Il ristorante si trasforma

Le location dei ristoranti sono sempre di più nel segno di una rinascita: vecchie fabbriche trasformate, magazzini, ex-stazioni ferroviarie. Cucina di livello e stile: ecco 5 idee di tendenza.

Una cena o un aperitivo all’Atelier Renault

Parigi, av. des ChampsÉlysées 53. Qui l’Atelier Renault da oltre 100 anni incarna lo spirito delle auto Renault nel segno dell’innovazione e del design. Una vetrina internazionale del marchio ma anche un nuovo luogo parigino nello “stile Renault”: per un laboratorio, un concerto o una pausa gourmande. Al ristorante-lounge cucina alla carta o nelle formule menù, al barlounge vini, champagne e cocktail accompagnati da salumi e formaggi.

L’hangar dello street food dal mondo

Si chiama Ground Control ed è un gigantesco ex-magazzino delle ferrovie francesi, 1.500 mq, al n. 81 di rue du Charolais a due passi dalla Gare de Lyon, 12° arr. Totalmente dedicato allo street food del mondo. Qui si trova pasta fresca italiana da Salina, la pizza napoletana da Faggio, tacos e guacamole da Chilam, specialità dalla cucina cinese da Chez Mr Zhao.

La fabbrica di biscotti, un luogo unico

Chi non ha mai gustato in Francia un biscotto Petit-Beurre marca LU? Forse non tutti sanno che quei biscotti per tutto il XX secolo nascevano nella fabbrica di Nantes, voluta dalla dinastia di pasticceri Lefèvre-Utile (da cui la sigla LU). Oggi quello spazio è diventato LU, Lieu Unique, centro culturale e conviviale, con il bar per un caffè o un pranzo veloce, e il ristorante di cucina regionale con immancabile dessert al biscotto LU, più libreria, asilo e hammam.

Lione, Brasserie de l’Est, ritorno al passato

C’era una volta nel quartiere Part Dieu di Lione, in place Jules Ferry, la stazione ferroviaria di Brotteaux, dove all’inizio del secolo scorso fermavano i treni della Compagnia Paris-Lyon-Marseille. Architettura Art Nouveau, ferro e vetro, l’immancabile orologio sulla facciata. In questo edificio dichiarato monumento storico, Paul Bocuse ha voluto una delle sue brasserie lionesi, La Brasserie de l’Est, che evoca un mondo di arrivi e partenze e una cucina di viaggi. E proprio davanti, un’altra brasserie storica, aperta quando la stazione era in piena attività: la Brasserie des Brotteaux, inaugurata nel 1913, un altro gioiellino Art Nouveau.

Tendenza épicerie

Una delle nuove tendenze della ristorazione è trasformare negozi in ristoranti. Una città dove il fenomeno sembra aver particolarmente attecchito è Marsiglia. Qui, nel quartiere multietnico di Noailles, attorno al mercato, si moltiplicano le épiceries, a metà fra il negozio di alimentari e il ristorantino, che propongono piatti bio e local. La più famosa è l’Épicerie L’Idéal in rue d’Aubagne 11, negozio di cose buone dove si fa la spesa e ci si ferma a mangiare. Altrettanto di tendenza La Mercerie, stesso quartiere, in una ex-merceria diventata un neo-bistrot.

Per
approfondire