7 consigli per godersi l'inverno nei Vosgi

Nelle montagne francesi, e sul massiccio dei Vosgi in particolare, l'inverno è una stagione ricca di contrasti, tra aria di montagna e fuoco del caminetto, arte culinaria applicata e sport estremi. Ci andiamo?
Salite più in alto

Uscite dalle piste. Dimenticate lo ski-lift. Con lo snowkite, salirete quando volete, a seconda di come tira il vento. Il battesimo del volo si fa senza sci, ma poi è meglio essere abili sciatori.

Scendete più rapidamente

All’Acropark du ballon d’Alsace, un'anteprima francese da provare subito: una carrucola tirolese di 900 m, motorizzata e aperta al pubblico (adatta anche alle persone a mobilità ridotta).

Inseguite gli animali selvatici

Con le ciaspole ai piedi o semplicemente in tenuta da trekking, partite alla ricerca della rarissima lince dei Vosgi. Nel 2016 ce ne erano solo tre quando sono state reintrodotte nel Parco nazionale regionale dei Vosgi del Nord. Ma più il tempo passa, più avrete probabilità di incrociarle.

Scegliete la vostra avventura

Alla stazione di La Schlucht, potrete apprezzare il tonificante e pungente effetto del vento invernale tra i capelli. Completamente avvolti dalle dita dei piedi alla punta del naso, non dovrete far altro che scegliere la vostra carrozza: motoslitta o slitta trainata dai cani?

Rivelate la vostra natura

Una notte alla 'Fuste du trappeur' significa cena accanto alla stufa, sauna finlandese in terrazza, risveglio in mezzo a cervi, volpi e caprioli... Questo piccolo rifugio insolito risveglia il cacciatore di pelli che sonnecchia dentro di voi.

Scioglietevi a fuoco lento

Prima una bolla. Poi un'altra. E tutto rosola molto rapidamente: sulla superficie del formaggio si forma una bella crosticina dorata, da trasferire sulle patate con gesto sicuro e voilà! Alleluia. Ecco pronta la prima raclette.

Fate il battesimo dell'aria

Nuvole soffici, polverose o che sembrano ovatta: il vostro battesimo in mongolfiera avrà un successo inaudito su Instagram.

Come raggiungere i Vosgi