Cosa fare?

Visita
la Francia 

Tour dei siti culturali d'eccezione o escursioni sulle vette. In coppia sulle strade del vino o in crociera con i bambini… Quale viaggio in Francia scegli questa volta?

City break a Bordeaux tra eredità storica e patrimonio moderno

Per un week-end o un city break, ecco 5 ottimi motivi per visitare Bordeaux, capitale mondiale del vino e Patrimonio dell’UNESCO.

1. Per la sua dolcezza di vivere

Un clima piacevole una splendida architettura, numerose vie pedonali e piazze animate costellate di terrazze; Bordeaux sa concedersi il tempo per viere bene e godersi piaceri semplici. Un giro per i mercati, un brunch in un caffè, una pausa di relax in un parco un aperitivo al tramonto, una cena innaffiata da un buon Bordeaux… Qui tutti possono vivere al proprio ritmo, approfittando dell’energia che anima la città.

2. Per il suo ricco patrimonio

Bordeaux, classificata nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, affascina con la sua storia e la sua architettura. Antichi monumenti di epoca romana, edifici contemporanei, splendide facciate del XVIII secolo e giardini dal fascino unico... la capitale girondina ne ha di cose da raccontare! Senza dimenticare i musei: da visitare le collezioni permanenti e le mostre temporanee dei 15 musei della città vanno dall’arte contemporanea alle arti decorative, passando per la storia naturale fino al vino.

Bordeaux in autunno citybreak

3. Per il suo vino

Capitale indiscussa del vino, Bordeaux vanta il più grande vigneto di vini d’eccellenza del mondo e conta una sessantina di denominazioni. Desiderosi di condividere il proprio savoir-faire, sono centinaia le aziende e i castelli che aprono le porte ai visitatori. In battello, a cavallo, a piedi, in gruppo o per una visita personalizzata, ogni volta è un viaggio diverso nella cultura del vino.

4. Per la sua creatività e vivacità

Inesauribile fonte di ispirazione, Bordeaux richiama numerosi artisti e progetti creativi. A testimoniarlo la scena musicale attuale, fra le più vivaci di Francia, gli spazi urbani creativi che stanno aprendo in ogni quartiere, o ancora la street-art che si declina sui muri della città.

5. Perché è la porta del Sud-Ovest

Chi pensa a Bordeaux pensa anche alla Duna di Pilat, ai porticcioli di allevamento delle ostriche del Bassin d’Arcachon, ai più bei paesaggi della Dordogna, alla natura selvaggia delle coste dell’Atlantico o ancora alla convivialità del Paese Basco. Grandi spazi intatti che hanno definitivamente donato alla destinazione un’atmosfera da “ California francese ” e fanno venir voglia di prolungare il proprio soggiorno.

Miroir d'Eau

Lo sapevi che…

  • Quello di Boredeaux è il più esteso complesso urbano del mondo, tant’è che è entrato nella lista dell’Unesco nel 2007
  • Chartrons è il quartiere storico dei commercianti di vino, Grands Hommes è il paradiso dello shopping, il “giovane” Saint Pierre è alla moda e pedonale e, infine, Saint Michel è cosmopolita e animato
  • Sono circa 350 gli edifici classificati come Monumenti Storici: il Grand Théâtre, la Place de la Bourse, la Grosse Cloche sono tra i più emblematici
  • La città ama l’architettura contemporanea, lo dimostrano i monumenti più nuovi come il ponte Jaques Chaban-Delmas, La Cité du Vin e lo stadio Matmut Atlantique
  • Bordeaux si reinventa, qualche esempio? II Museo Mer Marine, apertura nel 2019, riqualifica la zona del gigantesco cantiere dei Bassins à Flot e il Darwin Ecosystème, sulla riva destra della Garonna una città green con fattoria urbana, skatepark, galleria a cielo aperto per i writer e spazi co-working

Dove si trova Bordeaux