9 savoir-faire che fanno brillare Parigi

Parigi, città della luce e capitale del lusso e dell'eleganza, è il principale centro mondiale della creatività francese, tradizionale e al tempo stesso in costante ricerca di innovazione. Moda, profumi, gastronomia, artigianato, costumi d'opera, talenti musicali, i riflettori sono puntati sull'eccezionale savoir-faire francese.

La moda sostenibile

Dior, Chanel, YSL, Louboutin... Per decenni, i grandi stilisti hanno fatto di Parigi la loro musa preferita, elegante e innovativa. La città è ricca di negozi di stilisti francesi che sono stati i primi a utilizzare modelli-persone prima di organizzare la prima "presentazione" o sfilata di moda nel 1900.

La capitale della moda intende rimanere un riferimento internazionale abbracciando la sostenibilità. L'apertura del più grande incubatore di moda etica e sostenibile d'Europa, La Caserne, nel locale di un'ex caserma dei pompieri di Parigi, è promettente.

Le Galeries Lafayette, storica vetrina dell'haute-couture, sostengono questa transizione ecologica con una selezione di articoli etichettati Go For Good di marchi etici che privilegiano il cotone biologico, le filiere brevi e limitano gli sprechi.

Quest'estate, i grandi magazzini rendono omaggio alla creazione francese nell'ambito del programma artistico French Touch. Ogni venerdì il pubblico può assistere a una sfilata di moda. Uno spettacolo di 30 minuti che potrà ispirare i tuoi prossimi acquisti.

Per riempire il tuo guardaroba di capi di tendenza, puoi approfittare di una sessione di shopping su misura. Una giornata da sogno nel tempio della moda con accesso all'area lounge "Le Concierge" per rilassarti e ricevere consigli personalizzati, un'attenzione speciale e una pausa gourmet presso l'angolo gastronomico della Maison Dalloyau...

I profumi

Parigi significa anche profumeria! La capitale della moda e dell'eleganza è anche la città del romanticismo e dei profumi. Billet doux, Moment volé o Belle de nuit, Fragonard ha capito tutto. La famosa casa di profumi, considerata una delle fondatrici della profumeria moderna, ha aperto la sua prima boutique parigina nel 1936, dopo Guerlain e Lubin, creati a Parigi nel 1798.

A due passi dall'Opéra Garnier e dai grandi magazzini, il Museo Fragonard offre una parentesi incantata: potrai immergerti nella storia della profumeria grazie a un'ampia collezione di antichi flaconi e alambicchi di rame e poi giocare a fare l'apprendista profumiere, creando la tua acqua di colonia durante i laboratori sensoriali.

Cucina francese

Annoverato come patrimonio culturale immateriale dall'UNESCO, il pasto gastronomico francese si gusta ancora meglio al tavolo di un ristorante stellato per apprezzarne le finezze. Parigi ne ha più di cento. Va detto che proprio a Parigi, nel 1765, è stato aperto il primo ristorante moderno, accessibile a un maggior numero di persone, accanto al Louvre. Una rivoluzione culinaria che dobbiamo a un economista...

Per una nuova rivisitazione di una specialità parigina, prova il croque-monsieur al tartufo di Jean Imbert al ristorante Monsieur Dior, nella storica boutique del grande couturier francese recentemente ristrutturata. E per dimostrare il tuo talento di cordon bleu, puoi partecipare a un corso di cucina alle Galeries Lafayette gestito dalla prestigiosa scuola alberghiera Ferrandi. Dopo aver preparato un piatto degno dei grandi chef, è il momento della degustazione.

La panetteria-pasticceria

A Parigi ci sono panetterie ovunque. Attirato/a dal delizioso profumo del pane fresco, non puoi resistere a una viennoiserie, un panino al prosciutto e burro giustamente chiamato Parisien, una pagnotta di Chez Poilâne e naturalmente la famosa baguette inventata, si dice, nel 1900 a Parigi. Alcune panetterie sono state dichiarate monumenti storici, come Le Moulin de la Vierge o la Maison Stohrer, la più antica, fondata dal pasticcere di Luigi XV, re di Francia.

Pierre Hermé, Cédric Grolet, Eric Kayser, Rodolphe Landemaine, Cyril Lignac, i pasticceri di oggi propongono creazioni tanto golose quanto esteticamente gradevoli, ispirate ai classici della pasticceria francese come Paris-Brest, Saint-Honoré o Opéra, tutti inventati a Parigi.
La loro fonte di ispirazione? La Maison Ladurée, inventore, negli anni '50, del macaron con un doppio "guscio" e il ripieno di ganache dai sapori delicati. Un dolce moderno e raffinato, a immagine di Parigi, che potrai imparare a fare da solo durante i laboratori di macaron, proposti dalle Galeries Lafayette Paris Haussmann.

La ceramica

A due passi da Parigi, la Manufacture de Sèvres rappresenta l'eccellenza di questo savoir-faire francese. 120 ceramisti producono opere in porcellana basate su tecniche antiche, perfettamente padroneggiate. La Manifattura è un centro di creazione artistica, design e arti decorative dal 1740 e ospita il Museo Nazionale della Ceramica con le sue 50.000 opere d'arte, che combinano capolavori del passato e creazioni contemporanee.

I laboratori di restauro dei musei parigini

Dal Louvre al Museo d'Orsay e al Museo del Quai Branly, le principali istituzioni culturali di Parigi accolgono ogni anno diversi milioni di visitatori per ammirare i capolavori della storia dell'arte. Queste collezioni uniche richiedono progetti di salvaguardia e conservazione: restauro meticoloso di dipinti e arazzi, cornici e mobili. Un lavoro di precisione affidato ai laboratori del museo. Al Louvre è possibile ogni anno curiosare nel "dietro le quinte" di questi savoir-faire durante le Giornate europee dell'artigianato.

Coniazione di monete e medaglie

Artigiani dell'arte con la passione per la storia, gli incisori della Monnaie de Paris hanno messo in pratica le loro abilità per migliaia di anni, a partire dall'864. Prima e ultima fabbrica di Parigi, l'officina di incisione, che ha ottenuto il marchio Entreprise du Patrimoine Vivant (Azienda del Patrimonio Vivente), produce anche monete da collezione, decorazioni ufficiali come la Legione d'Onore o l'Ordine Nazionale del Merito, nonché medaglie souvenir raffiguranti luoghi simbolo del turismo parigino come Notre-Dame, l'Arco di Trionfo, la Tour Eiffel o il Museo Grévin. I turisti le adorano.

La realizzazione di scenografie e costumi

L'Opéra Garnier è un'opera architettonica importante e una delle più belle al mondo. Ogni balletto trasporta lo spettatore in un mondo immaginario e magico. Un grande spettacolo che si basa sul savoir-faire meticoloso dei couturier e dei modisti. I misteri meglio custoditi del palazzo si trovano al sesto piano, nel laboratorio di cucito, che può essere visitato. Tessuti, perline e fiori abbondano. È qui che vengono disegnati i tutù. L'Opéra-Comique, la più antica di Parigi, ha anche un proprio laboratorio di costumi. Le mani sono impegnate a tagliare tessuti, a realizzare cappelli e tinture, spesso naturali a base di pigmenti vegetali. Ancora più sorprendente è la produzione di parrucche, che richiede il prelievo di impronte, l'impianto di capelli e lo styling...

Per quanto riguarda gli artigiani della passamaneria, essi dispongono di un savoir-faire eccezionale per la produzione di elementi decorativi in filo come trecce d'arredo, frange decorative o fermatende... Unico laboratorio di passamaneria a Parigi, la Maison Verrier produce ornamenti tessili da telai Jacquard o a mano per la decorazione di interni prestigiosi come castelli, ambasciate e hotel di lusso.

I talenti della musica

Da Piaf ad Aznavour, i grandi cantanti francesi hanno fatto brillare la Francia. Le loro canzoni hanno diffuso la lingua e la cultura francese ai quattro angoli della terra. Anche oggi Parigi è una fonte di talenti. Una nuova generazione di artisti francesi salirà sul palco quest'estate sui tetti di Parigi, nell'ambito del programma "French Touch" delle Galeries Lafayette Paris Haussmann che celebra la creazione francese. Trasformata in una pista da ballo dal 5 al 10 luglio, la terrazza dei grandi magazzini parigini ha ospitato una selezione di artisti.

Trasformata in una pista da ballo dal 5 al 10 luglio, la terrazza dei grandi magazzini parigini ha ospitato una selezione di artisti francesi di diversi generi musicali: Sofiane Pamart, Etienne de Crécy, Bon Entendeur, Kiddy Smile, Pedro Winter, Julien Granel, Dabeull, Rad Cartier. Oltre a proiezioni di film francesi iconici e una mostra di criptoarte del collettivo Obvious. Un programma innovativo ed eclettico!

Per
approfondire