Cosa fare?

Visita
la Francia 

Tour dei siti culturali d'eccezione o escursioni sulle vette. In coppia sulle strade del vino o in crociera con i bambini… Quale viaggio in Francia scegli questa volta?

Giocando a golf, a Parigi…

L’appuntamento è dal 25 al 30 settembre con una gara leggendaria: la Ryder Cup, che si disputa negli anni pari e vede di fronte due équipes di 12 membri in rappresentanza degli Stati Uniti e dell’Europa. 3 giorni, 5 matchplay.

Un po’ di storia

La Ryder Cup è diventato uno dei più grandi eventi sportivi del mondo. Ogni 2 anni, 24 fra i migliori giocatori d’Europa e degli Usa si sfidano in una gara ricca di suspense e di emozioni, in uno spirito sempre cameratesco e di fair play. Una competizione seguita da milioni di telespettatori in tutto il mondo e che mantiene lo spirito del suo fondatore, Samuel Ryder. Ryder era un commerciante di spezie britannico appassionato di golf che sponsorizzò negli anni ’20 alcuni tornei, fra cui la gara Usa-Europa (in origine Usa-Regno Unito) con un trofeo d’oro del valore di 100 guinee. Il torneo si svolgeva, come si svolge tuttora, a cadenza biennale e si disputa ininterrottamente dal 1927: in onore del fondatore è diventata la Ryder Cup. Gli Usa fino ad oggi hanno ottenuto 26 vittorie (e hanno vinto l’ultima edizione 2016), l’Europa 13.

Il Golf Nazionale

A Parigi la Ryder Cup si disputerà sul Golf National progettato dall’architetto Hubert Chesneau nel 1985 e inaugurato il 5 ottobre 1990. L’idea di un sito permanente per gli Open di Francia era nata all’inizio degli anni Ottanta. Si pensava a una collocazione nel Sud-Sud Ovest della regione parigina e Chesneau, che aveva creato la ville nouvelle di Saint-Quentin-en-Yvelines e lì realizzato un golf 36 buche, prepara un progetto che comprende 2 percorsi 18 buche, un practice, più un hotel (Novotel, a Magny-les-Hameaux) e la sede della FFGolf a Guyancourt, tutti comuni confinanti. Il Golf Nazionale è stato realizzato su un terreno totalmente piatto e pensato per poter ospitare grandi gare nelle migliori condizioni di visibilità, per spettatori e media, specie televisivi. Contrariamente alla maggior parte dei golf pensati per un terreno naturale, l’architetto ha preferito creare la topografia nello stesso tempo del percorso, per realizzare tribune e gradini ad hoc. E per farlo gli occorreva un “foglio bianco”: un terreno piatto e nudo. È cominciata così la grande avventura di realizzare, in collaborazione con Robert von Hagge e lo Studio Pierre Thevenin un grande percorso che ha richiesto tre anni di lavoro
dal 1987 al 1990: 400 camion di terra al giorno, gli scavi per i laghetti, in totale 2,2 milioni di metri cubi per creare il rilievo del percorso e poi il rivestimento vegetale, le canalizzazioni… Il golf è stato inaugurato il 5 ottobre 1990. 28 anni dopo, la Ryder Cup 2018 arriva al Golf National.

Ryder Cup Junior

Proprio come la Ryder Cup, esiste una Ryder Cup Junior, competizione biennale che vede di fronte Europa e America, ma con équipe di 6 ragazze e 6 ragazzi sotto i 18 anni: le star del golf di domani. Un concept lanciato nel 1995, prima gara disputata nel 1997. Quest’anno si svolgerà il 24 e 25 settembre al Golf Disneyland, sul sito di Disneyland® Paris, che per la prima volta ospita la Ryder Cup Junior. Un percorso prestigioso, che sorge a 60 km dal Golf National della Ryder Cup 2018.

Maggiori informazioni

www.rydercup.com (Link esterno)
http://www.rydercup.com/news-media/europe/junior-ryder-cup-2018 (Link esterno)

Per
approfondire