I nostri 6 luoghi preferiti dove ammirare il tramonto in Martinica

Il cielo che si accende di nuvole color malva, porpora o dorate. Le piccole colline e il monte Pelée che sembrano scolpiti da una luce ramata. I profumi, i suoni e l'aria fresca della sera… Ecco i nostri luoghi preferiti della Martinica dove vivere momenti preziosi davanti a spettacolari tramonti.
Il più panoramico: Il Picco di Carbet

Presso l'Anse Marigot, in prossimità del villaggio di Carbet (non lontano da Saint-Pierre), è stata predisposta una piattaforma da dove ammirare lo splendido panorama. Su questo promontorio circondato da una rada vegetazione, in posizione sopraelevata rispetto al mare, sembra di essere alla fine del mondo… o sulla passerella di una nave che fa rotta nei Caraibi. In lontananza, una vela bianca cattura gli ultimi raggi del sole. Poi il cielo orlato di nubi si tinge di rosa e viola… Sulla spiaggia di Carbet, in una piccola capanna di paglia in riva al mare, è possibile consumare la cena a base di pesce alla griglia o pollo al latte di cocco.

Il più allegro: la Grande Anse d'Arlet

Les Anses d'Arlet, con le sue barche colorate arenate sulla spiaggia incorniciata dal verde delle montagne, non è solamente uno dei luoghi della costa ovest più caratteristici della Martinica. A piedi nudi nella sabbia, sulla terrazza di uno dei bar-ristoranti di Grande Anse, si può ammirare il tramonto gustando deliziose frittelle di pesce chiamate "accras de morue". Il lungo pontile che corre sull'acqua e la chiesa color mattone con lo slanciato campanile formano un quadro perfetto. Amiamo l'atmosfera di questa spiaggia, che si anima durante i weekend e a fine giornata.

Il più esotico: i giardini di Balata

Visitate i giardini di Balata, un bellissimo parco botanico abbarbicato sulle alture di Fort-de-France, prima della chiusura alle 18.00. Camminando sui ponti sospesi è possibile ammirare la vegetazione tropicale, i bambù, le felci arboree e tante varietà di palme che si stagliano contro un cielo che piano piano si ammanta di porpora. Il calar del sole è accompagnato dal canto degli uccelli e dalla deliziosa sensazione di trovarsi al centro di un mondo vegetale che si trasformerà con il calare della notte.

Il più "cartolina postale": sulla spiaggia di Les Salines

Per ammirare le palme da cocco che si protendono verso l'acqua, la sabbia bianca e le acque turchesi, recatevi alla spiaggia di Les Salines, la più famosa della Martinica per la sua ambientazione tipicamente tropicale. Situata sulla punta meridionale dell'isola, è molto apprezzata per le sue lunghe distese di sabbia corallina. Al calar del sole, quando una luce color bronzo bagna le rive e lo scoglio denominato Rocher du Diamant cattura lo sguardo sulla linea dell'orizzonte, si è soggiogati dalla bellezza del luogo. Questo è anche un momento privilegiato, quando si può avere per sé quasi tutta questa spiaggia molto frequentata durante il giorno.

Il più selvaggio: l'Anse Couleuvre

Tra il villaggio di Le Prêcheur e Grand'Rivière, nel nord-ovest dell'isola, una costa selvaggia è incastonata tra le scogliere e le anse di sabbia nera lambite dalla foresta che tinge l'acqua di riflessi color smeraldo. Accessibile percorrendo una stradina con curve a gomito, l'anse Couleuvre, la più occidentale, è circondata dal rocce. Poco frequentata per la sua posizione, si contano più uccelli che visitatori. Al crepuscolo, il nero della sabbia e il bianco della schiuma delle onde danno vita a un contrasto sorprendente.

Il più romantico: in mare

Effettuate una gita in barca quando tramonta il sole. Da Fort-de-France, les Trois-Ilets, o da Case-Pilote, a bordo di una barca semi-rigida o di una vecchia barca a vela, ce n'è per tutti i gusti. Prendete il largo per scoprire l'isola illuminata dai meravigliosi colori del tramonto che accendono di rosso le scogliere, fanno crepitare l'oro della sabbia e mettono in risalto la scultorea bellezza del monte Pelée e delle colline circostanti.

Come raggiungere la Martinica 

Per
approfondire