In treno alla scoperta della Francia

Spostarsi in treno sta diventando una tendenza e una priorità per chi è attento all’ambiente. E in Francia la ferrovia è un mezzo comodo, veloce e sicuro, perfetto per nuove scoperte.

È sempre piacevole viaggiare in treno: dai finestrini si vedono cambiare i paesaggi e i percorsi di avvicinamento diventano già parte del viaggio. Un mezzo di trasporto che rispetta l’ambiente, oggi sempre più utilizzato da chi ama la natura. In Francia ci si sposta in modo ideale in treno, utilizzando i grandi assi ferroviari dei TGV, i treni ad alta velocità. Partendo da Milano e Torino si raggiunge rapidamente Parigi, da qui si diramano i principali collegamenti verso le più grandi città francesi.

Nel Nord-Pas de Calais

Parigi, Gare du Nord: basta poco più di un’ora di treno per raggiungere Lille, quest’anno Capitale mondiale del Design. Una città vivace e accogliente, che accosta monumenti fiamminghi a edifici contemporanei e agli estaminet, i tipici locali della birra, dall’atmosfera unica. In auto ci vorrebbe più del doppio del tempo (sono 225 km)! Con il TGV si arriva in pieno centro e ci si ritrova subito immersi nell’atmosfera culturale e di design della città.

Verso l'Alsazia

Si sale a bordo a Parigi, Gare de l’Est, e 1 ora e 47 minuti dopo si è a Strasburgo, capitale dell’Alsazia. Dove andare ad ammirare la famosa cattedrale, i canali, il quartiere della Petite France e nel periodo delle feste i famosi mercatini natalizi. La città dista dalla capitale francese quasi 500 km, in auto il percorso richiederebbe 4 ore e mezza; in treno, poco più di un terzo del tempo! E in 1 ora e 23 minuti si arriva a Metz, che quest’anno festeggia i 10 anni del Centre Pompidou.

A Lione e Marsiglia

Il TGV verso il Sud-Est è un treno ormai storico: il collegamento con Lione è del 1983, il proseguimento verso Marsiglia di 11 anni dopo, 1994. Lione, grande città dal cuore rinascimentale, nonché capitale francese del gusto, è una meta raggiungibile anche dall’Italia, con il TGV diretto da Milano e Torino. Da Parigi bastano meno di 2 ore (1 ora e 56 minuti per l’esattezza) per coprire i 465 km che separano le due città e 1 ora e 20 ancora per raggiungere Marsiglia. In progetto l’estensione verso Nizza, mentre è già operativa dalla stazione di Avignone la deviazione per Montpellier: il Sud della Francia è vicinissimo, in treno!

Obiettivo: Bordeaux

Inaugurato nel 2017, il TGV Atlantique da Parigi, Gare Montparnasse, in 2 ore e 4 minuti raggiunge Bordeaux, i suoi tesori d’arte, le architetture Patrimonio dell’Unesco, i famosi vigneti e la costa atlantica della Nuova Aquitania. Un viaggio che è un vero record, visto che le due città distano su strada 584 km! In progetto per il 2024 c’è il proseguimento TGV per Tolosa.

In treno in Bretagna

Anche la Bretagna si raggiunge in TGV: la linea Bretagna-Pays de la Loire consente di percorrere 354 km in 1 ora e 25 minuti, raggiungendo così da Parigi Rennes, la capitale regionale, dal cuore medievale intatto; in 54 minuti Le Mans, la città della 24 Ore, la leggendaria corsa automobilistica.

Eco-mobilità

E una volta arrivati a destinazione, come ci si sposta? L’ultima modalità ecologica urbana sono i monopattini elettrici, ormai presenti in molte grandi città, a cominciare da Parigi. Come si usano? Occorre scaricare l’app indicata sul mezzo e seguire le istruzioni, ricordando che è indispensabile una carta di credito. I noleggiatori più presenti sono Lime (Link esterno) , a Parigi, Lione e Marsiglia - che permette di noleggiare fino a 5 monopattini con un solo account e Dott (Link esterno) . Modalità simili per il bike sharing, diffuso in tutte le città di Francia, tra cui a Parigi con Vélib (Link esterno) ; per noleggiare motorini elettrici, come a Milano e a Roma, anche a Parigi e a Nizza Cityscoot (Link esterno) e per noleggiare un’auto elettrica: un po’ in tutta la Francia (24 città) è presente la rete di Citiz (Link esterno) e a Parigi come in Italia sono attive car2go (Link esterno) , Free2Move (Link esterno) e Moov’in Paris (Link esterno) .

Per
approfondire