Valérie Perrin al Salone del Libro di Torino

Grande attesa al Salone del Libro di Torino per Valérie Perrin, che sarà protagonista di un incontro con il pubblico il prossimo 15 ottobre (h 17-18).

Scrittrice, fotografa di scena e sceneggiatrice francese (ma di origini italiane per parte di madre), compagna del regista Claude Lelouch, con cui ha collaborato alla stesura di alcune sceneggiature per film famosi, Valérie Perrin è un vero “caso letterario”. Con il suo primo libro Il quaderno dell’amore perduto ha vinto numerosi premi.

Cambiare l'acqua ai fiori

Ma il romanzo che l’ha consacrata al grande pubblico internazionale è Cambiare l’acqua ai fiori, che in Francia ha appena raggiunto il milione di copie vendute nell’edizione tascabile e in Italia è stato un vero e proprio caso editoriale: 9.000 copie vendute nella prima settimana dall’uscita ed è stato il libro più letto del 2020.
Uscito durante il periodo più pesante del lockdown, Cambiare l’acqua ai fiori è stato per molti una consolazione. Ha conquistato il pubblico la storia di Violette Toussaint, abituata a cambiare l’acqua dei fiori nel cimitero di cui è la custode, la cui vita tranquilla cambia quando un giorno un poliziotto venuto da lontano arriva con una richiesta insolita: la madre, morta da pochi giorni, ha chiesto di essere sepolta in quel cimitero e insieme a un uomo di cui il figlio poliziotto non sa nulla. Iniziano così le indagini sul passato di quella donna e del figlio e sulla stessa Violette.

Tre

L’ultimo romanzo, Tre, è a metà tra giallo e thriller e la protagonista Virginie è alle prese con un mistero da risolvere. Sul fondale di un lago viene ritrovata una macchina e la giovane giornalista indaga scoprendo che nel lontano 1986 tre amici - Nina, Adrien ed Étienne - si erano fatti una promessa: fuggire presto dalla vita di provincia per andare nella grande città, Parigi. La macchina viene ritrovata nel 2017, trent’anni dopo…
Uscito in Francia a fine marzo e poco dopo in Italia, anche Tre sta riscuotendo lo stesso successo ed già in vetta alle classifiche. Come ha dichiarato l’autrice “è un libro consolante, che ricollega al passato, un libro di sentimenti universali, di amore e di amicizia...". E pare che sia Cambiare l'acqua ai fiori che Tre diventeranno anche film.

Info: www.salonelibro.it (Link esterno)

Per
approfondire