I vigneti della regione Linguadoca-Mediterraneo

La Linguadoca (Link esterno), il più grande vigneto del mondo

Sui 40000 ettari su cui si estendono le 18 denominazioni della Linguadoca (Link esterno) non c’è un vino che somigli a un altro, se non per una costante presente fin dall’Antichità: il Mediterraneo. È da qui che viene la dolcezza dei limpidi inverni, l rossore delle estati calde e secche, gli aromi della macchia e i venti che portano con loro spruzzi di mare. Da Nimes (Link esterno) ai confini dell’Aude (Link esterno), da Montpellier (Link esterno) a Carcassonne preparati a delle esperienze incredibili nella terra d’Oc.

Luoghi da non perdere

-Montpellier (Link esterno)

-Nimes (Link esterno)

-L’abbazia di Fontfroide

-Il Canal du Midi, la città di Carcassonne, il Ponte del Gard (che rientrano nel patrimonio dell’UNESCO).

-Saint Guilhem-le-Désert e la chiesa abbaziale di Saint Gilles lungo i cammini di Santiago de Compostela.

Un’esperienza unica da vivere

La Strada dei Castelli della Linguadoca (Link esterno)

Una giornata alla scoperta di visite e degustazioni al Castello di Flaugergue o all’abbazia di Valmagne col suo giardino medievale e i vitigni.

Le destinazioni «Vignobles & Découvertes»

Il marchio «Vignobles & Découvertes» (Link esterno) ti permette di organizzare meglio i tuoi weekend e soggiorni brevi nei vigneti, grazie a dei servizi accuratamente scelti.

Narbonne