Informazioni e aggiornamenti Coronavirus: la situazione in Francia

Raccomandazioni, misure sanitarie e viaggi: consulta le linee guida del governo francese.

Per rimanere aggiornato in tempo reale sulle informazioni e sulle misure in vigore sul territorio francese visita il sito del Governo francese Coronavirus (Link esterno) e dell'Ambasciata italiana in Francia (Link esterno) .

Misure in vigore in Francia

Dal 14 marzo 2022 :

  • Termina l'obbligo della mascherina nei luoghi chiusi (all'eccezione dei trasporti pubblici).
  • Termina l'obbligo del pass vaccinale (tranne che nelle strutture sanitarie, le case di riposo e le strutture che accolgono persone soggette a una situazione di disabilità).

Pass sanitario
Dal 14 marzo, il pass vaccinale è sospeso fino a nuovo ordine in tutti i luoghi dov'era previsto (luoghi ricreativi e culturali, attività di ristorazione commerciale, fiere e saloni professionali, ecc.).
Il pass sanitario resta comunque in vigore nelle strutture sanitarie, nelle case di riposo, negli esercizi che accolgono persone con disabilità.


In questi casi, per ottenere il pass sanitario le persone di 12 anni e due mesi e più devono presentare una delle seguenti prove sanitarie:

  • Il certificato di vaccinazione, a condizione che la persona abbia un ciclo vaccinale completo e sia trascorso il tempo necessario dopo l'ultima dose.
  • Un test RT-PCR o antigene negativo di meno di 24 ore.
  • Il risultato di un test RT-PCR o antigene positivo attestante la guarigione da Covid-19 di almeno 11 giorni e meno di 4 mesi.

Per maggiori informazioni sulle misure sanitarie attualmente in vigore, visita il sito del governo. (Link esterno)

Altre misure e restrizioni

Indossare la mascherina:

Dal 14 marzo 2022 non è più obbligatorio indossare la mascherina né all'aperto né al chiuso (tranne nei mezzi pubblici).

Una multa di 135 euro è prevista nel caso di mancato uso della mascherina nei luoghi in cui è obbligatoria, e fino a 3.750 euro in caso di recidiva.

L'uso della mascherina è obbligatorio nei trasporti pubblici. I passeggeri devono assicurarsi di mantenere la massima distanza possibile tra i passeggeri o gruppi di passeggeri che non viaggiano insieme. Vedi in particolare i siti della SNCF (Link esterno) e della RATP (Link esterno) .

L'uso della mascherina è obbligatorio nei taxi e VTC.

Assembramenti, riunioni o attività sullo spazio pubblico che coinvolgono più di 10 persone contemporaneamente sono proibite.

Il consumo di alcol in strada è vietato.

Domande frequenti sul Covid-19 sul sito del governo (Link esterno)

Entrare in Francia dall'Italia

Le misure per entrare in Francia variano a seconda del paese di rispettiva provenienza. L'Italia rientra tra i paesi di colore "verde" (paesi caratterizzati da una circolazione trascurabile o moderata del virus).

Attualmente, chiunque abbia un'età pari o superiore ai 12 anni per entrare in Francia dall'Italia ha l’obbligo:

  1. di documentare la propria situazione sanitaria, e cioè di presentare alternativamente una delle seguenti certificazioni:

-> una certificazione di avvenuto completamento del ciclo vaccinale.

Un ciclo vaccinale potrà considerarsi completato 7 giorni dopo la seconda dose di un vaccino a doppia iniezione (Pfizer, Moderna e Astrazeneca) oppure 28 giorni dopo la somministrazione di un vaccino ad unica iniezione (Johnson&Johnson) oppure 7 giorni dopo la somministrazione di una dose di richiamo con un vaccino RNA messaggero.

Sono accettati solamente i vaccini autorizzati dall’Agenzia Europea per il Farmaco (EMA), ovvero: Pfizer (Comirnaty), Moderna, AstraZeneca (Vaxzevria o Covishield) , Johnson & Johnson (Janssen).

A partire dal 1° febbraio 2022 le persone di età pari o superiore ai 18 anni che intendano entrare sul territorio nazionale potranno impiegare il certificato ottenuto a seguito di avvenuto completamento del ciclo di vaccinazione primario purché emesso da non oltre 9 mesi. Qualora il certificato di avvenuto completamento del ciclo di vaccinazione primario sia stato emesso da oltre 9 mesi, sarà necessario aver ricevuto una dose di richiamo o terza dose (booster) per poter entrare sul territorio nazionale.

-> un certificato di guarigione (risultato positivo di un test molecolare o antigenico emesso da più di 11 giorni e non oltre 6 mesi. Farà fede, a tal fine, la data di realizzazione dell’esame o del test);

-> l’esito negativo di un test PCR effettuato da meno di 72 ore o antigenico effettuato da meno di 48 ore prima della partenza (imbarco nel caso di un vettore, oppure passaggio della frontiera terrestre).

  1. SOLO IN CASO DI TRASPORTO AEREO, di compilare il modulo di localizzazione digitale (Passenger Locator Form (Link esterno) - N.B.: funziona solo con un navigatore aggiornato) che potrà essere visualizzato sul proprio dispositivo mobile o stampato su carta.

Per maggiori informazioni sulle condizioni di ingresso in Francia si prega di consultare QUI (Link esterno) .

I vaccini riconosciuti dalla Francia:

I vaccini riconosciuti dalla Francia sono quelli riconosciuti dall’EMA: Pfizer, Moderna, Astra Zeneca e Johnson & Johnson.
La prova di vaccinazione è valida a condizione che si sia completato il ciclo vaccinale :

  • 7 giorni dopo la seconda dose per i vaccini a doppia dose (Pfizer, Moderna, AstraZeneca)
  • 4 settimane dopo la dose per i vaccini a una sola dose (Johnson & Johnson)
  • 7 giorni dopo la dose di vaccino per le persone guarite dal Covid-19

Informazioni aggiuntive sui controlli sanitari alle frontiere n base al paese di provenienza FAQ del Ministero dell’Interno francese (Link esterno)
Consultate i siti delle prefetture per maggiori informazioni.
Maggiori informazioni sul sito del Ministero dell’Europa e degli Affari Esteri (Link esterno)

Viaggi verso e dalla Corsica

Dal 10 dicembre 2021, le persone di 12 anni e più che desiderano viaggiare dal continente alla Corsica o dalla Corsica al continente devono:

  • Fornire all'imbarco una dichiarazione sull'onore (Link esterno) / certificato versione inglese dal 10.12.2021 (Link esterno) .
  • Un certificato di vaccinazione contro il Covid-19 o, per le persone non vaccinate, un risultato negativo di un test RT-PCR o un test antigenico meno di 24 ore prima dell'imbarco, o un certificato di immunità per le persone che hanno già contratto il Covid. Questa prova consiste in un risultato positivo del test RT-PCR o antigenico eseguito da più di undici giorni e meno di sei mesi prima del viaggio.

Tali documenti (in versione cartacea o digitale tramite l'applicazione TousAntiCovid) devono essere presentati alla compagnia di trasporto al momento dell'imbarco.

Le compagnie di trasporto rifiuteranno l'imbarco ai viaggiatori sprovvisti dei documenti richiesti.

Verranno effettuati anche controlli a campione dalla polizia all'arrivo in Corsica.

I luoghi di proiezione sono disponibili su https://www.sante.fr (Link esterno) .

Misure per l’ingresso nei territori e dipartimenti d'Oltremare

Dal 28 dicembre 2021 è obbligatorio presentare il risultato negativo di un test PCR molecolare o antigenico effettuato meno di 24 ore prima della partenza.
Per rallentare l'epidemia, sono state introdotte misure specifiche:

  • Martinica: è in vigore un coprifuoco dalle 22 alle 5.
  • Per Guadalupa: Un coprifuoco è in vigore dalle 23 alle 5 del mattino.

Per quanto riguarda i voli tra destinazioni dell’Oltremare, i prefetti possono attivare misure specifiche in base all’evoluzione della situazione epidemiologica. Il controllo è affidato alle compagnie aeree e alla polizia di frontiera.
Per i voli internazionali ci possono essere delle restrizioni istituite localmente dal rappresentante di Stato o dall’autorità competente.

Per informazioni specifiche sulle singole destinazioni, consultare le misure sanitarie per l’Oltremare Francese (Link esterno) o le schede paese sul sito Viaggiare sicuri :
Le isole di Guadalupa (Link esterno)
Martinica (Link esterno)
Saint-Martin (Link esterno)
Isola della Réunion (Link esterno)
Mayotte (Link esterno)
Guyana Francese (Link esterno)
Polinesia Francese (Link esterno)
Nuova Caledonia (Link esterno)

Inoltre, il Ministero della Francia d'Oltremare invita le persone che desiderano recarsi in un territorio d'oltremare a informarsi in anticipo sul sito della prefettura o dell'alto commissariato circa le restrizioni in loco per combattere l'epidemia di Covid-19.

Ingresso o rientro in Italia dalla Francia

La disciplina generale italiana per gli spostamenti da/per l’estero è contenuta nell'Ordinanza del 22 febbraio 2022, in vigore fino al 30 aprile 2022 (proroga contenuta nell'Ordinanza 29 marzo 2022).

Tale Ordinanza semplifica la normativa precedente in quanto:

  • elimina gli elenchi di Paesi A, B, C, D ed E;
  • elimina le limitazioni ai viaggi dall’Italia verso i Paesi dell’ex elenco E;
  • abroga le Ordinanze relative ai voli Covid-tested e ai Corridoi Turistici Covid-free, in quanto superate.

In assenza di sintomi compatibili con l'infezione da Covid-19, l'ingresso in Italia è consentito a condizione di:

1.compilare e presentare al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto ad effettuare i controlli, il modulo di localizzazione digitale (Passenger Locator Form) che potrà essere visualizzato sul proprio dispositivo mobile o in copia cartacea stampata. Il modulo deve essere compilato collegandosi all’indirizzo https://app.euplf.eu/ (Link esterno) .

Attenzione: In caso di mancata compilazione del dPLF, il vettore può rifiutare l’imbarco.

  1. presentare al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto ad effettuare i controlli, una delle seguenti certificazioni:

a) Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA, effettuata da meno di 9 mesi (Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane)

b) Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA, e dose di richiamo (booster), in formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane

c)Guarigione da COVID-19 da meno di 6 mesi (formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le
autorità italiane)

d) Risultato negativo di test molecolare condotto con tampone nelle settantadue (72) ore prima dell’ingresso in Italia o test antigenico condotto con tampone nelle quarantotto (48) ore prima dell’ingresso in Italia.

Con riferimento ai certificati di cui al punto 2 si prega di notare quanto segue:

  • In caso di mancata presentazione di una delle certificazioni da a) a d), l’ingresso in Italia è possibile ma con obbligo di quarantena presso l'indirizzo indicato nel dPLF, per un periodo di cinque (5) giorni, con l'obbligo di sottoporsi a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone, alla fine di detto periodo.
  • Le certificazioni da a) a d) possono essere esibite in formato digitale o cartaceo.

Sono previste deroghe a tali obblighi. Per consultarle, entrare in questa pagina di Viaggiare Sicuri (Link esterno) e cliccare su "Deroghe".

I bambini al di sotto dei 6 anni di età possono entrare in Italia senza ulteriori formalità e sono sempre esentati dall’obbligo di test molecolare o antigenico.

Il sito Viaggiare Sicuri ha preparato un questionario interattivo da consultare in caso di partenza per l’estero o rientro in Italia per identificare la normativa in vigore al momento della consultazione e in base al proprio itinerario di viaggio: Questionario Interattivo (Link esterno) .

Informazioni in caso di cancellazione o spostamento:

Quali sono i comportamenti da seguire per limitare la propagazione del virus?

La situazione sanitaria migliora in maniera costante in Francia ma è necessario restare prudenti. Esistono dei gesti semplici per preservare la propria salute e quella di chi ci sta attorno:

  • Lavati le mani regolarmente
  • Copri con fazzoletti di carta bocca e naso se starnutisci o tossisci
  • Saluta senza la stretta di mano, evita gli abbracci
  • Utilizza dei fazzoletti usa e getta
  • Indossa una mascherina nel caso in cui fossi malato
  • Indossa la mascherina nei luoghi pubblici al chiuso, sui mezzi di trasporto pubblico, sui taxi e VTC, e all’interno dei negozi e nei luoghi indicati dai prefetti di ogni dipartimento in base alla situazione epidemica locale.

Informazioni utili

Tutte le informazioni ufficiali sulla situazione in Francia in tempo reale sul:

Per rimanere aggiornati sulle misure di viaggio in vigore tra Italia e Francia e viceversa, è possibile consultare il sito viaggiaresicuri.it (Link esterno) , curato direttamente dall'unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri.

Per
approfondire