Andare al museo... sotto il mare

Quattro idee per scoprire spazi espositivi che diventano una vera esperienza: musei ed ecomusei sotto il livello del mare. Per vivere l’emozione di una visita diversa.

L'Ecomuseo Subacqueo di Cannes, 6 sculture-icona

Prima tappa alle Isole Lérins, nelle acque di cristallo dell’Isola Sainte-Marguerite. Qui Jason deCaires Taylor, artista britannico di fama internazionale, ha immerso sei sculture di due metri di altezza e del peso di circa dieci tonnellate ciascuna, creando un vero museo subacqueo. Opere ecologiche e poetiche che diventano rifugio per la vita sottomarina e sensibilizzano sulla necessità di proteggere la biodiversità del mare. Tema conduttore le maschere, un rimando alla famosa "Maschera di ferro", il misterioso prigioniero rinchiuso nel Forte di Sainte-Marguerite dal 1687 al 1698. Nel corso del tempo le sculture si ricopriranno di alghe, conchiglie e coralli, diventando parte integrante dell'ecosistema e offriranno un rifugio alla fauna e alla flora marine. Un museo facilmente accessibile (e gratuito), senza bisogno di attrezzature subacquee.

www.cannes-destinazione.it/ecomuseo-sottomarino-di-cannes (Link esterno)

La Fondazione Carmignac a Porquerolles: arte sotterranea

Un’isola verdissima, una casa colonica che si fonde nel paesaggio, e 2.000 mq di sale espositive circondate da un giardino costellato da una quindicina di sculture. Villa Carmignac si trova nel cuore di un parco nazionale e in un sito classificato, dove non era possibile alcun intervento sul terreno. L'intero progetto è consistito così nel creare spazio sotto la superficie, senza alterare in alcun modo il paesaggio esistente.
Un soffitto ad acqua lascia entrare la luce naturale e illumina gli spazi sotterranei. Accanto alle collezioni permanenti, ogni anno una mostra diversa: quest'anno, fino al 16 ottobre, la mostra è ispirata all'eroe greco Ulisse e al suo ritorno ad Itaca, forse toccando anche l’isola di Porquerolles. Così Villa Carmignac si trasforma per l'occasione in un labirinto, su modello del viaggio labirintico per mare di Ulisse. Il visitatore “navigherà” fra le opere di grandi artisti - Miquel Barceló, Jean-Michel Basquiat, Niki de Saint Phalle, Keith Haring, Yves Klein, Roy Lichtenstein, Carol Rama, Man Ray, Andy Warhol... in un'odissea contemporanea e intima. A pochi passi dalla Villa, la mostra continua al Fort Sainte-Agathe, con le nuvole di Leandro Erlich che galleggiano in una colonna sonora del gruppo Moriarty.

www.fondationcarmignac.com (Link esterno)

A Marsiglia, sculture sottomarine e una grotta preistorica

Il MSM, Musée Subaquatique de Marseille, è uno spazio sottomarino dedicato all'arte, alla biologia marina, agli sport acquatici e alla protezione dell'ambiente. Un invito a scoprire 10 sculture sommerse (attualmente 8) a 100 metri dalla Plage des Catalans ad una profondità di 5 metri (visita gratuita, a richiesta anche con una guida-istruttore). Le sculture sono realizzate in cemento marino riciclato con pH neutro per non inquinare l'ambiente. L'insieme crea sia una barriera artificiale, sia un habitat- rifugio per le specie marine. E sensibilizza il pubblico sulle questioni ambientali, coinvolgendo il mondo dell'arte e degli sport acquatici.

www.musee-subaquatique.com (Link esterno)

Da giugno 2022, la Villa Méditerranée, a pochi passi dal MUCEM, ospiterà in modo permanente una replica della grotta Cosquer. L'originale, che risale a oltre 20.000 anni fa, è stata scoperta a 37 metri di profondità nelle Calanche, con 500 disegni rupestri sulle pareti. La replica permetterà ai visitatori di scoprire i disegni come sono nella grotta, immaginare come fossero le Calanche nella preistoria, vedere gli animali disegnati riprodotti a grandezza naturale, interrogarsi sull'aumento del livello delle acque e sul riscaldamento globale, conoscere la storia del sub che ha scoperto la grotta negli anni '90...

www.grotte-cosquer.com (Link esterno)