e seminari con 900 mq e dieci sale riunioni.
www.hotel-du-parc.com (Link esterno)

Una nuova cantina da scoprire

A Rorschwihr, 20 minuti da Colmar, nel cuore di un paesino di 400 abitanti, la tenuta Rolly Gassmann sorprende con un progetto ambizioso. Viticoltore indipendente famoso per la qualità dei suoi vini, apre quest’anno una nuova cantina di 15.000 mq su 6 piani. Il punto forte di questo luogo sarà uno spazio di degustazione di 800 mq con struttura in legno e vista panoramica sui vigneti, un territorio unico al mondo. La famiglia di Pierre Gassmann vive in questo villaggio dal XVII secolo e crea vini dalle straordinarie possibilità di invecchiamento. Un tempo i vini di questa zona erano riservati ai papi e ai re e attendevano spesso 50 anni prima di essere bevuti. Oggi, la quarantina di vini prodotti qui sono disponibili in grandi ristoranti stellati e nelle cantine di intenditori. Nella nuova cantina si potranno degustare una cinquantina di vini, di annate dal 2018 al 1994.
www.vinsalsace.com (Link esterno)

Per saperne di più www.visit.alsace (Link esterno)

Dove si trova l'Alsazia 

Per
approfondire