Languedoc - Mediterraneo: cosa fare, cosa vedere...

Tra il Mediterraneo, i Pirenei e la Valle della Dordogna, l'Occitania è un'oasi di tradizioni, località balneari e cultura. Da Tolosa, dove si accarezza la rosa dei mattoni e la calda atmosfera, alla moltitudine di destinazioni segnate dalla storia e dalla natura, c'è più di un passo. Tra i siti patrimonio dell'umanità dell'UNESCO e una terra ricca, ti gusterai!

COSA VEDERE

• Carcassonne e la sua città fortificata

Questo antico oppidum del tempo dei Romani divenne nel corso dei secoli un'imponente fortezza, per difendersi contro l'Aragona. L'architetto Viollet-Leduc l'ha salvata dalla demolizione e oggi è Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Amerai i suoi bastioni con 52 torri, le sue porte monumentali, il suo teatro all'aperto che ospita il Festival de la Cité ogni estate.

• La città di Tolosa

La "città rosa", che deve il suo nome al colore del mattone che adorna le facciate, ha qualcosa per riscaldare il tuo cuore. Noi vi diamo alcune idee per le visite: l'enfasi del Campidoglio, il convento di Bernardine sulla volta a forma di palma, l'Assezat Hotel Renaissance, le rive della Garonna, nel cuore della città, il parco tema della città dello spazio ...

• Nimes, città romana

Si chiama "Roma francese"! Gli antichi resti sono ben conservati, l'anfiteatro, la Maison Carrée, il Tour Magne, il Tempio di Diana, Castellum ... Un bel tuffo nell'era dell'imperatore Augusto!

• Il Pont du Gard

Classificato come patrimonio mondiale dell'UNESCO, questo ponte-acquedotto è un capolavoro dell'architettura antica. Le sue dimensioni sono eccezionali: 49 metri di altezza e tre file di archi sovrapposti! Ha nutrito Nimes in acqua per 5 secoli. È uno dei resti romani meglio conservati in un ambiente ora protetto.

• Narbonne, Gruissan e le loro rovine romane

Narbonne è stata la prima colonia romana al di fuori dell'Italia. Battistrada i ciottoli di Domiziano, imbastire se stessi in gallerie del horreum romana, salire i 170 gradini del dungeon Gilles Aycelin, ammirare la cattedrale gotica di San Giusto e San Pasteur ... spingere al vecchio villaggio di Gruissan, ammassati intorno al castello , terra tradizionale di pescatori, salinai e vignaioli.

• I castelli catari

Nel 13 ° secolo, i Catari hanno resistito fino al papa e si rifugiarono nei castelli arroccati nella dell'Aude e dell'Ariège, che lasciano oggi gasp! Salite fino a "5 figlio di Carcassonne", le belle fortezze medievali di Aguilar, Puilaurens, Peyrepertuse, Quéribus e termini ... ma Montsegur o Foix.

• La città medievale di Rocamadour

Aspetta lì! Questo piccolo villaggio è uno con la roccia, ripidamente sopra il canyon. Si deve salire più di 200 gradini per raggiungere la cima, la basilica di Saint-Saveur e la cripta di Saint-Amadour, e vedere la Madonna Nera nella cappella di Notre Dame.

• Albi e la sua città episcopale

Un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO, Albi ha fatto del mattone ocra la sua firma. Sarete abbagliati dalla cattedrale di Sainte-Cécile che sembra una fortezza e colori vivaci di affreschi, e l'imponente Palazzo della Berbie che ospita il Museo Toulouse-Lautrec, il fiume Tarn.

• Conques, uno dei villaggi più belli di Francia

Sulla strada per Santiago de Compostela, Conques ti sorprenderà con la sua atmosfera senza tempo. Vi consigliamo di passeggiare per le vie medievali, visitare l'abbazia romanica di Sainte-Foy al firmati finestre Pierre Soulages e ammiriamo il Tesoro, una splendida collezione di argenteria.

• I Pirenei

Inverno ed estate, i Pirenei offrono una gamma di attività e scoperte ineguagliabili, in un grande formato naturale.

COSA FARE

• Entra nella famosa arena di Nîmes

Si datano dalla fine del 1 ° secolo dopo J-C e la loro architettura è molto sofisticata. Di forma ovale, potevano ospitare 24.000 spettatori, che avevano tutti una panoramica in pista. Oggi ospitano spettacoli e ricostruzioni di grandi giochi romani.

• Partecipa ad un concerto presso Les Abattoirs di Tolosa

La conversione di questi vecchi macelli in un museo di arte moderna e contemporanea è un successo. Vedrete opere monumentali sul piazzale e nelle sue grandi sale, ma anche concerti, spettacoli.

• Lasciati trasportare dal ritmo del jazz in Marciac

Dal 1978, scat in Marciac! Ogni anno, per 15 giorni ad agosto, il villaggio diventa la Mecca del jazz, il momento di un festival acuto che attira i migliori musicisti e cantanti. Un evento da non perdere quando ami il ritmo.

• Medita sulla profondità del nero nel museo Soulage a Rodez

Il museo, rivestito in acciaio ossidato, ospita una collezione di 250 opere e 250 documenti, realizzati da Pierre Soulages. Sta a te scoprire le diverse sfumature del nero sulle tele, dettagliare il materiale dei cespugli di noci e scoprire i lavori preparatori per le vetrate di Conques.

• Ammira il Monte Canigou dalla spiaggia di Mar Estang

L'ampia spiaggia di Canet nel Roussillon si estende tra lo stagno di Canet e il Mediterraneo. Molto vivace in estate, pratichiamo il windsurf. In lontananza, si erge la sagoma del monte Canigou, che sale a 2.784 metri nei Pirenei.

• Immergiti nell'atmosfera balneare e studentesca di Montpellier

Ci piace sedere in una terrazza del caffè in Place de la Comédie, passeggiare lungo la passeggiata del Peyrou verso il belvedere e l'acquedotto di Saint-Clément, salire sul campanile della cattedrale di Saint-Pierre o in cima alla chiesa. arco di trionfo. Il mare dista solo 10 chilometri ...

• Noleggia una bicicletta o una barca lungo il Canal du Midi

Tra Tolosa e l'Etang de Thau, il Canal du Midi percorre 240 chilometri, attraverso 63 chiuse e 350 strutture ingegneristiche. Lunga vita al viaggio lento! Pedalando sulle vecchie alzaie o su una chiatta a bassa velocità, riscopriamo il piacere della lentezza ...

• Gioca alle Amazzoni nella Camargue

Nel delta del Rodano, cavalchiamo a cavallo tra mare, saline, lagune e stagni, e impariamo tutto sui manzi dei tori e dei fenicotteri. Qui, ci sono 100.000 ettari di paesaggi unici nel Parco Naturale Regionale della Camargue.

• Sali i 374 gradini della scala monumentale di Auch

Fai attenzione alla marcia in Auch! La scala collega il fondo e la parte superiore della città, in 35 metri verticali. Completato nel 1863, comprende diversi livelli con sculture e statue, tra cui quella di D'Artagnan, il bambino del paese ...

• Rilassarsi nelle Cévennes o nella Lozère

Difficile da trovare più conservato rispetto alla Lozère, che comprende i laghi di Aubrac, i vassoi di Causses e le valli delle Cévennes. Gli amanti delle escursioni e degli spazi aperti rimarranno incantati.

Come raggiungere l’Occitania 

Per
approfondire