9 buone ragioni per prevedere un viaggio in Francia nel 2019

È sempre il momento giusto per organizzare un viaggio in Francia. E più che mai nel 2019! Cultura, sport, gastronomia… I grandi eventi dell’anno sono altrettante occasioni per vivere esperienze indimenticabili alla scoperta delle regioni della Francia. Ecco una piccola panoramica per stuzzicare le idee
Mondiali femminili di calcio

Dopo il golf, il calcio. La Francia post Ryder Cup (i green del Golf National di Guyancourt, nelle Yvelines, in regione parigina, riecheggiano ancora del clamore dei fan) ospiterà i Mondiali femminili di Calcio della FIFA dal 7 giugno al 7 luglio 2019. Le partite, organizzate dalle 9 città ospitanti sull’intero territorio francese, saranno un’occasione per tifare le squadre provenienti da tutto il mondo. E se avete tutta l’estate a disposizione, la vacanza prosegue all’insegna dello sport con il Tour de France e il Gran Premio di F1 a Le Castellet. Non vi annoierete…

500 anni di Rinascimento nella Valle della Loira

500 anni fa Leonardo da Vinci si spegneva nel maniero di Clos Lucé, ad Amboise, nasceva Caterina de’ Medici e veniva posta la prima pietra del castello di Chambord … Un cinquecentenario che il Centre - Val de Loire celebrerà con tutti i crismi attraverso numerosi eventi lungo tutto il 2019. Un momento privilegiato quindi per (ri)scoprire i tesori della regione: tre siti iscritti nel patrimonio mondiale dell’UNESCO (le cattedrali di Bourges e Chartres e l’intera Valle della Loira), 6 città d’arte e di storia, 65 musei, 70 parchi e giardini… Ti abbiamo convinto?

Eldorado a Lille e la Collezione Pinault a Parigi

Quest’anno l’arte invaderà tutte le strade di Lille con Eldorado, quinta edizione tematica di Lille3000. In programma, mostre nei luoghi emblematici della città, monumentali installazioni all’aperto e animazioni sul tema dei paradisi perduti. Tra gli eventi culturali clou del 2019 non vediamo l’ora di scoprire anche la Collezione Pinault, che sarà allestita alla Bourse de Commerce, nel cuore di Parigi. Senza contare gli attesissimi appuntamenti annuali che ad ogni edizione si rinnovano con sempre nuove sorprese, dalla FIAC (Fiera Internazionale dell’Arte contemporanea) alla Notte Bianca passando per Le Voyage à Nantes

75° anniversario dello Sbarco in Normandia

Quest’anno più che mai, la Francia celebra la libertà. Per rievocare il 6 giugno 1944, giorno dello sbarco degli Alleati sulle coste normanne, le commemorazioni internazionali prevedono colossali fuochi d’artificio, un pic-nic gigante sulla spiaggia di Omaha Beach, lanci in paracadute di centinaia di militari su Sainte-Mère-Eglise, balli della Liberazione e tantissimi altri eventi che renderanno davvero ricco il programma del 75° anniversario dello Sbarco e della Battaglia in Normandia. Uno slancio di fraternità in memoria dei soldati caduti per liberare il paese.

Goût de France e Cité internationale de la Gastronomie

A partire dell’autunno, i viaggiatori epicurei potranno scoprire la nuovissima Cité internationale de la Gastronomie a Lione, nel cuore del magnifico Grand-Hôtel Dieu. Un’occasione anche per soggiornare nella città che ha fatto della gastronomia la sua art de vivre sin dall’Antichità! La gastronomia è innegabilmente un potente simbolo della Francia e dei francesi. A partire da marzo avrà luogo come ogni anno in varie città del mondo Goût de France, che celebrerà la cucina francese grazie ai menù creati dagli chef partecipanti all’iniziativa. Ad ogni modo, la buona cucina in Francia c’è tutto l’anno!

L'Armada di Rouen, il molo, gli spruzzi delle onde marine...

La Francia metropolitana conta circa 6.000 km di coste… che diventano 18.000 km se si includono i territori d’oltremare. A riprova del fatto che il mare è una passione nazionale, l’Armada de la liberté riunisce ogni cinque anni a Rouen, in Normandia, i velieri e i bastimenti antichi più incredibili del pianeta. Un’atmosfera marittima unica pervade i moli, un appuntamento immancabile per gli appassionati o per i semplici curiosi. Nel 2019, il mare sarà anche la star delle grandi mostre Océans al Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi a partire da aprile e La Mer XXL a Nantes a partire da giugno. Non sentite già gli spruzzi delle onde?

Parigi, tempio della moda

La moda non finisce mai di reinventarsi e Parigi ne è il cuore pulsante. Le Galeries Lafayette preparano entro marzo l’apertura di un nuovo negozio sugli Champs-Elysées. La marca promette un concept innovativo, basato sull’accompagnamento dei clienti da parte di "personal stylists" e un’ambientazione spettacolare. Il mondo della moda vive soprattutto al ritmo delle Fashion Week che scandiscono il calendario parigino tutto l’anno, tra Alta Moda, moda Donna e Uomo, primavera/estate e autunno/inverno… Durante queste settimane la moda scende più che mai in strada!

Festival Internazionale dei Giardini, Chaumont-sur-Loire

Immancabile l’appuntamento con il Festival Internazionale dei Giardini di Chaumont-sur-Loire, in Valle della Loira, che anche quest’anno ospiterà una trentina di artisti e paesaggisti provenienti da tutto il mondo. Giardini dallo stile contemporaneo ispirati a un tema ben preciso saranno realizzati a partire dalla primavere. Tutte le installazioni paesaggistiche rimarranno esposte per sei mesi così da permettere alla vegetazione di seguire le stagioni e raggiungere il culmine della loro bellezza in autunno. Per la massima fioritura, si consiglia una visita nella tarda primavera. Spettacolo esclusivo: la visita notturna del castello a lume di candela.

59° edizione Jazz a Juan

Nato nel 1960, il festival dedicato al jazz di Antibes Juan-les-Pins giunge quest’anno alla sua 59° edizione. Il programma completo del festival non è ancora uscito ma, tra gli artisti che si esibiranno sulla scena della pineta di Gould dal 12 al 21 luglio 2019, ci saranno gli Electro Deluxe (14 luglio), Jamiroquai (18 luglio) e Diana Krall (19 luglio).
Come ogni anno, Jazz à Juan metterà in rilievo la diversità dei generi musicali e delle programmazioni popolari, elitarie, avanguardiste, ma anche musicisti esordienti diventati poi celebri, iconoclasti ed innovatori, classici e moderni della grande famiglia del jazz.