Cosa fare?

Visita
la Francia 

Tour dei siti culturali d'eccezione o escursioni sulle vette. In coppia sulle strade del vino o in crociera con i bambini… Quale viaggio in Francia scegli questa volta?

Dietro le quinte del Mushroof: una fattoria urbana gigante presto sui tetti di Parigi

Nella zona nord di Parigi è attivo uno dei più grandi cantieri della capitale: il futuro quartiere Chapelle International, in costruzione nel 18° arrondissement, in particolare accoglierà una fattoria di oltre 7.000 mq.

Insalate, erbe aromatiche, fiori edibili: entro un anno ecco cosa crescerà sul tetto di un immenso edificio del futuro quartiere Chapelle International, in costruzione nella zona nord di Parigi. Un gigantesco polo logistico di 40.000 mq è già stato ultimato l’autunno scorso.
Comprende una stazione per treni merci, negozi, uffici, il più grande centro dati della città di Parigi. Ma è il suo tetto il più sorprendente: accanto a terreni sportivi, ci sarà una fattoria urbana di 7000 mq.

Una serra riscaldata grazie al calore prodotto dal centro dati situato nell’interrato

Sul tetto, da cui si scorge la collina di Montmartre, 2.000 mq di coltivazioni in piena terra saranno realizzate entro la primavera 2019: di che fornire l’intero quartiere di verdura! Accanto, una serra idroponica di 1.200 mq permetterà di coltivare tutto l’anno piante aromatiche, insalate, fiori edibili.
Ciliegina sulla torta, la serra verrà riscaldata grazie al calore prodotto dal centro dati situato nel piano interrato dell’edificio. 52 tonnellate di verdure dovrebbero essere prodotte ogni anno sul tetto.

Chiamato Mushroof, questo progetto agricolo innovativo è stato ideato dalla start-up Cutivate, di Sarah Msika e Sidney Delourme. Per i due fondatori, l’obiettivo era un progetto di grande portata: "Vogliamo creare un’agricoltura ragionata e sostenibile ma veramente produttiva, spiega Sarah Msika, che permetta di realizzare un ecosistema completo: un sito agricolo accessibile al pubblico, una produzione commercializzata in filiera corta..."

La fattoria urbana prevede un ristorante aperto al pubblico

Così la metà della produzione verrà venduta nei punti vendita Franprix del quartiere, mentre le piante aromatiche e i fiori edibili potranno arrivare ai ristoranti in zona. Sarah Msika e Sidney Delourme non contano però di fermarsi qui: se la produzione lo consentirà, potranno produrre e vendere prodotti di trasformazione, soprattutto conserve.
A termine, la fattoria urbana ospiterà anche un ristorante aperto al pubblico, e uno spazio eventi di 1.500 mq. Bisognerà pazientare qualche mese per gustare verdure 100% La Chapelle: la serra sarà installata a inizio della prossima primavera. Ma grazie all’idropomia, i tempi si accorciano: prima raccolta prevista entro la primavera 2019.

Mushroof è uno dei progetti più emblematici di una trasformazione più profonda in atto a Parigi: la capitale francese riscopre i tetti e molti progetti agricoli già sono attivi sulle due rive della Senna. Sapevi che il luppolo sta per crescere sul tetto dell’Opéra Bastille?

Chapelle International 

Per
approfondire