Le migliori esperienze culturali che vi sorprenderanno quest’autunno in Francia

Itinerari tra la street art, le crociere tra i patrimoni, il video mapping, suoni e luci sceneggiati, mostre all’aperto, immersione storica… La cultura esce sempre più dagli schemi. Fuori dalla città, in luoghi terzi, a piccoli gruppi, in compagnia di artisti e artigiani, l’arte prende il volo e la tangente per sensazioni ed emozioni sempre più forti. La dimostrazione in 13 esperienze da vivere quest’autunno!

#1 – Scoprire la street-art a Lille negli Hauts-de-France

Un enorme gatto giallo che sorride con tutti i denti sul muro di mattoni rossi dell’ufficio di smistamento della posta… Banchi di pesci colorati sui tetti, sui marciapiedi, sotto i ponti, sulle porte dei garage… E a due passi dalla Gare Saint-Sauveur, centro culturale della metropoli, un’enorme composizione murale tutta in azulejos dell’artista giramondo Hervé di Rosa. A Lille, vandalica o legale, la street art ha trovato il modo di esprimersi. Murales giganti, graffiti, stencil, collage… Più di 600 opere lungo una ventina di percorsi si possono scoprire durante le visite guidate organizzate dall’Ufficio del Turismo e dal Collettivo Renart. Oplà, andiamo a saltare i muri!

Tourisme Hauts-de-France (Link esterno)
Lille, un bagno di cultura effervescente (Link esterno)
Collettivo Renart (Link esterno)

#2 – Un soggiorno davvero regale a Versailles, in Ile-de-France

Da Parigi, la fuga a Versailles è regale, necessariamente regale! Capolavoro architettonico del XVII secolo, il Castello del Re Sole abbaglia con le sue 2.300 camere, la sua tenuta di 800 ettari e il suo Orto dove quest’autunno i buongustai potranno riempire un cesto di verdure antiche. Per l’esperienza gastronomica, Ore, il ristorante di Alain Ducasse, al primo piano del padiglione Dufour, reinterpreta con fasto le stoviglie d’altri tempi. Camerieri in livrea, menù storici e porcellane di Maria Antonietta… Ora potete vivere appieno l’esperienza soggiornando nei pressi del castello, nel nuovo hotel Grand Contrôle - Airelles Châteaux de Versailles. Un vero evento!

Visita Versailles (Link esterno)
Ducasse al castello di Versailles (Link esterno)

#3 – Passeggiare ascoltando un poeta slam a Rennes, in Bretagna

Udite, udite! La storia di Rennes e dei suoi luoghi emblematici - Place des Lices, il Parlamento della Bretagna, rue du Chapitre, la Piscine Saint-Georges… - può essere recitata anche con la poesia scandita dallo slam. Per stare al passo con questa passeggiata nel patrimonio urbano della capitale della Bretagna, sarebbe meglio ovviamente capire un po’ di francese. Ma anche per i principianti, i discorsi figurati delle spiegazioni di Elvi, poeta dei tempi moderni, colpiranno nel segno. Un cubetto colorato del mosaicista Odorico qui, un graffito della biennale d’arte urbana Teenage Kicks là… In un’atmosfera slam, la visita promette di essere ancora più sorprendente.

Visita Rennes (Link esterno)
Passeggiata insolita a Rennes ascoltando un poeta slam (Link esterno)

#4 - Fare il pieno di luci a Chartres, nel Centre Val de Loire

La Cattedrale di Chartres come non l’avete mai vista! E anche il Museo delle Belle Arti, la collegiata di Saint-André, i ponti e i lavatoi sulle rive dell’Eure… Per 260 notti, fino al 14 gennaio 2023, Chartres en Lumières illumina il patrimonio architettonico della città per un evento spettacolare unico al mondo. Scenografie ritmate e sonorizzate, composizioni colorate e scintillanti dove flora e fauna esuberanti abbracciano i contorni e le facciate di 21 siti e monumenti… Aprite bene gli occhi! Attraverso una visita guidata o da soli, con un’applicazione dedicata, avete a disposizione una quindicina di percorsi e sarà tutto magico!

Visita Chartres (Link esterno)
Chartres en Lumières (Link esterno)

#5 – Tour gastronomico a Tolosa, in Occitania

Che ne dici di mettere alla prova la tua conoscenza delle specialità culinarie di Tolosa e dell'Occitania, in attesa dell'apertura nel 2023 delle Halles de la Cartoucherie e dei loro 25 stand gastronomici?
Situato nel cuore di un eco-quartiere costruito sui terreni abbandonati di un'ex fabbrica di munizioni, questo nuovo centro di 13.500 mq ospiterà anche un auditorium, un cinema e un centro di salute e benessere.
Scopri poi il mercato Victor Hugo, vicino al Capitole, per una passeggiata gastronomica alla scoperta dei sapori, dei profumi e dei prodotti locali - con tanto di degustazione - in compagnia di Jessica, ex produttrice di formaggio specializzata in vini e cucina francese.
Preferisci il dolce al salato? Taste of Toulouse propone anche un percorso sul tema del cioccolato e della pasticceria per incontrare gli artigiani cioccolatai della città rosa, tra cui Cacaofages, premiato nel 2022 dal Club des Croqueurs de Chocolat. Irresistibile!

Visita Tolosa (Link esterno)
Tour gastronomico a Tolosa (Link esterno)

#6 – Tornare indietro nel tempo a Besançon in Bourgogne Franche-Comté

Tic-tac, tic-tac… Lo sapevate che la città natale di Victor Hugo è anche la culla dell’orologeria francese? Un know-how in meccanica dell’arte dell’Arco giurassiano franco-svizzero che nel dicembre 2020 l’Unesco ha inserito nel Patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Per mettervi nei panni di un orologiaio, prendetevi il tempo di partecipare a un workshop tanto divertente quanto istruttivo con un uomo esperto in questa arte che vi mostrerà tutti gli ingranaggi e i segreti degli orologi meccanici o al quarzo. Se siete degli intenditori potrete anche soffermarvi nell’affascinante Musée du Temps, ospitato nell’elegante Palais Granvelle. Dall’alto della sua torre, vista mozzafiato su Besançon e la sua cittadella.

Visita Besançon (Link esterno)
Musée du Temps di Besançon (Link esterno)

#7 Immergersi nella Storia a Caen, in Normandia

Se non vi piacciono le commemorazioni un po’ troppo lunghe, niente del genere al Mémorial de la Paix di Caen dove interattività e messa in scena didattica animano la visita. Per una grande emozione storica, la nuova sala immersiva a 360° vi lancia in 19 minuti esatti e su 11 schermi contemporaneamente nel vortice dei grandi eventi del XX secolo. Con il film “L’Europe, notre histoire”, il Mémorial offre un’esperienza visiva e sonora senza precedenti, dinamica, impressionante e innovativa, alimentata da preziosi filmati d’archivio. Per capire, senza troppe parole, la sequenza di tre guerre mondiali ed europee, dalla Grande Guerra alla Guerra Fredda.

Visita Caen (Link esterno)
Mémorial di Caen (Link esterno)

#8 – Viaggiare nel cuore dei vini e dei quadri a Bordeaux, in Nouvelle-Aquitaine

Sulle rive della Garonna, Bordeaux aveva già la sua Cité du Vin, un’incredibile navata dorata che invita con le sue curve arzigogolate ad un viaggio divertente e sensoriale attraverso la cultura, la storia e le civiltà del vino. La visita culmina lì con una degustazione sulla terrazza panoramica. A due passi, una delle nuove strutture culturali di punta della città rimane ben nascosta alla vista, nel cuore della vecchia base sottomarina. Inaugurato nel 2020, Les Bassins de Lumière offre, come l’Atelier des Lumières a Parigi o le Carrières de Lumières in Provenza, una straordinaria esperienza artistica immersiva, una passeggiata XXL nel cuore di opere d’arte proiettate a 360°.

Visita Bordeaux (Link esterno)
Cité du Vin (Link esterno)
Les Bassins des Lumières (Link esterno)

#9 – Cambiare punto di vita ad Arles, in Provenza

Come a Bilbao con la Fondazione Guggenheim, l’architetto americano Frank Gehry ha posato ad Arles uno scintillante edificio-scultura, una torre totem alta 56 m dalla facciata ritorta e ornata da mattoni di acciaio inox che capta e riflette all’infinito la bella luce della Provenza. Inaugurata nel giugno 2021, la Torre LUMA, con sale espositive, auditorium, laboratori d’artista, dà accesso ad una terrazza sospesa al 9° piano con un panorama unico su Arles. Ai suoi piedi, il Drum, una monumentale rotonda di vetro che ricorda un anfiteatro e strizza l’occhio alle antiche origini della città. Da visitare anche le famose arene romane della bella Arles.

Visita Arles (Link esterno)
Luma Arles (Link esterno)

#10 – Esplorare il sapere a Lione, in Auvergne Rhône-Alpes

Situato alla confluenza del Rodano e della Saona, il Musée des Confluences si presenta come un’astronave molto futuristica. Eppure il museo invita i suoi visitatori ad un ritorno al passato. Nei suoi due blocchi curiosamente intrecciati, Cristal (il Cristallo) e Nuage (la Nuvola), ci imbarchiamo in una lunga carrellata a ritroso nella storia della Terra e dell’Umanità. Un programma davvero colto e divertente con magnifiche sale espositive ombrose e accattivanti, workshop partecipativi, spazi digitali dove si testa e si sperimenta, per comprendere meglio il mondo del XXI secolo e le sfide del pianeta.

Visita Lione (Link esterno)
Musée des Confluences (Link esterno)

#11 – Mantenere la rotta a Bastia in Corsica

È nelle viuzze strette di Terra-Vecchia, il quartiere più antico di Bastia, in Haute Corse, che si sente vibrare meglio l’anima corsa. Oratori barocchi, chiese maestose dove risuonano così bene le polifonie, il pittoresco porto vecchio e poi questa piazza del mercato dove bisogna prendersi il tempo per assaggiare i prodotti regionali… Questo piacere di mangiar bene con i profumi della macchia prosegue sulla “Strada dei sensi”. Nella regione di Bastia, da Cap Corse a Nebbiu, il percorso collega 68 produttori e artigiani. Lungo la strada, si possono incontrare allevatori, apicoltori, olivicoltori, birrai, coltivatori di castagneti, viticoltori, orticoltori… Il modo più bello per avvicinarsi alla Corsica, ai suoi know-how e alle sue tradizioni!

Visita Bastia (Link esterno)

#12 – Partire per una crociera artistica sulla Loira, a Nantes

Scendere lungo la Loira per 60 km, in una splendida luce oceanica, fino all’estuario di Saint-Nazaire, è uno dei piaceri di un soggiorno a Nantes. Fino alla fine di ottobre, potete imbarcarvi alla scoperta di una trentina di opere d’arte contemporanea seminate lungo il percorso “Le Voyage à Nantes”. Avete poco tempo? Con un semplice biglietto del tram, il Navibus (che accetta anche i ciclisti) serve, in 5 minuti dal centro città, il porticciolo di Trentemoult con le sue case colorate. Dal 2020 è possibile anche una mini-attraversata tra il LAB (imponente microbirrificio con bar, terrazze e ristorante), a due passi dal nuovo Jardin Extraordinaire, e il centro “Hangar à Bananes”, sull’isola di Nantes. È qui che Daniel Buren ha piantato le file dei suoi sorprendenti Anelli. Dalla Loira, la prospettiva è unica!

Visita Nantes (Link esterno)

#13 – Scoprire in modo diverso il patrimonio di Strasburgo, in Alsazia

Benvenuti al 5e Lieu, un nuovo e originale spazio culturale che deve il suo nome all'indirizzo, al 5 place du Château ma anche all’edificio che lo ospita, il 5° della piazza accanto alla Cattedrale, al liceo Fustel de Coulanges, al Palais Rohan e al Musée de l’Œuvre Notre-Dame. Con dei vicini di questo tipo, è impossibile non vederlo! Al pianoterra, si promuove l’offerta culturale della capitale alsaziana. Al 1 ° piano, la mostra permanente “Un voyage à Strasbourg” consente ai visitatori di scoprire la sua architettura e il suo patrimonio attraverso i più recenti dispositivi ludici e interattivi. Quiz, modellino animato, video mapping… Una passeggiata nella Strasburgo storica e nella Strasburgo di domani davvero eccitante!

Visita Strasburgo (Link esterno)
5e Lieu Stasbourg (Link esterno)