Misure sanitarie previste in Francia per l'estate 2020

I professionisti del turismo hanno messo in atto una serie di misure sanitarie specifiche per permettere ai turisti di viaggiare in sicurezza e (ri)scoprire le ricchezze delle regioni francesi.

La situazione sanitaria in Francia migliora progressivamente, per questo motivo le autorità pubbliche hanno autorizzato gli ingressi in Francia e gli spostamenti su tutto il territorio nazionale.
Dal 15 giugno, l’intero territorio francese, ad esclusione dell’isola di Mayotte e la Guyana Francese che sono ancora classificati come “zona arancio”, è stato classificato come “zona verde”. Questo ha permesso la riapertura generale di caffè, bar e ristoranti sempre nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e del protocollo sanitario specifico applicato al settore della ristorazione.

Il Governo Francese ha diffuso una locandina “Notre établissement s’engage” (La nostra struttura si impegna) che i professionisti del settore possono esporre all’ingresso dei loro negozi per indicare di aver messo in atto le misure e raccomandazioni necessarie per usufruire dei loro servizi in sicurezza.

È possibile scaricare la locandina a questo link (https://travail-emploi.gouv.fr/le-ministere-en-action/coronavirus-covid-19/proteger-les-travailleurs-les-emplois-les-savoir-faire-et-les-competences/proteger-les-travailleurs/article/fiches-conseils-metiers-et-guides-pour-les-salaries-et-les-employeurs#hcr (Link esterno) )

Le principali misure sanitarie prese dagli operatori del turismo

Trasporti

Sono state eliminate tutte le restrizioni alla circolazione sul territorio francese.
Per viaggiare sui treni SNCF (TGV, TER e Intercités) è obbligatorio indossare la mascherina (per tutta la durata del viaggio, dalla stazione di partenza alla stazione di arrivo) e la prenotazione del posto.
Lo stesso vale per le compagnie aeree, l’obbligo della mascherina è in vigore negli aeroporti e a bordo dell’aereo.
Il gel disinfettante è distribuito gratuitamente nelle stazioni e negli aeroporti.
L’aeroporto di Parigi Orly ha ripreso l’attività commerciale il 26 giugno.

Da 21 giugno non è più necessaria la quarantena arrivando nei Territori dell’Oltremare.

Air France (Link esterno)
SNCF (Link esterno)
Aeroporti di Parigi (Link esterno)

Alloggi

Hotel, chambres d’hôtes, campeggi e alloggi collettivi sono aperti, senza restrizioni su tutto il territorio nazionale. Tutte le categorie di alloggio mettono in atto il protocollo sanitario definito dal Governo Francese. Parallelamente, alcune catene alberghiere francesi si sono dotate di marchi che attestato la corretta applicazione delle misure sanitarie (disinfezione, limitazione dei flussi e dei contatti, indicazioni a pavimento…). Un esempio in questo senso è Accorhotels in collaborazione con Bureau Veritas.
Plexiglas nelle zone comuni, controllo del numero di persone presenti contemporaneamente in un luogo specifico, indicazioni a pavimento, disinfezione regolare, sono alcune delle misure d’igiene supplementari prese dai campeggi e dai gruppi come Pierre & Vacances-Center Parcs per permettere a tutti di passare della vacanze serene in Francia.
La Fédération nationale de l'hôtellerie de plein air sottolinea che nei campeggi, le piscine sono disinfettate con l’utilizzo del cloro e il personale è formato per garantire il rispetto delle misure sanitarie. Sono inoltre distribuiti gel disinfettante e mascherine. I campeggi sono una soluzione di alloggio interessante perché essendo all’aria aperta non sono sottomesse alla limitazione dei flussi di accesso.

Dal 22 giugno sono autorizzate anche le colonie vacanza.

Spiagge, laghi, corsi d’acqua e centri nautici

Dal 2 giugno le spiagge sono nuovamente accessibili al pubblico. È inoltre possibile accedere ai laghi, corsi d’acqua e centri di attività nautiche sia per attività in movimento che per le attività statiche (sdraiarsi e rilassarsi a prendere il sole). Non è più necessario indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale.

Piscine

Nella zona verde le piscine hanno aperto il 2 giugno. L’acqua viene disinfettata con il cloro o con un trattamento a raggi ultravioletti, è obbligatoria la prenotazione on line, l’ingresso in acqua è fatto a piccoli gruppi e negli spogliatoi è necessario mantenere il distanziamento sociale.

Negozi e centri commerciali

La maggior parte dei negozi ha riaperto il 2 giugno con misure sanitarie precise: distanziamento sociale, mascherina obbligatoria, gel disinfettante, riduzione degli accessi.

Bar, caffé e ristoranti

Nella zona verde bar, caffè e ristoranti hanno riaperto il 2 giugno. Nella zona arancio a partire dal 2 giugno sono accessibili le terrazze e gli spazi all’aria aperta.
Sono disponibili le attività di consegna a domicilio, take away e servizio in camera.
In tutta la Francia sono in vigore misure rigide: massimo 10 persone per tavolo, distanza di almeno 1 metro tra i tavoli, mascherina obbligatoria per il personale e i clienti durante gli spostamenti all’interno dei locali.

Luoghi di spettacoli e teatri

Dietro le quinte le attività sono riprese l’11 maggio. Gli artisti hanno potuto tornare a teatro per le prove degli spettacoli.
Le sale spettacolo e i teatri hanno riaperto al pubblico dal 2 giugno. La mascherina è obbligatoria ed è necessario mantenere il distanziamento sociale, come ad esempio l’obbigo a tenere un posto libero tra gli spettatori.
Per maggiori informazioni:
service-public.fr (Link esterno)
Sito del Governo Francese (Link esterno)

Festival e concerti

Quest’estate i festival e i concerti avranno un sapore particolare: è stato istituito il limite massimo di 5.000 persone per permettere il rispetto delle norme di distanziamento sociale. È possibile lo svolgimento di eventi all’aria aperta fino a 5.000 persone ma sono molti i festival e concerti dell’estate 2020 che sono stati rinviati all’autunno o al 2021.

service-public.fr (Link esterno)

Cinema

I cinema hanno riaperto il 22 giugno in tutta la Francia.
Il protocollo sanitario da seguire è disponibile sul [sito della Federazione Nazionale dei Cinema Francesi] (https://www.fncf.org/updir/3/Guide_sanitaire_de_reouverture.pdf (Link esterno) ). La prenotazione on line dei posti e la mascherina sono fortemente consigliate. Gli spettatori che andranno a vedere un film in famiglia o tra amici potranno sedersi vicini, altrimenti sarà necessario lasciare una poltrona vuota tra le persone.
service-public.fr (Link esterno)

Parchi divertimento

I parchi divertimento hanno avuto il via libera alla riapertura il 2 giugno, con un limite d’accesso fissato a 5.000 persone, il rispetto delle misure di distanziamento sociale e la predisposizione di sanificazioni supplementari, in particolare durante le attese.
Disneyland Paris ha annunciato l’apertura per il 15 luglio.
service-public.fr (Link esterno)

Musei e monumenti

A partire dal 2 giugno musei e monumenti sono autorizzati a riaprire su tutto il territorio nazionale. Entro il mese di luglio tutti i principali musei e monumenti avranno riaperto.
La mascherina e la prenotazione dell’ingresso on line sono obbligatorie per accedere ai musei e i percorsi di visita sono studiati per ridurre il numero di visitatori presenti contemporaneamente nella stessa sala.
Mappa dei luoghi culturali e musei riaperti aggiornata in tempo reale dal Ministero della Cultura (Link esterno) .

Croiciere fluviali

Le compagnie di crociere fluviali hanno ripreso la loro attività. Questa tipologia di viaggio è sicuramente un buon modo per stare a contatto con la natura e in luoghi poco frequentati. Inoltre le crociere fluviali permettono di stare in piccoli gruppi. Le imbarcazioni sono disinfettate regolarmente.

Maggiori informazioni sulle Via Navigabili di Francia (VNF) (Link esterno)