9 città per fare il tifo ai Mondiali di calcio femminile

Per la prima volta nella sua storia, la Francia ospita il Campionato mondiale di calcio femminile della FIFA. Dal 7 giugno al 7 luglio 2019, il paese vivrà al ritmo del calcio. Le partite si giocheranno in nove città: un’occasione per associare sport e turismo. Senza dubbio il tifo sarà infuocato a Rennes, Le Havre, Parigi, Reims, Valenciennes, Grenoble, Nizza, Montpellier e Lione!

Seguiteci in un insolito tour de France. All’insegna del calcio questa volta! Agli incontri del Campionato mondiale di calcio femminile della FIFA alterneremo le visite ai grandi siti da non perdere, senza rinunciare a qualche chicca, lontana dai classici sentieri turistici. Dalla città operaia di Valenciennes al grande porto di Le Havre passando per la città universitaria di Montpellier, sono tante le sorprese che attendono i visitatori curiosi. Ma sarà anche un’occasione per incoraggiare lo sport femminile e constatare, se ancora non lo si sapesse, che il tifo e le emozioni sono identici a quelli delle partite tra maschietti! Da nord a sud, tra un match e l’altro, non mancheranno le occasioni per andare alla scoperta del territorio delle città ospitanti: Bretagna, Normandia, Costa Azzurra, Alpi, Champagne, Lione… Fischio d’inizio!

Parigi sede del primo match

Venerdì 7 giugno 2019, il mitico stadio parigino Parco dei Principi sarà appannaggio delle principesse… Sarà infatti Parigi ad ospitare la partita inaugurale dei Mondiali di calcio femminile che vedrà opposta la Francia alla Repubblica di Corea. E sicuramente tutta la capitale francese farà il tifo per la sua nazionale: un evento da vivere allo stadio ma anche nei locali cittadini. Il calcio di inizio della manifestazione darà l’avvio a un weekend di festa a Parigi… soprattutto se saranno le padrone di casa a vincere!
Parisinfo.com (Link esterno)

Bretagna: Rennes e il suo patrimonio

Il giorno dopo la partita inaugurale dei Mondiali di calcio femminile, direzione Bretagna, più precisamente Roazhon Park, lo stadio di Rennes con una capienza di circa 30.000 spettatori. La capitale bretone ha in programma ben sette partite della competizione, tra cui un quarto di finale il 29 giugno. Vale la pena quindi pianificare una tappa a Rennes di almeno qualche giorno, per avere il tempo di scoprire l’eccezionale patrimonio architettonico della città: sono ben 87 gli edifici e le facciate del centro storico classificati monumenti storici!
Ufficio del Turismo di Rennes (Link esterno)

Normandia: in riva al mare a Le Havre

Secondo porto più importante della Francia, Le Havre è una bella cittadina marittima che si staglia sulla costa atlantica. Qui, il calcio è re: fondata nel 1872, Havre Athletic Club è una delle squadre più vecchie di Francia… è anche la città che ha visto esordire grandi stelle del calcio come Paul Pogba, Ibrahim Ba o Vikash Dhorasoo. Porta d’ingresso della Normandia, Le Havre si trova a meno di un’ora da Deauville e da Honfleur. Tra le partite in calendario, il 27 giugno 2019 lo Stadio Océane ospiterà un quarto di finale.
Ufficio del Turismo di Le Havre Turismo (Link esterno)

Champagne: il nettare della vittoria a Reims

Lo champagne è la star della città di Reims: è stato inventato da Dom Pérignon a Epernay, nei pressi di Reims. Associata anche all’incoronazione di tutti i re di Francia a partire dalla fine del V secolo, oggi Reims (imperdibile anche la visita alla cattedrale gotica) si prepara a entrare nella storia del calcio femminile: quest’anno verrà scritto un nuovo capitolo sul campo dello stadio Auguste-Delaune. Inutile domandarsi con che cosa la città brinderà alle squadre vincitrici!
Ufficio del Turismo di Reims (Link esterno)

Hauts-de-France: atmosfera accogliente a Valenciennes

Capoluogo dell’industria mineraria nel XIX secolo, Valenciennes è situata nel nord della Francia, al confine con il Belgio. Qui il calcio assume una dimensione nuova: ricca di squadre storiche (Lille, Lens), il cuore della regione Hauts-de-France batte al ritmo del calcio come nessun’altra regione francese e lo stadio Hainaut ne è l’emblema. Atmosfera garantita allora per il quarto di finale del 29 giugno! Lontana dal suo passato industriale, oggi Valenciennes si contraddistingue anche per un’offerta culturale audace, guidata in primo luogo dal Phénix, polo teatrale e culturale di respiro nazionale ed europeo.
Ufficio del Turismo di Valenciennes (Link esterno)

Le Alpi: in cima alle montagne a Grenoble

"In fondo a ogni strada c’è una montagna!" Così Stendhal descriveva la sua città natale, Grenoble. Circondata dal massiccio della Chartreuse, il massiccio del Vercors e la catena di Belledonne, la capitale delle Alpi è un punto di riferimento per tutti gli appassionati di montagna. Sport invernali, ma anche trail, parapendio ed escursioni non mancano! Ma anche il calcio si difende bene, grazie alla costruzione nel 2008 dello Stade des Alpes, che ospiterà diversi incontri dei Mondiali di calcio femminile: la prima partita, prevista per il 9 giugno, vedrà scontrarsi Brasile e Giamaica.
Ufficio del Turismo di Grenoble (Link esterno)

Costa Azzurra: nel blu del Mediterraneo a Nizza

La Costa Azzurra non sarebbe altrettanto bella senza Nizza, dove il mare lambisce il centro storico lungo la mitica Promenade des Anglais. Qui, nel cuore della Baia degli Angeli, l’atmosfera è da favola: l’art de vivre alla francese si colora della dolce vita ispirata dall’Italia, vicinissima. Gastronomia, storia e tradizioni hanno un ruolo di spicco. Il calcio qua si tinge di rosso e nero, i colori del "Gym", il soprannome della squadra locale, l’Olympique Gymnaste Club Nice Côte d’Azur, fondata nel 1904. Per la sua prima partita dei Mondiali, lo stadio di Nizza ospiterà il 9 giugno Inghilterra-Scozia.
Ufficio del Turismo di Nizza (Link esterno)

Occitania: Montpellier in festa

Storica, allegra, bohemien, multiculturale, artistica: Montpellier è tutto questo insieme. Le stradine medievali costeggiano edifici di architettura contemporanea, i festival di teatro si alternano a quelli sugli sport estremi… Il tutto baciato dal sole almeno 300 giorni l’anno! Se la città ha dovuto aspettare il 2001 per vedere nascere una squadra di calcio femminile, le giocatrici del Montpellier Hérault Sports Club hanno da allora dominato la scena, diventando campionesse di Francia nel 2004 e nel 2005, quattro volte vice-campionesse di Francia e vincitrici di tre Coppe di Francia tra il 2006 e 2017. Lo Stadio della Mosson ospiterà la sua prima partita dei Mondiali il 10 giugno: Canada-Camerun.
Ufficio del Turismo di Montpellier (Link esterno)

Tutti a Lione per la finale

Bisognerà aspettare le semifinali del 2 e 3 luglio per assistere a una partita allo Stadio di Lione, ma la città ospiterà anche la finale del 7 luglio. L’Olympique Lyonnais è la squadra di riferimento del calcio femminile in Francia. Il suo palmarès conta già 12 titoli (consecutivi!) del Campionato francese, 7 Coppe di Francia e soprattutto 5 UEFA Champions League (tra cui le ultime tre). Chi offre di più? Durante i Mondiali di calcio femminile, Lione risuonerà anche dei concerti del festival Nuits de Fourvière (Link esterno) , organizzati in un antico anfiteatro romano).
E tra una partita e l’altra, non dimentichiamo le pause mangerecce!
Ufficio del Turismo di Lione (Link esterno)

Per
approfondire