Cosa fare?

Visita
la Francia 

Tour dei siti culturali d'eccezione o escursioni sulle vette. In coppia sulle strade del vino o in crociera con i bambini… Quale viaggio in Francia scegli questa volta?

500 anni del Rinascimento: gli eventi da non perdere nel 2019

Nel 2019 la Valle della Loira festeggerà il Rinascimento. Mostre, spettacoli, visite… i castelli e altri monumenti del territorio faranno immergere i visitatori in questo periodo di rinnovamento culturale e artistico. Ti presentiamo gli eventi da non perdere.

Nel 2019, la Valle della Loira festeggia il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, la posa della prima pietra del Castello di Chambord e la nascita di Caterina de’ Medici. Un’occasione per rivivere questo periodo di fasto per il mondo dell’arte e della cultura attraverso un programma di eventi ricco e variato.

I festeggiamenti hanno inizio al Castello del Clos Lucé, ultima dimora del genio italiano, che da giugno a settembre ospiterà la mostra “Léonard de Vinci, ses élèves, la Cène et François Ier” (Leonardo da Vinci, i suoi allievi, l’Ultima Cena e Francesco I). Un arazzo dell’Ultima Cena che riproduce l’opera di Leonardo da Vinci arriverà dal Vaticano. Durante l’estate una serie di eventi notturni imperniati sulla gastronomia e sulle grandi conoscenze del Rinascimento animeranno il castello.

L’eredità di Leonardo da Vinci

Non lontano da qui, al Castello di Amboise, la mostra “1519, la mort de Léonard de Vinci : la construction d’un mythe” (1519, la morte di Leonardo da Vinci: la costruzione di un mito) ospita il dipinto di F.G. Ménageot “La mort de Léonard de Vinci” e una collezione di stampe. Presentato da maggio ad agosto, l’evento offre anche una prospettiva contemporanea con la realizzazione di 5 tele da parte del writer italiano RAVO che riprendono alcuni dettagli del quadro.

L’eredità del grande genio italiano sarà anche al centro della mostra “L’inspiration du vivant de Léonard de Vinci à nos jours” (L’ispirazione, dall’epoca di Leonardo da Vinci ai giorni nostri) organizzata per la prossima estate al Musée de la Sologne, a Romorantin-Lanthenay, e a Blois, alla Fondation du Doute dove alcuni giovani artisti italiani e francesi produrranno collettivamente una macchina semovente a partire dai materiali di scarto tecnologici.

Château de Chambord

Al Castello di Chambord, invece, da maggio a settembre il passato incontra il futuro con la mostra “Chambord 1519-2019 : de l’utopie à l’œuvre” (Chambord 1519-2019: dall’utopia all’opera) dove architetti internazionali metteranno a confronto la storia del castello con la sua trasformazione virtuale in un’utopia del XXI secolo. Dal 28 giugno al 13 luglio, l’edizione 2019 del Festival de Chambord festeggerà anche il 500° anniversario del castello.

L’art de vivre nel Rinascimento

Celebrazioni anche per Caterina de' Medici. In particolare con la mostra “Les Tapisseries de la Reine” (Gli arazzi della Regina) al castello di Chaumont-sur-Loire (da settembre a dicembre), dove ci si potrà immergere completamente nell’universo personale della regina. I curiosi potranno anche scoprire una ricostruzione della sua farmacia (l’apothicairerie) al castello di Chenonceau.

Diversi eventi offriranno una panoramica sugli stili di vita del Rinascimento, come le mostre “Enfants de la Renaissance” (I bambini nel Rinascimento) al Castello Reale di Blois e “Art de Vivre à la Renaissance” (L’art de vivre nel Rinascimento) al Castello di Châteaudun, entrambe presentate da maggio a settembre. A Bourges, invece, il “Cabinet de curiosités artisanales” sarà l'occasione per conoscere meglio le abilità degli artigiani del Rinascimento, mentre i botanici saranno sotto i riflettori all’Arboretum des Grandes Bruyères nella foresta di Orléans. Infine, presso l’Abbazia di Noirlac, i visitatori potranno ascoltare il Concert prolongé, un dispositivo di ascolto immersivo e potenziato che permette di ascoltare i concerti dal podio del direttore d’orchestra, tra il pubblico o dall’esterno.

Castelli che brillano alla luce delle candele

Da maggio a ottobre, il castello di Valençay festeggerà il Rinascimento attraverso vari eventi: visite speciali alla struttura da poco ristrutturata, il Festival Talleyrand con i suoi antichi strumenti e le Chandelles de la Renaissance, una serata in cui i giardini e il castello verranno illuminati con le candele, proprio come al castello di Villandry durante l’evento Nuits de mille feux. Anche il castello di Azay-le-Rideau si… infiammerà durante tutta l'estate con uno spettacolo audio e luminoso sul tema del Rinascimento.

Château de Villandry 500 ans Renaissance

I bambini festeggeranno con lo spettacolo “Doulce Mémoire” a Tours o con la tournée dell’Ensemble di musica barocca La Rêveuse con l’Opéra-Bus.

Infine, in occasione di quest’anno di celebrazioni, sono previsti numerosi eventi itineranti. A febbraio, la macchina volante di Leonardo da Vinci, “La Vis”, tornerà in vita e verrà installata presso la Collegiata di Saint Pierre Le Puellier di Orléans, prima di partire in tournée nella regione. Orléans, ma anche Bourges, Blois, Blois, Amboise, Chambord e Tours ospiteranno lo spettacolo digitale Renaissance(S) dal 15 agosto al 15 settembre. Immersione nel Rinascimento garantita!

Dove si trova la Valle della Loira?