4 destinazioni francesi che hanno ispirato i film d'animazione Disney

Sono numerosi i film d'animazione Disney e da sempre fanno sognare grandi e piccini. I set sono sontuosi, sorprendenti e incantevoli, ma sapevi che spesso sono spesso ispirati a luoghi reali? Questo riguarda sia i primi film della Disney che quelli più recenti! Vuoi saperne di più? Allora ti accompagnamo alla scoperta delle location francesi che fanno hanno ispirato i disegnatori della Disney.

La Bella e la Bestia: un villaggio che sa di Alsazia e non solo

Belle sarebbe "alsaziana"! Alla fine degli anni '80, gli animatori degli Studi Disney hanno visitato i villaggi alsaziani di Riquewihr, Ribeauvillé, Colmar... e si sono lasciati ispirare per la location del film d'animazione la bella e la Bestia: hanno infatti riprodotto le strade acciottolate e le case a graticcio di questi deliziosi paesini medievali per creare il villaggio in cui vivono Belle e Gaston.
Per la versione film del 2017 con Emma Watson che interpreta Bella e Dan Stevens la Bestia, la production designer Sarah Greenwood ha preferito invece trarre ispirazione dall'architettura dei villaggi di altre regioni francesi, sottolineando sempre le origini francesi della storia. I comuni di Conques, Carennac, Sarlat nel Sud-Ovest ma anche Noyers-sur-Serein in Borgogna hanno così permesso d'immaginare e creare una gigantesca ambientazione d'ispirazione francese, assemblata da zero da oltre 1.000 persone negli Studi di Shepperton, vicino a Londra, Regno Unito.

Rapunzel: il castello della Corona che ricorda il Mont-Saint-Michel

La storia di Rapunzel, Raperonzolo, dovrebbe essere ambientata in Germania, visto che è stata scritta originariamente dai fratelli Grimm. Tuttavia, Glen Keane, il direttore d'animazione del film Disney del 2010, aveva solo una cosa in mente: emulare lo stile della "pittura galante" del pittore francese del XVIII secolo Fragonard. Quanto al castello della principessa dai lunghissimi capelli biondi, Glen Keane aveva anche in questo caso un riferimento molto preciso: "L'idea di Glen era di avere un castello rinascimentale su un'isola, che ricordasse il Mont-Saint-Michel, in Normandia", ha spiegato Laurent Ben-Mimoun, concept artist francese per la Disney, al sito Animated Views quando il film è stato presentato.
La prova nelle immagini.

Gli aristogatti, il Gobbo di Notre-Dame e Ratatouille: una dichiarazione d'amore a Parigi

Parigi ha "ospitato" spesso le storie dei cartoni d'animazione Disney, pensate a Ratatouille, o a Gli Aristogatti, oppure al famoso Gobbo di Notre-Dame. Insomma, impossibile scegliere un unico luogo, la città fa da sfondo e a volte è anche in primo piano in moltissime scene, dalla Torre Eiffel al lungosenna.
Nel 1970, "The Artistocats" - l'ultimo film d'animazione approvato dallo stesso Walt Disney prima della sua morte - era il più bel omaggio ai tetti di Parigi. Poi, nel 1996, gli studi Disney si sono liberamente ispirati al romanzo "Notre-Dame de Paris" di Victor Hugo per la realizzazione di "Il gobbo di Notre-Dame", che è una dichiarazione d'amore al meraviglioso lavoro degli architetti della Cattedrale della Ville Lumière.
Nel 2007, ancora una volta, gli Studi Disney Pixar hanno ambientato la trama "Ratatouille" nella capitale francese. Avendo cura di riprodurre la Torre Eiffel (ovviamente), il ristorante molto chic La Tour d'Argent, diventato Gusteau nel film, e persino la finestra della Maison Aurouze, il negozio di disinfestazione presente in 8 rue des Halles a Parigi dal 1872.

Oceania: natura e tradizioni d'ispirazione polinesiana

L'isola di Vaiana, la protagonista del film d'animazione Oceania, è molto simile a Moorea, una delle isole della Polinesia francese, senza dimenticare che ci sono riferimenti anche ad altre destinazioni del Pacifico.
In Oceania ritroviamo la maestosità delle isole, acque così limpide da poter vedere il fondale marino, che ospita un'abbondanza di flora e fauna dai colori cangianti. Tanti aspetti in comune con le meravigliose isole della Polinesia francese, dove i colori dominanti sono davvero il blu del Pacifico e il verde del suo entroterra.
In Oceania ritroviamo la Polinesia francese anche nelle usanze ancestrali del popolo di Vaiana, nell'attaccamento alla loro cultura e alle loro radici e nelle loro affascinanti danze e vestiti tradizionali. Il popolo polinesiano non solo ha preservato la propria identità ma non ha mai smesso di valorizzarla, ponendo costantemente le tradizioni e il loro folklore in primo piano.
Devi sapere che il personaggio di Maui è direttamente ispirato all'eroe omonimo della tradizione orale polinesiana. È un semidio le cui imprese sono molto popolari in Polinesia e conosciute da tutti.
I due noti registi del mondo Disney, Ron Clements e John Musker, a cui già dobbiamo La Sirenetta e Aladdin, durante il loro viaggio in Polinesia, sono rimasti affascinati anche da un mistero che ritroviamo anche nella storia del popolo di Vaiana. Dopo duemila anni di esplorazione, i navigatori polinesiani smisero improvvisamente di viaggiare, per quasi un millennio, senza che a oggi fossimo in grado di determinarne il motivo. Sono tante le teorie che cercano di dare una spiegazione a questo mistero, e queste teorie hanno stuzzicato la fantasia dei due registi per proporre la storia di Oceania.

Per
approfondire