Good France/Goût de France: 7 esperienze gastronomiche per vivere la cucina francese

Dal 21 al 24 marzo, la Francia invita tutto il mondo a tavola e presenta in 150 paesi i tesori della sua gastronomia, le ricette e gli chef. Questa quinta edizione del festival culinario Good France/Goût de France, incentrata sul tema della cucina responsabile, stuzzicherà il palato con esperienze culinarie organizzate un po’ ovunque in Francia e all’estero. Chiedete il menù…

Un “dîner à la française” per difendere il pianeta

Ricca di talento e piena di verve, la gastronomia francese è anche attenta al "mangiare sano" e all’ambiente. Lo dimostreranno i 5.000 chef sguinzagliati in tutto il mondo che il 21 marzo proporranno un menù al buon Gusto di Francia. Quella sera si cenerà francese in 150 paesi, all’insegna della cucina responsabile. Riducendo grassi, zucchero e sale... E privilegiando i piccoli produttori e gli ingredienti della filiera sostenibile... Tutti gli chef reinterpreteranno piccoli e grandi piatti tipici della leggendaria cucina francese. Perché fa bene alla salute... E perché fa bene al pianeta.
I ristoranti partecipanti

Grande menù per grandi tavole

Prendendo spunto dalle cene epicuree immaginate nel 1912 dal grande chef francese Auguste Escoffier, presentato "come il re dei cuochi e il cuoco dei re", alcuni ristoranti simbolo della gastronomia francese proporranno il 21 marzo un menù degustazione Goût de France. Pierre Gagnaire del Fouquet’s Paris, Guy Savoy del Chiberta, Julien Dumas del Lucas Carton sapranno sicuramente mandare in estasi anche i gourmet più esigenti!

Un banchetto provenzale sotto la Tour Eiffel

Il sole nel piatto, un buon profumo di piante della macchia mediterranea e di mare: è questa la promessa del grande banchetto provenzale che si terrà il 21 marzo sotto la Tour Eiffel, al Villaggio internazionale della Gastronomia. Sotto l’attenta direzione di Gérald Passédat, chef tristellato del Petit Nice a Marsiglia, sei chef del sud della Francia delizieranno 300 commensali. Ostriche di Camargue, salsa di acciughe "mon chou", panisse allo sgombro, torta al limone e olive nere... Il menù, in cinque atti, parlerà provenzale, per soli 15 euro.
Il Villaggio Internazionale della Gastronomia (Link esterno)

5 coppie di chef Collectionneurs

Collezionano premi, ricompense, belle e buone ricette, sono concorrenti ma condividono l’amore per la gastronomia francese. Dieci chef Collectionneurs si assoceranno il 21 marzo per proporre cinque cene preparate a quattro mani. Cinque giovani e promettenti chef affiancheranno ai fornelli i loro colleghi senior per ideare un memorabile menù alla francese. Una festa per il palato, da Étretat in Normandia a Kaysersberg in Alsazia!
Les Collectionneurs (Link esterno)

Esperienze golose a Parigi

Cenare sulla Senna a bordo di un battello elettrico, assistere in diretta all’elaborazione dei piatti, incontrare le stelle nascenti della cucina mondiale, sedersi al bistrò-ristorante più in vista del quartiere di Belleville... Il 21 marzo trenta esperienze gastronomiche saranno organizzate in una selezione di ristoranti parigini, da Ducasse sur Seine a Fulgurances, dove lo chef cambia ogni sei mesi! Tutti staranno al gioco servendo un menù ecoresponsabile. Spettacolo in sala, e nel piatto, garantito.

Dîners complices in 12 regioni francesi

Le carote sono più buone quando si sa dove sono coltivate e il vino ha più gusto quando vi raccontano la vendemmia. Incontrare i produttori, gli orticoltori, i coltivatori, gli allevatori, i viticoltori con i quali lavorano gli chef è il privilegio offerto dai Dîners Complices, le cene complici organizzate il 21 marzo in dodici ristoranti, uno per ogni regione francese, sotto l’egida del Collège culinaire de France. Tra questi, la Ferme Lizarraga a Saint-Jean-de-Luz, La Passerelle a Perpignan, Le Colbert a Strasburgo, Chai Nous Comme Chai Vous all'Ile de Ré.
Les Dîners Complices del Collège culinaire de France (Link esterno)

Le Tables Barrière stanno al gioco

Anche i diciassette hotel in Francia del gruppo Barrière celebreranno il dîner à la française il 21 marzo. A Deauville, Cannes, Dinard, Le Touquet o Ribeauvillé sarà possibile cenare alla scoperta di chef appassionati che elaboreranno per l’occasione un menù che mescola tradizione e leggerezza. Tutti giù il cappello per “ l’algo-chef “ Mickael Amisse dell’hotel Le Royal a La Baule che per quella sera promette di sublimare ancora di più le alghe, suo ingrediente feticcio.
Gli Hotel Barrière (Link esterno)

Per saperne di più:

Per
approfondire