L’arte di preparare il Natale in Alsazia

art de préparer Noel en Alsace header

In Alsazia, Natale è un grande momento di tradizione, più che da ogni altra parte. Un periodo di festa che gli Alsaziani preparano con largo anticipo, durante il quale gastronomia e artigianato hanno un ruolo predominante. Per viverli, abbiamo seguito Olivier Nasti, chef stellato di Chambard, Sylvie Grandjean, fiorista, e Peggy Wehrling, vasaia, nei loro preparativi tra Kaysersberg e Soufflenheim, e nel cuore della foresta alsaziana.

I festeggiamenti di Natale in Alsazia occupano un posto tutto loro. Più che altrove, gli abitanti si impegnano ad addobbare le stanze, i balconi e le facciate delle loro case.

In questo periodo, il savoir-faire locale è in fermento! France.fr ha seguito tre “artigiani”: Olivier Nasti, chef del ristorante Chambard à Kaysersber; Sylvie Grandjean, artigiana che lavora con i fiori creando le ghirlande di Natale; Peggy Wehrling, che crea prodotti di ceramica a Soufflenheim.

Le tradizioni alsaziane, fonte d’ispirazione della cucina di Olivier Nasti

Olivier Nasti, chef stellato e migliore ouvrier di Francia, si ispira alle tradizioni degli abitanti che vivono nei villaggi remoti della foresta alsaziana per realizzare le sue ricette al ristorante Le Chamabard. Il ristorante si trova a Kaysersberg, nel cuore del vigneto alsaziano, ai piedi del massiccio dei Vosgi: a Natale, “tutto il villaggio è addobbato a festa, è magico” dice lo chef, “tutti fanno l’albero e decorano le loro finestre”.

Durante tutto l’anno, ma soprattutto a Natale, Olivier Nasti vuole trasmettere la sincerità della sua cucina e il suo amore per l’Alsazia, dove lui dice di aver “compreso molte cose, tra i vigneti e le montagne”, prima di essere stato riconosciuto come lo chef che ha promosso la cucina alsaziana. “Restituisco all’Alsazia quello che lei mi ha dato negli ultimi 20 anni”.

Da parte sua, invece, Sylvie Grandjean prepara il Natale raccogliendo pigne e muschio per realizzare delle ghirlande di Natale naturali. Fioraia, decora anche la sua boutique e se ne compiace: “tutte queste candele accese sono un regalo”.

Ghirlande di Natale per il periodo dell’Avvento

In Alsazia, le ghirlande dell’Avvento hanno tradizionalmente 4 candele, che si accendono una alla volta per le 4 domeniche che precedono il Natale. “È un periodo di festa, che permette di attendere il Natale in modo gioioso”.

E aggiunge: “Il profumo del vin chaud e della cannella, dell’anice stellato e del pain d’épices si sente meglio con l’aria fredda; la natura durante il Natale è fredda e bella: le pigne si chiudono al freddo e si riaprono al primo raggio di sole”. Una natura che ispira l’artigiana nelle sue composizioni.

Una passione, quella per il Natale, condivisa da tutti gli Alsaziani, e che fa dire a Peggy Wehrling, vasaia, che in Alsazia vanno tutti matti per questa festa e per i suoi preparativi. Peggy realizza le sue creazioni di ceramica a Soufflenheim, un borgo in cui vivono vasai e ceramisti da diverse generazioni.

Piatti in terracotta per riunirsi durante il pranzo di Natale

Modella l’argilla per realizzare piatti in terracotta che danno un gusto unico ai prodotti in umido o al forno; che si tratti di choucroutes - crauti – o di potée alsacienne, specialità alsaziane per eccellenza.

Piatti che portano la gente a ritrovarsi e a condividere la tavola, di solito nel periodo di Natale. “In Alsazia diciamo che si cucina troppo, ma è sempre per accogliere qualcuno a pranzo o a cena” sottolinea Peggy.

Una coccola molto apprezzata vicino al fuoco del caminetto, in un ambiente accogliente – come sanno fare solo gli alsaziani, dopo una passeggiata al freddo nella splendida e vasta foresta di Haguenau… Ecco perché festeggiare il Natale!

Per saperne di più:

Dove si trova l'Alsazia