Quali sono le misure sanitarie previste negli alloggi in Francia?

Mai come quest’anno l’obiettivo degli operatori del turismo è quello di accogliere i turisti in sicurezza, questo vale in particolare per gli alloggi e la ristorazione.

Hotel

Il protocollo sanitario approvato dal Governo Francese è entrato in vigore il 2 giugno.

Accorhotels, in collaborazione con Bureau Veritas, ha lanciato un marchio per garantire il rispetto delle norme sanitarie.

In generale, gli hotel hanno intensificato gli sforzi in materia di pulizia e sanificazione delle zone comuni e delle camere.

Protocollo sanitario relativo agli hotel, bar e ristorazione (Link esterno)

Residence

Belambra, Club Med, Pierre & Vacances-Center Parcs, Odalys… Tutti i gruppi di residence si sono dodati di misure aggiuntive per garantire la sicurezza e il rispetto delle norme sanitarie previste.
Negli spazi comuni, sono previsti cartelli e indicazioni per il rispetto del distanziamento sociale di 1,5 o 2 metri. Piscine, saune, bagni turchi e gli spazi comuni sono soggetti a pulizie supplementari e sanificazioni.
In alcune strutture è inoltre prevista la pulizia del sistema di ventilazione e la sanificazione delle camere tra un ospite e il successivo.
Sono mantenute solo le attività all’aria aperta che permettono il rispetto del distanziamento sociale. Le procedure di check-in e check-out senza contatto sono privilegiati. Il personale è formato al rispetto delle nuove misure e equipaggiato con mascherina, visiere e plexiglass per evitare il contatto.
Guida delle buone pratiche sanitarie per i residence di turismo, club e villaggi vacanze (Link esterno)

Campeggi

La Fédération nationale de l’hôtellerie de plein air (FNHPA – Federazione nazionale degli alloggi all’aria aperta) ha preparato un protocollo sanitario completo adatto alle specificità dei campeggi. Nelle parti comuni sono previsti la limitazione dei flussi, plaxiglass e sanificazione in particolare per i servizi e le attrezzature sportive. Le attività di gruppo sono annullate, o previste per un massimo di 10 persone, per evitare gli assembramenti.
Per quanto riguarda la ristorazione e i negozi sono consigliate la consegna a domicilio e il take away.
Protocollo sanitario per gli alloggi all’aria aperta, campeggi e villaggi vacanze (Link esterno)

Gîtes de France

Gîtes e chambres d’hôtes del gruppo « Gîtes de France » fanno applicare misure sanitarie ben definite sia agli host che ai viaggiatori.
Gli host di impegano a disinfettare l’alloggio tra due periodi di occupazione e durante il soggiorno mettono a disposizione i prodotti necessari al rispetto del distanziamento e alla disinfezione. Gli host restano a disposizione dei viaggiatori come referenti sanitari.
In tutti gli alloggi sono esposte le norme specifiche anti Covid-19.

Affitti

L’Union Nationale pour la Promotion de la Location de Vacances (UNPLV – Unione Nazionale per la Promozione degli Affitti per Vacanza) ha stilato un protocollo specifico per preservare la salute dei viaggiatori. Oltre a consigli pratici inviati ai proprietari come la pulizia completa dell’alloggio, il consiglio di lasciare le scarpe fuori dall’abitazione o ancora il lavare lenzuola e biancheria a 60°C. L’associazione mette a disposizione dei proprietari una guida pratica per pulire e disinfettare l’alloggio a fondo prima dell’arrivo dei turisti.

Guida delle buone pratiche sanitarie per meublés e affitti per vacanza (Link esterno)

Su tutto il territorio nazionale francese solo Mayotte e la Guyana Francese, ancora classificati come zona arancio, hanno ancora delle restrizioni in vigore fino a nuovo ordine.