Le isole bretoni

Al largo delle coste bretoni

Ile de Bréhat (22)

Superficie 318 ettari - Lunghezza 3,5 km per 9 km di larghezza.

A Bréhat la circolazione è proibita, fatta eccezione per qualche trattore. La calma e la tranquillità sono di rigore per i poco più che 400 abitanti dell'isola. L'isola è circondata da una dozzina di isolotti dalle rocce rosa-arancio. Mite e rigogliosa, la parte meridionale dell'isola ospita giardini in miniatura coltivati a ortensie, fichi, mimose ed eucalipti. La costa settentrionale mostra paesaggi dal volto più tenebroso, con brughiere e insenature selvagge.
Raggiungibile tutto l'anno in battello.
Per saperne di più sull'Ile de Bréhat (Link esterno) .

Ile de Batz (29)

Superficie 357 ettari – Lunghezza 3,5km per 1,5 km di larghezza.

Una traversata di circa una decina di minuti partendo dal continente conduce i visitatori in quest'isola piena di charme e di stile. I suoi paesaggi sono formati da rocce frastagliate, dune, spiagge ghiaiose o sabbiose che seducono all'instante. Gli abitanti della zona si dividono tra la pesca costiera e la coltivazione di primizie, specialità dell'isola.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Roscoff.
Per saperne di più sull'île de Batz (Link esterno) .

Ile d’Ouessant (29)

Superficie 1.558 ettari – Lunghezza 8 km per 4km di larghezza massima.

La leggenda popolare ha dato a quest'isola una pessima reputazione. La violenza delle tempeste e le numerose scogliere sono temute dai mariani di ogni calibro. Ciononostante, qui brilla un bellissimo sole! Una luce incomparabile risplende sulla baia di Lampaul, illumina i fiori della landa e fa letteralmente scintillare la spuma attorno alle rocce. Qui la natura è intatta e i paesaggi sono al contempo selvaggi e grandiosi.
Raggiungibile tutto l'anno in battello da Brest (2h15) e da Conquet (1h15). Voli giornalieri da Brest (15 minuti).
Per saperne di più sull'île d'Ouessant (Link esterno) .

Ile de Molène (29)

L'arcipelago di Molène non compare su tutte le cartine. Questa stringa di isolette verdeggianti, circondate da sabbia bianca e da scogliere, è un paradiso dalla natura selvaggia. Un tempo abitati da agricoltori o raccoglitori di alghe, questi isolotti sono oggi un rifugio di uccelli e conigli. Questo arcipelago fa parte della riserva della biosfera del Mare d'Iroise.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Brest (1h30) e da Conquet (30 minuti). Prenotazione obbligatoria.
Per saperne di più sull'île de Molène (Link esterno) .

Ile de Sein (29)

Superficie 58 ettari – Lunghezza 1,8 km per 50 fino a 500m di larghezza

"Chi vede Sein vede la sua fine", dicevano un tempo i marinai, che temevano i numerosi scogli dei dintorni e le violente correnti, causa di numerosi naufragi. L'isola è così piatta (curioso, visto che il nome significa "seno"!) che, nel corso della storia, è stata più volte completamente ricoperta dal mare. L'unico villaggio dell'isola racchiude le sue case intorno a stradine molto strette per esporsi il meno possibile alle raffiche di vento.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Brest e Audierne (1h).
Per maggiori informazioni: tel 0033 (0)2 98 70 90 35

Arcipelago delle Glénans (29)

Le bianche spiagge dell'arcipelago e la trasparenza delle sue acque fanno pensare ad altre latitudini... Otto isole principali, una decina di isolotti e di scogli sono organizzati in cerchio attorno a un piccolo mare interno chiamato "la chambre" (la camera), scalo prediletto dei più grandi naviganti. Oggi l'arcipelago non è più abitato, se non nella bella stagione, ed è quasi interamente votato agli sport nautici. Ospita a questo titolo la più celebre scuola di vela e un centro internazionale per le immersioni subacquee.
Accesso stagionale con partenza da Beg Meil, Bénodet, Loc Tudy, Concarneau e Quimper.
Per saperne di più sull'Arcipelago delle Glénans (Link esterno) .

(Link esterno) Ile de Groix (56)

Superficie 1.770 ettari – Lunghezza 8 km per 3-4 km di larghezza

Calorosa e selvaggia allo stesso tempo, Groix ha uno stile eccezionale. Un sentiero costiero permette di fare a piedi il giro dell'isola in 2 giorni. Percorrendo l'entroterra in bicicletta, si scoprono valli verdeggianti dove si nascondono fontane e lavatoi, così come frazioni con piccole viuzze strette, dove l'habitat tradizionale è ben preservato.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Lorient (45 min).
Per saperne di più sull'île de Groix (Link esterno) .

Belle-Île-en-Mer (56)

Superficie 84 km² - Lunghezza 20 km per 5-9 km di larghezza.

Il suo nome è da subito pieno di promesse, che non saranno disattese... Ricca di contrasti, la più grande delle isole del Ponant offre paesaggi sontuosi: porti naturali e rie profonde, baie bagnate da acqua turchese, vaste spiagge di sabbia fine, dune e pareti rocciose con grotte marine. Quattro comuni si dividono questo territorio da sogno: Le Palais, la capitale, con la sua impressionante cittadella; Sauzon, piccolo porto adorabile dai colori pastello; Bangor e il grande faro di Gouphar, che domina tutta la costa selvaggia; Locmaria, il cui borgo si stringe attorno a una chiesetta ricca di leggende.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Quiberon (45 min).
Per saperne di più su Belle-Ile-en-Mer (Link esterno) .

Ile de Houat (56)

Superficie 228 ha - Lunghezza 5 km per 1km di larghezza

Lunga e stretta, Houat innalza le sue alte scogliere granitiche al largo, vicino all'isola di Quiberon, alla base del porto di Saint-Gildas. Il villaggio ospita una piccola flotta di pesca coloratissima. Sulla banchina si impilano le nasse. È qui che batte il cuore dell'isola, dove la pesca resta la principale risorsa economica. Delimitata da un sentiero, la costa è di una bellezza mozzafiato. In altre parole, un paradiso di calma...
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Quiberon (45 min). Prenotazione obbligatoria.
Per saperne di più sull'Ile de Houat (Link esterno) .

Ile d'Hoëdic (56)

Superficie 209 ettari – Lunghezza 2,5 km per 1 km di larghezza

A Hoëdic, vi sono all'incirca un centinaio di abitanti e una decina di barche da pesca sostentano la maggior parte delle famglie dell'isola. Qui tutti si conoscono, l'accoglienza è spontanea. Tre ore sono sufficienti per esplorare in tutti i sensi questa minuscola scheggia di granito. Solo tre ore, ma di intenso appagamento.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Quimper (1h10).
Per saperne di più sull'Ile d'Hoëdic (Link esterno) .

Ile aux Moines (56)

Superficie 310 ettari – Lunghezza 6 km per 3 km di larghezza.

L'isola è separata dal continente da soli 500 m, ovvero 5 minuti in battello. Cambierete completamente scenario! Questo mondo in miniatura, dai paesaggi molto contrastati, si percorre a piedi o in bicicletta: stradine strette passano tra dolci colline, scendono in piccole valli e attraversano boschetti incantati che sembrano appartenere a racconti di fate... Fontane, piccole cappelle e rovine di antichi mulini si nascondono all'ombra di fichi e di pini.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Port-Blanc-en-Baden (5 min).
Per maggiori informazioni sull'île aux Moines (Link esterno) .

Ile d'Arz (56)

Superficie 330 ettari - Lunghezza 5 km
Tranquilla e saggia, l'isola di Arz ha conservato paesaggi campestri e un'unità architettonica che lascia trasparire il suo ricco passato: una bella chiesa del XII secolo, manieri antichi, mulini del XV, XVI e XVII secolo. Un sentiero costiero perfettamente mantenuto fa il giro completo dell'isola. Svela inoltre le calette ben nascoste e meravigliosi belvedere sul golfo e la sua sfilza di isolette verdeggianti.
Raggiungibile tutto l'anno con partenza da Conleau o da Séné Barrara'h (20 min).
Per saperne di più sull'île d'Arz (Link esterno) .