100 monumenti da scoprire

Il Centre des Monuments Nationaux gestisce, mantiene, restaura e apre ai visitatori quasi 100 monumenti dello Stato. Molti si trovano lungo percorsi ciclabili, itinerari a piedi o fluviali, in un mix ideale di natura e patrimonio.

Come i castelli di Angers e Azay-le-Rideau,lungo l'itinerario della Loira in bicicletta, mentre la Véloscénie, da Parigi a Mont Saint-Michel, collega la Conciergerie, il Château de Rambouillet, la Cattedrale di Chartres.
E ancora i cammini di Santiago de Compostela e di Stevenson nelle Cévennes, il sentiero di Doganieri, le crociere lungo il Canal du Midi, il Rodano, la Garonna e la Senna, che uniscono scoperte del patrimonio con una mobilità dolce e sostenibile. Quest’anno, 4 grandi scoperte da non perdere:

L’Hôtel de la Marine di Parigi da fine 2022 proporrà, in collaborazione con
il prestigioso Le Cordon Bleu, laboratori dedicati alla valorizzazione della gastronomia francese.

Il castello di Villers-Cotterêts, dove nel 1539 fu firmata l'ordinanza che imponeva l'uso della lingua francese negli atti amministrativi e giuridici; totalmente restaurato, ospiterà da fine anno la Cité internationale de la langue française, pensata come un "laboratorio" e non come un museo.

Alla Sainte-Chapelle, gioiello parigino del gotico francese, Bob Wilson firma quest’anno un’installazione sonora esclusiva, distribuita su tutta l'altezza dell’edificio e suonata per tre mesi, nei fine settimana.

E infine DE(S) TOURS D'EAU una mostra unica sulle torri e i bastioni della città fortificata di Aigues-Mortes. Concentrandosi sul tema dell'acqua, la Fondazione François Schneider ha messo insieme una collezione unica di opere contemporanee che esaminano il tema dell'acqua da diverse angolazioni. Installazioni, video, immagini a creare un mondo acquatico spettacolare, la storia del sale, i paesaggi, l'innalzamento dei mari, sono tutti visti in rapporto con il monumento storico. Un evento unico.

www.monuments-nationaux.fr (Link esterno)