Le vacanze in Francia che i vostri figli adoreranno

Indovinello per tutta la famiglia: in quale paese trascorrere le vacanze al mare, in montagna o in campagna, o anche tutte e tre contemporaneamente? Scalare vulcani, scendere torrenti, contare castelli, navigare canali, pedalare tra le vigne? In Francia! E se approfittaste delle giornate di sole per scoprire una delle sue magnifiche regioni e fare il pieno di attività, passeggiate, visite con i vostri bambini? Vi promettiamo che non vi annoierete, anzi, dovrete tornare…

Sentirsi alla grande nei Paesi della Loira

Per le vacanze ad Ovest, la scelta migliore è seguire il fiume nei Paesi della Loira. Con i loro bei castelli, Saumur, Angers e Nantes si scoprono a due ruote sulla Loire à Vélo. Ma perché no, anche in toue. Questa tipica piccola barca da pesca a fondo piatto che può anche essere abitabile, quindi comoda e pratica per brevi crociere. L’estuario e Saint-Nazaire sono in vista? Dopo una visita alle grandi navi di linea dell’Escal’ Atlantic e al sottomarino Espadon dell'imponente base navale, dirigetevi verso la spiaggia! A voi la scelta tra quelle della Côte d’Amour o della Côte de Jade, la grande baia di La Baule e le calette vicino a Pornic. Per una battuta di pesca o una notte come nessun’altra, su palafitte, di fronte all’oceano, una pêcherie può ospitare tutta la famiglia. Qui, fanno parte del paesaggio le saline come a Guérande, appena fuori o poco più a Sud, a Noirmoutier, in Vandea. Non è facile cogliere i fiocchi di sale! Per fortuna, i salinari saranno felici di guidare le piccole mani.

Visitare i Paesi della Loira (Link esterno)
A Toue Loire (Link esterno)
Escal' Atlantic (Link esterno)

Una marea di prelibatezze in Normandia

“Ma, mamma, dov’è finito il mare?” In Normandia si impara a leggere il calendario delle maree: è lui che deciderà che cosa ne sarà delle giornate. La battigia rivela i suoi chilometri di sabbia con la marea bassa? Andiamo! Approfittatene per una gara di land sailing sulla sabbia o una grande battuta di pesca a piedi in famiglia. Il mare si alza alla velocità di un cavallo al galoppo, o quasi? Regalatevi una virata in kitesurf o in barca a vela sulle spiagge dello Sbarco in Normandia, vicino a Caen, o un po’ di paddle ai piedi delle scogliere di Etretat. E in qualsiasi ora, indipendentemente dalla marea, recatevi nelle fattorie dove si può andare a fare merenda con crêpes e succo di mela o tartine di camembert da gustare con un bicchiere di sidro. A Deauville, si possono addentare anche… “i parasols - gli ombrelloni”, una prelibatezza a base di mele, caramello e burro salato che ricorda quelli più famosi della Normandia!

Visitare la Normandia (Link esterno)

Un oceano di verde in Alsazia, Lorena e Champagne

Pronti per un grande tuffo nella foresta? Direzione Grand Est, le sue catene montuose e sui parchi naturali! In Alsazia, tra visite ai castelli e alle cantine, si parte all’assalto (passeggini inclusi) del nuovo Chemin des Cimes che si snoda per oltre un chilometro sul tetto della foresta, tra i 5 e i 23 m d’altezza. Dalla cima della torre di osservazione (29 m), tutta la famiglia ripassa un po’ di geografia: la vista a 360° abbraccia la pianura del Reno, la Foresta Nera e i Vosgi settentrionali. Abbastanza da far venire voglia di passare la notte appollaiati in una baita a 750 m di altitudine. Ma poiché un giorno bisognerà pur tornare giù, diamo già un’occhiata al grande ventaglio di laghi della regione. Navigare in barca a energia solare sul lago di Gérardmer nei Vosgi o fare kayak tra la foresta di pini del lago Pierre-Percée, in Lorena… Che ne dite di spingervi sulle rive del lago Der, in Champagne? Tanta acqua nella terra del re dei vini! Con i suoi 4.800 mq e 6 spiagge, è come se fosse un mare nell’entroterra, da scoprire in bici, a piedi o ovviamente sull’acqua.

Visitare il Grand Est (Link esterno)
Il Chemin des Cimes (Link esterno)
Lago di Der in Champagne (Link esterno)

Tutto un mondo in Occitania

Indecisi tra il mare o la montagna o addirittura la campagna? In Occitania, non c’è bisogno di scegliere, la regione è un mondo a sé. Nei Pirenei, vi avvicinate alle vette facendo il pieno di emozioni: osservare la volta celeste dal Planetario del Pic du Midi (2.877 m) o passare una notte con lupi, orsi e marmotte in un lodge nel parco faunistico dei Pirenei, ecco come far scintillare gli occhi dei più piccoli! Ancora voglia di aria pura? Tirate fuori le vostre scarpe da trekking per provare alcuni tratti del nuovo GR 736, che collega le sorgenti da Tarn, in Lozère, a Albi: 300 km attraverso i Parchi Naturali di Grandes Causses e Cévennes, e borghi magnifici come Sainte-Enimie. E tappe per adattarsi a tutte le età: potete alternare l’escursionismo con gli asini, il paddle, la canoa o la mountain-bike! Poi non vi resta che scivolare lungo il Canal di Midi, in bici, se avete ancora la forza o su una chiatta, da Tolosa a Sète. Ve l’avevamo detto che c’era anche il Mediterraneo in Occitania!

Visitare l'Occitania (Link esterno)
Pic du Midi (Link esterno)
Parco faunistico dei Pirenei (Link esterno)

Il tour dei 5 sensi in Provenza

Quali saranno i profumi che i vostri bambini ricorderanno della Provenza-Alpi-Costa Azzurra? I profumi fruttati dell’olio appena spremuto che si assapora sotto un ulivo dei Baronnies? I dolci profumi del gelsomino a Grasse, la capitale mondiale del profumo? O la dolcezza di un calisson che profuma di mandorla da addentare in una pasticceria centenaria? Sarà anche senza, ombra di dubbio, il sapore dell’avventura! Pedalare intorno al Massiccio dell’Esterel, sfrecciare giù per il Mont-Ventoux su un monopattino elettrico, galoppare tra i fenicotteri rosa in Camargue e nell’ocra sgargiante del Roussillon o del Colorado provenzale o attraversare le Gole del Verdon in barca elettrica… che belle le vacanze in Francia!

Visitare la regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra (Link esterno)

Un’ondata di allegria in Bretagna

Imbarco! In Bretagna, 2.700 km di costa sono a disposizione dei vostri piccoli pirati: da un porto all’altro, antichi vascelli vi invitano a indimenticabili uscite in mare sulla scia degli antichi pirati. A Saint-Malo, si interpretano le bande dei filibustieri a bordo della Renard, una replica di una nave Surcouf; nel porto di Brest, potete fare una lezione di navigazione su La Recouvrance, una goëlette tutta in legno, e a Camaret-sur-Mer, potete lasciare le vostre borse nel salone del “Grand Bleu” per una notte cullato delle sartie. Ma bisogna anche scendere a terra in Bretagna. Correte per la brughiera alla ricerca dell’incredibile area dei megaliti: 6.000 menhir, mille dolmen e altrettante domande da parte dei vostri paleontologi in erba. Tutte le risposte le troverete lì: a Carnac, grandi e piccini impareranno ad accendere il fuoco, a Cairn de Barnenez cacceranno con le lance e a Monteneuf impareranno a sollevare le pietre meglio di Obelix! E se non ci riescono, la foresta di Brocéliande e la sua fontana magica sono a due passi…

Uscita in mare - Etoile Marine (Link esterno)
Il Grand Bleu (Link esterno)
Visitare la Bretagna (Link esterno)

Un ventaglio ricchissimo di attività in Alta Francia

Lassù, nell’estremo Nord della Francia, l’Alta Francia ha in serbo grandi sorprese per voi. E non solo perché lì si possono scalare, per sentieri appositamente predisposti, montagne nere di carbone. A due passi dal magnifico museo del Louvre-Lens, i vecchi cumuli di scorie del bacino minerario sono un’attrazione sorprendente. Ma bisogna prendere anche una boccata d’aria fresca sulla Costa d’Opale, scoprire Boulogne-sur-Mer e Nausicaa, l’acquario più grande d’Europa, ma anche Le Touquet-Paris-Plage, il tempo di una tonica corsa in landsailing, o Berck-sur-Mer e i suoi aquiloni multicolori. Consigliamo di concludere in bellezza con un’immersione, 100% naturale, nella sontuosa Baia di Somme. Tra banchi di sabbia e saline, si incontrano foche che si tuffano a pochi metri dalla riva e migliaia di uccelli da osservare con il binocolo. A piedi, sul dorso di un asino, in bici o anche in canoa o kayak, il posto merita davvero un giro!

Visitare l’Alta Francia (Link esterno)
Il Musée Louvre-Lens (Link esterno)
Nausicaa (Link esterno)

Una natura meravigliosa in Alvernia-Rodano-Alpi

Marmotte che giocano a nascondino con i camosci, un ghiacciaio raggiungibile con un trenino da Chamonix, le zipline che fanno volare da una vallata all’altra… E poi laghi d’alta quota, passeggiate tra gli alpeggi e merende per gustare le crostate ai mirtilli. Tutto ciò con il Monte Bianco di fianco a voi. Sulle Alpi, le vacanze in famiglia raggiungono il picco! Più a Est, quasi al centro della Francia, è come fare un viaggio al centro della terra che attende solo i piccoli esploratori: benvenuti nel Parco Naturale Regionale dei Vulcani d’Alvernia. A due passi da Clermont-Ferrand e dalla sua cattedrale in pietra lavica, si può scendere nel cratere del Pariou, si visitano le viscere del Vulcano Lemptégy, si scala il Sancy o si pedala sul Vélorail dei vulcani. Tenete da parte un po’ di fiato per un’emozionante visita notturna a Vulcania in mezzo alla natura. E se dormiste in un buron, casa tipica dell’Alvernia?

Visitare l’Alvernia-Rodano-Alpi (Link esterno)
Vulcania (Link esterno)
Vélorail dei vulcani (Link esterno)
Notte in un buron (Link esterno)

Una grande caccia al tesoro in Nuova Aquitania

Tanto vale avvisarvi subito: la Nuova Aquitania, con Bordeaux e i suoi vigneti, è la più grande regione di Francia! Dalla Grotta di Lascaux, nella Valle della Dordogna, ai punti ideali per fare surf dei Paesi Baschi, passando per il paludi del Poitou, i fari dell’Île de Ré o il Futuroscope di Poitiers, senza dimenticare la bellissima foresta delle Landes né la grande duna di Pilat, nel bacino di Arcachon: il baule dei tesori trabocca. Non è forse una buona idea andare alla scoperta di tutti questi tesori e vivere un’avventura con tutta la famiglia? Una caccia al tesoro di grandezza naturale, chiamata Térra Aventura, segue il concetto di geo-coaching. Più di 500 percorsi sono in programma in tutta la Nuova Aquitania. Indizi, codici QR nascosi nella natura, enigmi da risolvere, tesori da trovare… Ogni passeggiata dura tra un 1 e 2 ore ed è lunga tra i 2 e i 4 km. Tramite il sito, in 5 lingue, o scaricando gratuitamente l’app, pronti, partenza, via e che vinca il migliore!

Visitare la Nuova Aquitania (Link esterno)
Tèrra Aventura (geocaching) (Link esterno)

Bagni di piacere in Corsica

Che sia in barca o in aereo, l’arrivo in Corsica lascia sempre senza parole. Perché è incredibile la bellezza di quest’isola, con le sue montagne che si tuffano nel Mar Mediterraneo, le sue spiagge paradisiache con acque turchesi dove grandi e piccini non finiscono mai di nuotare, tuffarsi, saltare… L’insenatura del Désert des Agriates e la Riserva Naturale della penisola di Scandola a Nord, le anse di Palombaggia o di Rondinara a Sud… Tra le due, niente di più divertente che prendere il Trinichellu, il trenino locale. Maiali selvatici ai lati dei binari, mandrie di mucche o asinelli fanno da animazione mentre le numerose soste rivelano panorami da capogiro! Non perdete l’occasione per fare un tuffo nelle limpide conche d’acqua dei torrenti della Valle Restonica o della foresta Vizzavona. Da provare anche il canyoning, la via ferrata e il tree climbing tra i profumi inebrianti della boscaglia.

Visitare la Corsica (Link esterno)
La Corsica in treno (Link esterno)
Riserva naturale di Scandola (Link esterno)

Ma che storia in Borgogna

Con i suoi celebri vigneti e i suoi grandi cru dalla fama mondiale, si dice che la Borgogna sia il paese del vino. È vero! Ma qui, troverete anche… l’acqua! Quindi, potrete dormire con le vostre famiglie sia in una botte in mezzo ai vigneti, sia su una chiatta allo scorrere di fiumi e canali tra le verdi colline, soste nautiche e chiuse fiorite. E questo i giovani marinai lo adoreranno! Per continuare a scoprire la storia della Borgogna, le biciclette vi aiuteranno. Ecco il programma: mettersi nei panni di un gallico a Bibracte, rivivere la battaglia di Alésia con Giulio Cesare al MuséoParc, partecipare alla costruzione di un castello medievale fortificato nella foresta di Guédelon. Senza dimenticare di interpretare il grande signore della Borgogna nell’Hospices de Beaune prima di seguire le tracce del gufo a Digione… Abbiamo già incontrato qualcuno che non voleva andar più via!

Visitare la Borgogna (Link esterno)
Il MuséoParc Alésia (Link esterno)
Bibracte (Link esterno)
La Foresta di Guédelon (Link esterno)

Castelli, trogloditi e fiabe nella Valle della Loira

Vorremmo visitare uno ad uno tutti castelli ma, nella Valle della Loira, lungo il Fiume del Re e i suoi affluenti, sono 23 quelli principali senza contare i castelli minori, come in Sologne, dove se ne contano quasi tanti quanti i cervi della foresta! Bisogna scegliere: il Castello di Cheverny, il Moulinsart del capitano Haddock nelle avventure di Tintin, il Castello di Troussay, il piccolo dei bijoux del Rinascimento o ancora il Castello di Chambord, il più maestoso, con le sue torrette, lucernari e camini… Un giro di pochi giorni, a dorso di un asino per risparmiare le gambe dei più piccoli, i vostri principini e principesse ameranno presto il gusto della vita in castello! Per riportarli sulla terra… un bel giro nelle grotte troglodite di Saumur e di Anjou. Ce ne sono centinaia, antiche cave di tufo, la bella pietra dei castelli, abitazioni e fungaie. A Bourré, Stef, l’uomo delle cavern fa gli onori della galleria di 35 km: caccia al tesoro e succo d’uva, come un vero troglodita!

Visitare il Centre-Val de Loire (Link esterno)
Les nes de Madame (Link esterno)
Troglo Degusto (Link esterno)