I misteri del carnevale rivelati da una Touloulou

Ogni anno in occasione del Carnevale in Guyana, che si svolge da gennaio a marzo *, sono le più belle tra la folla festante! Chi? Ma le Touloulous, naturalmente, donne travestite e mascherate, irriconoscibili nei loro coloratissimi abiti. Ogni sabato sera ballano nelle sale da ballo dei dancing di Caienna e di altri luoghi. Ghislaine è una di loro e ci racconta tutto di questa tradizione tipicamente guianese. Che la festa abbia inizio!

A quasi 70 anni, continua a partecipare ai balli in maschera, travestita da Touloulou. A quando risale questa attrazione del Carnevale della Guyana?

Per me, risale appunto all'anno della mia nascita, il 1949, a un'epoca in cui esistevano ancora molti lebbrosi in Guayana. Le mamme volevano che le loro figlie, anche se sfigurate dai segni della malattia, potessero andare a ballare e trovare dei cavalieri. Da qui l'origine di questi costumi molto eleganti che ancora oggi nascondono integralmente il corpo e il viso con cappucci, parrucche e maschere. Solo gli occhi sono visibili. Anche la voce deve essere camuffata. E attenzione, è assolutamente vietato scoprirsi!

Ci spieghi come sono composti questi abiti, lei che è sarta e li confeziona sempre su ordinazione e per il noleggio?

Le Touloulous sono le regine del carnevale, devono essere le più belle nei costumi che ricordano le toilette delle dame del XVIII e XIX secolo. Io mi ispiro alle riviste di abiti da sposa ma qui gli abiti devono essere molto vistosi, devono brillare! Ecco perché i tessuti sono molto colorati, scintillanti, in cotone satinato con molti merletti. Una volta si mettevano dei cuscini intorno alla vita e alle anche per deformare la figura. Oggi va meno di moda, ma le gonne hanno almeno 8 o 9 volants e si indossano collant e mutandoni. Naturalmente fa caldissimo là sotto, ma la tradizione va rispettata.

“Sono loro a scegliere i cavalieri e non il contrario. E gli uomini non possono rifiutarsi!”

Qual è il rituale di questi balli mascherati?

Si svolgono ogni sabato durante il periodo del carnevale, dalle 10 di sera alle 6 del mattino, nelle sale da ballo dei dancing delle principali città della Guyana. A Caienna, i più noti sono il Le Soleil Levant-Chez Nana, una vera e propria istituzione, e chez Polina, frequentato dai più giovani. Ci possono essere fino a 2.000 - 3.000 persone. C'è "un villaggio" con grandi stand nel cortile e delle gradinate all'interno, intorno alla pista, dove si siede il pubblico. È un vero e proprio spettacolo. Le Touloulous arrivano spesso in gruppo, sfilano, si pavoneggiano, si fanno ammirare e naturalmente danno il via alle danze, perché sono loro a scegliere i cavalieri e non il contrario. E gli uomini non possono rifiutarsi!

Ci racconti delle danze e della musica. Sono coinvolgenti?

Ma certo, il buon umore è garantito! I balli sono accompagnati da orchestre, alcune anche molto famose. Da Chez Nana, ad esempio, quella di Victor Clet, affettuosamente soprannominato "Quéquette". Con il suo gruppo, i Blue Stars, crea un'atmosfera frenetica, e addirittura alcune di queste canzoni raccontano in maniera umoristica alcuni aneddoti locali dell'anno appena trascorso. Alcuni vengono pubblicamente biasimati e hanno quello che si meritano! Il ritmo è sempre indiavolato tra mazurche, polche, beguine e valzer, ma sempre veloce e molto sensuale. Ancheggiamo molto, tutta la notte, ma solo per divertirci e i turisti sono i benvenuti. Tra di noi ci punzecchiamo, cerchiamo di indovinare chi è chi, di non essere smascherate. Adoro ballare in questo modo, per ore, graziosamente mascherata e ogni sera con un abito diverso. Ho anche vinto un premio qualche anno fa per uno dei miei costumi. Non vedo l'ora che inizi la stagione!

  • Nel 2018, il Carnevale si svolgerà dal 17 gennaio al 14 marzo.

Come raggiungere la Guyana