Cosa fare?

Visita
la Francia 

Tour dei siti culturali d'eccezione o escursioni sulle vette. In coppia sulle strade del vino o in crociera con i bambini… Quale viaggio in Francia scegli questa volta?

Un Grand Prix leggendario

Il Grand Prix di Formula 1 torna in Francia su un circuito leggendario: il Circuito Paul Ricard inaugurato nel 1970. Appuntamento il 24 giugno 2018.

Una storia lunga 5,8 km!

Il primo Grand Prix di Francia di Formula 1 si è disputato nel 1971, seguito dal Grand Prix di Francia di Moto nel 1973. Ben presto tutti i maggiori campionati hanno fatto scalo qui nel Var, a Le Castellet, fino al 14° e ultimo Gran Premio di Formula 1, nel 1990. Poi viene acquisito da Bernie Ecclestone che ne vuole fare un circuito high-tech riservato alle prove e a operazioni di comunicazione. Due anni dopo, il tracciato del circuito viene modificato e nel 2002 il Paul Ricard High Tech Test Track, grazie ad alcune innovazioni, diventa un punto di riferimento in materia di sicurezza, tanto che nel 2007 viene designato Primo Centro d’eccellenza dall’Istituto FIA per la sicurezza nello sport automobilistico e nel 2009 riapre le porte al pubblico. Finalmente dal 2018, il ritorno del Grand Prix de France al Circuito Paul Ricard. Con i suoi 5,8 km, il tracciato del Paul Ricard è uno dei più lunghi proposti nel calendario della Formula 1, il che vuol dire varietà, piacere e spettacolo per i piloti come per i fan. Ed è diventato una referenza in quanto a tecnologia e sicurezza. Senza snaturarne il percorso originario, il tracciato è stato reso più interessante, grazie a varie nuove curve. Su iniziativa di Jean Alesi, ambasciatore del Circuito Paul Ricard, il tracciato è stato presentato a diversi piloti, come Sebastian Vettel, Fernando Alonso, Kimi Räikkönen, che si sono dichiarati tutti entusiasti della prospettiva di correre sul Circuito Paul Ricard.

4 giorni di festa

Il Circuito Paul Ricard invita a 4 giorni di festa, dal 21 al 24 giugno 2018. Il 21 giugno le squadre hanno allestito i box e il circuito è ormai ufficialmente pronto, ci sono i meccanici, gli ingegneri. I piloti compiono il tradizionale Track Walk della pista per controllare tutti i dettagli. La febbre della gara comincia a crescere, i meccanici portano le macchine al controllo tecnico di conformità. Una giornata aperta solo ai possessori di un Pass 3 giorni. Il 22 giugno i motori iniziano a ruggire! Prima giornata di prove libere dalle 10 alle 11:30 e una seconda dalle 14 alle 15:30. I piloti valutano la performance dei pneumatici e analizzano i comportamenti in vista della gara. Sabato 23 giugno terze prove libere, fra le 11 e le 12, e poi quella in tre fasi eliminatorie, fra le 14 e le 15, che determina la griglia di partenza, per la prestigiosa pole position. E finalmente domenica 24 giugno, la tensione raggiunge il massimo: la parata dei piloti sul circuito verso le 12:30 e alle 14 la partenza! Molte animazioni arricchiranno il programma…

Un must anche a tavola

Le Castellet è un luogo di culto non solo per i fan dell’automobilismo, ma anche per gli appassionati di grande gastronomia. Proprio qui infatti ha il suo ristorante Christophe Bacquié, chef che ha appena ottenuto la terza stella nella Guida Michelin 2018. 45 anni, originario della Corsica, una cucina decisamente provenzale che punta al mare e ai sapori del maquis (e ripensa alcuni grandi classici come l’aïoli moderno), Bacquié officia nello splendido Relais & Château Hotel du Castellet, 5 stelle in posizione spettacolare, con golf e spa.

Maggiori informazioni

www.gpfrance.com (Link esterno)
www.hotelducastellet.net (Link esterno)

Per
approfondire