Cosa fare?

Visita
la Francia 

Tour dei siti culturali d'eccezione o escursioni sulle vette. In coppia sulle strade del vino o in crociera con i bambini… Quale viaggio in Francia scegli questa volta?

Le coste del Mediterraneo

Le coste della Linguadoca-Rossiglione tra mare, sole, porti e vigneti

Il litorale della Linguadoca-Rossiglione si estende per circa 200 km, tra la Camargue e la frontiera spagnola.

La costa corrispondente alla regione Rossiglione è la Costa Vermeille. Si affaccia sul Mediterraneo a est e alle sue spalle si trova il Massiccio delle Albères, la parte orientale della catena dei Pirenei. Il clima - si contano 325 giorni di sole all'anno - la luce, i paesaggi e il mare onnipresente hanno ispirato numerosi pittori come Matisse e Derain. Le vigne coltivate nelle valli soleggiate producono il famoso vino di Banyuls. Le località da scoprire sono Collioure (Link esterno), Port-Vendres (Link esterno), Banyuls (Link esterno), Cerbère (Link esterno) e Argelès-sur-Mer (Link esterno), il cui fascino dalle note catalane è davvero irrestibile. Perpignan è la principale città della regione.

Lasciamo poi la Costa Vermeille per entrare nella zona litorale del Linguadoca, chiamata Costa d'Améthyste.
Tutti gli appassionati del mare e degli sport nautici possono prepararsi al vero divertimento. Il litorale si estende formando un arco verso la Camargue, terra dei cavalli selvaggi e dei fenicotteri rosa.
Tra le numerose stazioni balneari, si ricordano Saint-Cyprien, Port-Barcarès, Port-Leucate, Gruissan, la Grande Motte e Port-Camargue... Se siete alla ricerca di autenticità apprezzerete i porti di pesca come Palavas o Sète.

Tra la Linguadoca-Rossiglione e la Provenza, il delta del Rodano ospita una zona paludosa che viene a crearsi tra i suoi due bracci principali e il mare. Stiamo parlando della Camargue, dove vivono ancora in libertà cavalli selvaggi e fenicotteri rosa. Il litorale custodisce delle vere e proprie meraviglie come, ad esempio, Le Grau-du-Roi (Link esterno) o Aigues–Mortes (Link esterno), principale città della Piccola Camargue e porto reale al tempo delle crociate.

Le coste della Provenza e della Costa Azzurra tra baie, rocce rosse e rinomate stazioni balneari

Parliamo ancora della Camargue, che si trova in gran parte in Provenza. La città principale è senza dubbio Saintes-Maries-de-la-Mer (Link esterno) dove i gitani di tutto il mondo si riuniscono ogni anno in pellegrinaggio.

Vicino alla Camargue, raggiungiamo l'Etang de Berre e poi la Côte Bleue, che ci conduce da Carry-le-Rouet fino alle porte della città di Marsiglia.

A sud di Marsiglia, in direzione di Cassis (Link esterno), la costa è formata da rientranze strette e profonde. La scogliera è scoscesa e in parte sommersa dal mare: si tratta del cosiddetto calanco. Questi mini-fiordi spettacolari attirano tutto l'anno numerosi turisti, che vengono a percorrere i numerosi sentieri arroccati tra cielo e mare.

Proseguendo, scopriamo la côte Varoise con le belle spiagge di sabbia e ciottoli, le piccole baie e le rocce rosse del Massif de l'Estérel. Le stazioni balneari sono numerose e molto rinomate: Saint-Tropez, Le Lavandou, Bormes-les-Mimosas, Hyères (Link esterno) e Fréjus. La cigliegina sulla torta sono sicuramente le isole di Porquerolles (Link esterno), di Levant (Link esterno) e di Port Cros. Infine, la città di Tolone (Link esterno) conferisce un tocco di classe urbana.

La stazione balneare di Saint-Raphaël segna l'inizio della Costa Azzurra che si estende su circa 100 km fino a Mentone, a due passi dalla frontiera italiana. Le principali stazioni balneari del litorale mediterraneo sono: Mandelieu-la Napoule, Juan-les-Pins, Antibes e la sua citadelle, Villefranche-sur-Mer, Saint-Jean – Cap Ferrat, Eze, Roquebrune-Cap-Martin e, infine, Mentone.Le tre principali città sono Cannes con la celebre Croisette, le isole di Lérins e il Festival Internazionale del Cinema (Link esterno), Nizza con la Promenade des Anglais e il suo famoso Carnevale e Monte Carlo e il mondano Principato di Monaco.