Darwin, l'altra riva di Bordeaux

Chiacchierare sorseggiando un caffè, passeggiare con il naso all’insù seguendo le opere degli artisti di strada o lanciarsi sulla rampa dello skatepark: il progetto Darwin riunisce tutte queste passioni in uno stesso spazio, sulla riva destra di Bordeaux.

“Le specie che sopravvivono non sono le più forti né le più intelligenti, ma quelle che si adattano meglio ai cambiamenti”.
Questa frase fondante della teoria dell’evoluzione di Charles Darwin è anche la pietra angolare del progetto Darwin, installato in un’area urbana dismessa che riunisce in uno stesso luogo start-up, associazioni, artisti, spazi per il tempo libero, bistrot… con un elemento in comune: la voglia di stare insieme.

La seconda vita di una caserma

Situato nel quai des Queyries, tra il ponte in pietra e il ponte Chaban-Delmas, Darwin occupa i 10.000 mq di un’ex caserma militare abbandonata, comprata nel 2009 dal gruppo Evolution, ideatore del progetto. Finanziato al 95% da investimenti privati, Darwin è diventato il luogo simbolo dell’imprenditorialità a Bordeaux: riunisce infatti poco meno di 230 imprese, 20 associazioni e un liceo, che offre ai suoi 60 alunni una didattica alternativa e personalizzata. Uno dei grandi punti forti di Darwin è la nutrita serie di eventi organizzati, dallo yoga al “Darwin Ocean Climax“, un festival di dibattiti, conferenze e concerti sul tema del cambiamento climatico e della difesa degli oceani.

Mecca della street art

Dopo la partenza dei militari, nel 2005, la caserma è diventata luogo di espressione dei writer e degli altri street-artist. Facendo di questo luogo la sua sede, Darwin ha continuato a incoraggiare questa modalità espressiva. Nel 2017, il festival internazionale dei graffiti, Shake Well, si è tenuto a Darwin. Le opere cambiano spesso e bisogna camminare con il naso all’insù, da un muro all’altro, se si vuole ammirare tutta la varietà di stili e l’esplosione di colori che attirano lo sguardo e invogliano a fare fotografie!

Skateboarding & Co.

Città di skateborder, Bordeaux vanta diversi siti popolari dove praticare questo sport. Lo skatepark di Darwin è sicuramente uno di questi. Progettato a partire da materiali di riciclo, questo ex hangar militare offre una bella varietà di moduli in legno. Il più impressionante è una grande rampa con un’estensione. Non mancano tavole per i salti, curb, un bowl in legno... Per fare il pieno di sensazioni! Per i principianti, l’associazione che gestisce lo spazio, la Brigade, dispensa corsi di skatebording, individuali o di gruppo.
Hangar de Darwin (Link esterno)

Il miglior brunch della riva destra

Famoso per essere abbondante e goloso, il brunch del Magasin Général, il bistrot-refettorio di Darwin, è uno dei più frequentati di Bordeaux. In un’ambientazione industriale a dir poco variegata, con mobili di riciclo recuperati da casse di vino, vecchi divani e tavole da surf, il Magasin Général è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 con orario prolungato fino a mezzanotte nel week-end. Ci si viene per gustare i deliziosi piatti cucinati con prodotti bio o per prendere il sole seduti ai tavolini all’aperto. Si consiglia la prenotazione per il brunch!
Le Magasin Général (Link esterno)

Un sito “negaWatt”

Sin dalla creazione, dieci anni fa, Darwin è ossessionato dalla sobrietà energetica. Che si traduce principalmente nell’allestimento bioclimatico degli spazi, l’assenza di aria condizionata, l’ottimizzazione dell’illuminazione naturale e un’attenzione permanente al risparmio energetico. Dal 2014, il VORTEX, un’installazione artistica che avvolge il ponte pedonale che collega i due edifici della caserma Niel, indica il consumo energetico del luogo grazie a una serie di tubolari illuminati che lampeggiano sempre più intensamente. Un’opera d’arte impegnata, che migliora la città di Bordeaux.

Dove si trova Bordeaux