Informazioni e aggiornamenti Coronavirus: la situazione in Francia

Raccomandazioni, misure sanitarie e viaggi: consulta le linee guida del governo francese.

Per rimanere aggiornato in tempo reale sulle informazioni e sulle misure in vigore sul territorio francese visita il sito del Governo francese Coronavirus (Link esterno) e dell'Ambasciata italiana in Francia (Link esterno) .

Misure in vigore sul territorio francese

Le misure sanitarie rinforzate, che fino ad oggi erano in vigore in 19 dipartimenti, a partire da sabato 3 aprile saranno estese a tutta la Francia e per una durata di 4 settimane.

Spostamenti:

  • Sono vietati gli spostamenti tra regioni, ad esclusione degli spostamenti per motivi di urgenze, salute o lavoro. In questo caso è necessario presentare un’autocertificazione (Link esterno) . È prevista una certa tolleranza per gli spostamenti tra le regioni per il weekend di Pasqua (3-5 aprile) per permettere alla popolazione di organizzarsi.
  • Sono consentiti, senza autocertificazione ma con un semplice giustificativo del domicilio, gli spostamenti entro un raggio di 10 km dal proprio domicilio (per lo svolgimento di attività fisica o motoria)
  • Sono consentiti gli spostamenti oltre i 10 km da domicilio ma sempre all’interno del proprio dipartimento di residenza per i seguenti motivi: acquistare beni di prima necessità o per ritirare un acquisto fatto, gestire formalità amministrative o giuridiche che non possono essere effettuate a distanza, raggiungere un luogo culturale o di culto, accompagnare i bambini a scuola o alle loro attività complementari. In questo caso è necessario mostrare un’autocertificazione.
    Autocertificazione per spostamenti lavorativi (Link esterno)

Autocertificazione per spostamenti scolastici (Link esterno)

Per maggiori informazioni, consultare il sito del Governo Francese (Link esterno) .

Misure specifiche e coprifuoco sono in vigore anche nelle destinazioni dell’Oltremare Francese, consultare i paragrafi qui sotto.

Per maggiori informazioni e per aggiornamenti in tempo reale si può consultare il sito del governo (Link esterno)
Le autodichiarazioni sono inoltre disponibili sull'applicazione Tous Anti Covid (Link esterno) .

Aperture e chiusure

Sono aperti / possono aprire:

  • Gli sportelli del servizio pubblico e delle banche;
  • I negozi che vendono beni e servizi di prima necessità a cui si aggiungono librerie, negozi di dischi, parrucchieri, negozi di bricolage, fioristi e vivai, negozi di cioccolato, calzolai, concessionarie di automobili (solo su appuntamento) e le visite di beni immobiliari;
  • Le farmacie;
  • I mercati all’aperto (nei mercati al chiuso sono aperti solo i negozi di alimentari, fioristi, semi e piante da frutto)
  • Parchi, giardini, foreste e spiagge;
  • I trasporti pubblici, il cui livello di servizio è mantenuto;
  • Gli hotel possono restare aperti per garantire l'attività in caso di spostamenti professionali indispensabili (anche i ristoranti degli hotel sono chiusi, è quindi consentito solo il servizio in camera)
  • Gli ostelli, residence di turismo, villaggi residenziali di turismo, villaggi vacanze, B&B, campeggi e aree sosta camper;
  • I servizi di consegne a domicilio e l'asporto;
  • I luoghi di culto

Restano chiusi:

  • Le strutture commerciali di più di 10.000 mq. Nei centri commerciali di meno di 10.000 mq sono aperti solo i negozi di alimentari e le farmacie
  • Cinema, teatri e musei
  • Ristoranti, bar e strutture aperte al pubblico
  • Palestre
  • Discoteche, casinò e stabilimenti termali
  • Asili, scuole, licei sono chiusi dal 2 aprile e per 3 settimane
  • Ordinanze specifiche della prefettura possono prevedere la chiusura di luoghi di assembramento come le rive dei fiumi.

La lista completa dei negozi e degli edifici pubblici aperti o chiusi è disponibile sul sito Service Public (Link esterno)

Mascherina obbligatoria

In Francia, la mascherina è sempre obbligatoria a partire da 11 anni (6 anni all'interno delle scuole) in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico.

L'obbligo di mascherina può essere esteso dai prefetti di ogni dipartimento in funzione della situazione epidemiologica locale. Le informazioni dettagliate sono disponibili presso le prefetture (Link esterno) . La cartina e i dati (Link esterno) aggiornati relativi alla circolazione del virus in Francia sono disponibili sul sito del governo.

In caso di mancato rispetto dell'uso della mascherina nei luoghi indicati sarà applicata una multa di 135 euro. In caso di recidiva nei successivi 15 giorni, la sanzione aumenterà a 1.500 euro.

La mascherina è sempre obbligatoria sui mezzi di trasporto pubblico. I passeggeri sono invitati a mantenere la maggiore distanza possibile dagli altri passeggeri. Maggiori informazioni sono disponibili sui siti della SNCF (Link esterno) e della RATP (Link esterno) .

La mascherina è obbligatoria a bordo di taxis e VTC (noleggio auto con conducente).

FAQ sul sito del Governo (Link esterno)

Spostamenti internazionali

Ingresso in Francia da un paese dello spazio europeo

Indipendentemente dal mezzo di trasporto utilizzato (aereo, ferroviario, marittimo o terrestre) tutti i viaggiatori di almeno 11 anni che devono entrare in Francia in provenienza da un paese dello spazio europeo (Stati membri dell’Unione Europea, Andorra, Islanda, Liechtenstein, Principato di Monaco, Norvegia, San Marino, Città del Vaticano e Svizzera) dovranno:

  • presentare l’esito di un tampone RT-PCR molecolare negativo effettuato al massimo 72 ore prima della partenza;
  • un’autodichiarazione che attesta di non presentare sintomi da Covid-19, non essere a conoscenza di essere entrati a contatto con un caso confermato di Covid-19. L’autodichiarazione è scaricabile sul sito del Ministero degli Interni francese. (Link esterno)

Il modello di autodichiarazione è diverso per i maggiori e minori di 11 anni:
Scarica l’autodichiarazione per i viaggiatori di più di 11 anni (Link esterno)
Scarica l’autodichiarazione per i viaggiatori di meno di 11 anni (Link esterno)

Sono esentati dall’obbligo di tampone per l’ingresso in Francia:

  • i residenti in zone di confine entro un raggio di 30 km dal loro domicilio e per spostamenti di durata inferiore alle 24 ore,
  • gli spostamenti professionali la cui urgenza o frequenza sia incompatibile con la realizzazione di un test,
  • gli autotrasportatori.

All’arrivo in Francia è fortemente raccomandato di restare in isolamento per 7 giorni e successivamente di fare un secondo tampone RT-PCR molecolare.

Ingresso in Francia da un paese extra Europa

Tutti gli spostamenti tra la Francia e i paesi al di fuori dello spazio europeo sono vietati. Sono possibili deroghe in caso di motivi imperativi di ordine personale o famigliare, salute o professionali che non possano essere posticipati. Per attestare il motivo di urgenza è necessario compilare una dichiarazione giurata, scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno. (Link esterno) La dichiarazione dovrà essere presentata alla compagnia aerea al momento dell’imbarco ed essere accompagnata dai documenti necessari.

Dal 12 marzo non è più necessario giustificare il motivo di urgenza per i passeggeri in arrivo o verso Australia, Corea del Sud, Israele, Giappone, Nuova Zelanda, Regno Unito e Singapore.

Per entrare in Francia da un paese extra europeo sarà necessario: eseguire un test a mezzo tampone PCR molecolare al massimo 72 ore prima dell’ingresso in Francia, compilare l’autocertificazione, (Link esterno) rispettare un isolamento di 7 giorni e eseguire nuovamente un tampone PCR molecolare alla fine del periodo di isolamento.

Per maggiori informazioni sui controlli sanitari alle frontiere in funzione dal paese di provenienza consultare le il sito del Ministero dell’Interno francese (Link esterno) .
Per maggiori informazioni: visitate il sito del Ministero dell'Europa e degli Affari Esteri (Link esterno)

Ingresso in Corsica

Per i viaggi verso la Corsica sono in vigore misure specifiche.

  • Tutti i passeggieri dagli 11 anni dovranno presentare un test RT-PCR molecolare o antigenico effettuato al massimo 72 ore prima della partenza
  • Tutti i passeggeri dovranno presentare alla compagnia di trasporto una dichiarazione giurata, stampata e firmata, in cui certificano di aver effettuato il test prima dell’imbarco, che non presentano i sintomi di infezione da Covid- e che non si ha conoscenza di essere stati a contatto con un caso confermato di Covid-19 nei 14 giorni precedenti il viaggio.

La dichiarazione giurata può essere scaricata dal sito dell’Agenzia Regionale della Salute della Corsica. (Link esterno)

Ingresso nei territori e dipartimenti d'Oltremare

L’ingresso nei territori e dipartimenti d’Oltremare è regolamentato attraverso misure specifiche. (Link esterno)
Dal 31 gennaio sono consentiti solo gli spostamenti per motivi imperativi di ordine personale, familiare, motivi urgenti di salute o motivi professionali indifferibili.
In caso sussistano i motivi per lo spostamento verso l’Oltremare francese sarà necessario sottoporsi a tampone PCR molecolare al massimo 72 ore prima dell’imbarco.

Ogni territorio e dipartimento ha misure specifiche relative all’ingresso, queste misure sono indicate sui siti delle prefetture locali. In particolare:

  • Le Isole di Guadalupae la Martinica: Per tutti i viaggiatori, dal 2 febbraio, sarà possibile raggiungere Guadalupa e Martinica dalla Francia solo per motivi imperativi di ordine personale, di salute o motivi professionali indifferibili.
  • Isola della Réunion: Per tutti i viaggiatori saranno possibili solo spostamenti per motivi imperativi di ordine personale, di salute o motivi professionali indifferibili.
  • Mayotte: per tutti i viaggiatori, sono consentiti solo i viaggi per motivi imperativi di ordine personale, di salute o motivi professionali indifferibili.
  • Guyana Francese: per tutti i viaggiatori, sono consentiti solo i viaggi per motivi imperativi di ordine personale, di salute o motivi professionali indifferibili. La domenica è previsto il lockdown.
  • Nuova Caledonia: i voli internazionali regolari da e verso la Nuova Caledonia sono stati sospesi almeno fino al 27 marzo 2021. Sono mantenuti solo alcuni voli verso la Francia metropolitana e Sydney.
  • Polinesia Francese: Per tutti i viaggiatori, dal 3 febbraio, sarà possibile viaggiare verso la Polinesia francese solo per motivi imperativi di ordine personale, salute o professionali.
    In caso di spostamento, oltre al test 72 ore prima dell’imbarco, sarà necessario inoltre registrare il proprio arrivo sulla piattaforma Etis.pf (Link esterno)

Per informazioni specifiche sulle singole destinazioni, consultare le misure sanitarie per l’Oltremare Francese o le schede paese sul sito Viaggiare sicuri :
Le isole di Guadalupa (Link esterno)
Martinica (Link esterno)
Saint-Martin (Link esterno)
Isola della Réunion (Link esterno)
Mayotte (Link esterno)
Guyana Francese (Link esterno)
Polinesia Francese (Link esterno)
Nuova Caledonia (Link esterno)

Durante le ore di coprifuoco in Francia, i viaggiatori che devono spostarsi verso un aeroporto per prendere un volo verso una destinazione dell’Oltremare devono presentare il biglietto aereo e un documento che giustifichi lo spostamento.
È fortemente raccomandato di presentarsi in aeroporto già con il risultato di un test effettuato precedentemente. I centri di screening permettono di effettuare il test direttamente all'aeroporto di Paris-Orly o Paris-Charles de Gaulle, ma è obbligatorio prendere un appuntamento online, e per coloro che sono obbligati a fare il test in aeroporto il giorno del volo, si raccomanda di attendere 2 ore tra l'arrivo al centro di screening e la consegna del risultato. Per maggiori informazioni, consultare la pagina dedicata sul sito web dell'aeroporto di Parigi (Link esterno) .

Inoltre, il Ministero della Francia d'Oltremare invita le persone che desiderano recarsi in un territorio d'oltremare a informarsi in anticipo sul sito web della prefettura o dell'alto commissariato sulle restrizioni in loco per combattere l'epidemia di Covid-19.

Per maggiori informazioni: Sito del Ministero dell’Europa e degli Affari Esteri (Link esterno)

Punti prelievo e test rapidi nei porti e aeroporti

Al livello degli arrivi del terminal 1A dell’aeroporto di Parigi Orly, è stato attivato un centro diagnostico attivo dal lunedì al sabato dalla 7 alle 17 e la domenica e giorni festivi dalle 7 alle 12.
Le fasce orarie tra le 7 e 11 sono dedicate ai test antigenici. I passeggeri possono prendere appuntamento on line (Link esterno) .
Un centro diagnostico è attivo anche all’aeroporto Parigi Charles-de-Gaulle, termina 2E, livello partenze, davanti alla porta 17. Il centro è aperto dal lunedì al sabato dalle 7 alle 17 e la domenica e giorni festivi dalle 7 alle 12.
I passeggeri possono prendere appuntamento on line (Link esterno) .
Il risultato dei test antigenici sarà comunicato entro 2 ore dall’arrivo al centro.
Per i test RT-PCR molecolari: il risultato sarà inviato ai passeggeri in formato digitale, SMS o mail, e consultabile sul sito web Cerballiance (Link esterno) entro 48 ore.

Ingresso in Italia dalla Francia

Fino al 30 aprile, gli spostamenti verso l’Italia sono disciplinati dall’ordinanza 2 aprile 2021 del Ministero della Salute.

La Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo) rientra nell’elenco C. L’Ordinanza del Ministero della Salute prevede che per tutti coloro che hanno transitato o soggiornato nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia, in uno o più stati dell’Elenco C, devono:

  • Effettuare un tampone molecolare o antigenico entro le 48 precedenti l’ingresso in Italia

  • Comunicare il proprio ingresso in Italia all’azienda sanitaria competente

  • Sottoporti a un isolamento di 5 giorni presso la propria abitazione o dimora

  • Effettuare un secondo tampone molecolare o antigenico al termine dei 5 giorni

  • compilare un’autodichiarazione per l’ingresso in Italia (Link esterno) ,

  • sottoporsi a test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone e risultato negativo al massimo 48 ore prima dell’ingresso nel territorio italiano.

  • comunicare il proprio ingresso sul territorio italiano all’azienda sanitaria di competenza.

Per maggiori informazioni consultare il sito Viaggiare Sicuri (Link esterno)
Cosa fare quando si rientra in Italia dall’estero (Link esterno)
Il sito Viaggiare Sicuri ha preparato un questionario interattivo da consultare in caso di partenza per l’estero o rientro in Italia per identificare la normativa in vigore al momento della consultazione e in base al proprio itinerario di viaggio: Questionario Interattivo (Link esterno) .

Informazioni in caso di cancellazione o spostamento:

Quali sono i comportamenti da seguire per limitare la propagazione del virus?

La situazione sanitaria migliora in maniera costante in Francia ma è necessario restare prudenti. Esistono dei gesti semplici per preservare la propria salute e quella di chi ci sta attorno:

  • Lavati le mani regolarmente
  • Copri con fazzoletti di carta bocca e naso se starnutisci o tossisci
  • Saluta senza la stretta di mano, evita gli abbracci
  • Utilizza dei fazzoletti usa e getta
  • Indossa una mascherina nel caso in cui fossi malato
  • Indossa la mascherina nei luoghi pubblici al chiuso, sui mezzi di trasporto pubblico, sui taxi e VTC, e all’interno dei negozi e nei luoghi indicati dai prefetti di ogni dipartimento in base alla situazione epidemica locale.

Informazioni utili

Tutte le informazioni ufficiali sulla situazione in Francia in tempo reale sul:

Per rimanere aggiornati sulle misure di viaggio in vigore tra Italia e Francia e viceversa, è possibile consultare il sito viaggiaresicuri.it (Link esterno) , curato direttamente dall'unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri.

Per
approfondire